FUCCI : Valutazione della potenza nella fasi di gioco vs test metabolici

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Il nuovo contributo di Armando Fucci ci riporta alla necessità di esplorare nuove strade per poter avere dei parametri di valutazione non piu legati all'aspetto metabolico del calciatore , ma alla modalità con cui si muove in campo lui e la sua squadra  . Su questo la strada è lunga , ma da un po che ci stiamo provando ed Armando vi fornisce , come al solito , degli spunti interessanti per procedere in questa direzione  .  Mentre gli altri continuano a credere che il costo energetico della corsa del calciatore è uguale per tutti , lo continuassero a credere quando si sveglieranno sarà troppo tardi per loro , anzi lo è gia troppo tardi .....

2 parte delle cazzate degli pseudo sport scientist sul test Mognoni nel calcio

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi inseriamo la 2 parte della nostra esperienza sulla validità  test Mognoni nel calcio . Approfondiamo perchè questo test è totalmente non correlato su tanti aspetti della prestazione compreso il famoso calo nel 2 tempo del tipo " la mia squadra corre piu degli altri alla fine " .  Per ben due volte ho visto che il Real Madrid ( squadra di pippe naturalmente ) fa in partita  almeno 6-10 km in meno delle squadre che incontra . Non sono come sapete un estimatore della valutazione della distanza ma quando una squadra tra le piu forti al mondo fa fare almeno da 600 a 1000 metri di meno in partita al  singolo giocatore qualcosa significherà pure . Negli ultimi 15 anni la cultura ufficiale ha spinta migliaia di operatori a credere nella necessità nei calciatori per migliorare la loro prestazione di  un aumento del Vo2max ( non realistico  se non nell'arco dell'anno sportivo e soprattutto valutabile solo  entro i primi 30-45 gg di ripresa degli allenamenti  per effetto del decadimento dovuto alle vacanze ) . QUESTA SPINTA E' STATA ORIGINATA OLTRE CHE DALLA MANCANZA DI PRATICA , anche e solamente dalla necessità di pubblicare articoli per ottenere Impact factor e poter ambire a posizione universitarie o federali , con grave nocumento alla cultura sportiva specifica . Sarebbe il caso che una qualche autorità togliesse questi punti impact factor e cacciasse da posti occupati da  chi ha prodotto pubblicazioni fasulle e assolutamente fuori contesto su tali argomenti solo per proprio beneficio personale .

Vi annuncio che il prossimo audiovideo sarà del prof Fucci sulla ricerca di sistemi di valutazione specifici che tengano conto dei dati emersi nelle partite , mentre io tornerò con un analisi approfondita di altre cazzate generate dal Test Yoyo ( o Leger ) e sulle falsità e volontarie distorsioni interpretative  sulla  lettura in rapporto ai dati delle  partita di calcio che  hanno  indotto in errore gli operatori del settore .

Le cazzate degli pseudo sport scientist : come portare fuori strada gli operatori del calcio

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Riprendiamo a pubblicare dopo una settimana di stop dovuto ad un raffreddore molto forte che mi ha impedito di poter lavorare su questo audiovideo che reputo delicato , seppure i presupposti dovrebbero essere conosciuti da tutti coloro che seguono il blog da anni . Negli ultimi tempi però diverse persone mi hanno chiesto nuovamente dei test per i giocatori di calcio ed allora non posso esimermi dall'esporre la mia opinione , sulla base dei dati raccolti nella mia esperienza lavorativa . Poi ciascuno farà le sue scelte . Ulitizzerò sia dei dati di 10 anni fa che quelli attuali di una squadra di serie D che ha svolto sia dei test classici che raccolto i dati durante le partite tramite gps . E le sorprese non mancano cosi come non manca il riferimento di cosa sia ricerca scientifica e chi sia scienziato e chi invece negli ultimi 15 anni ha portato con discutibili ricerche pubblicate solo per il proprio tornaconto personale , a portare fuori rotta gli operatori del calcio ...... Attenzione che il pdf è gia allegato

2 vs 2 : la sequenza delle scelte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi vi proponiamo un audiovideo prodotto dal noto terzetto ( per questo blog)  Genco,Bovienzo e Piscitelli  che riguarda la sequenza gerarchica delle scelte nell'organizzazione di un 2 vs 2 monitorato con gps . Siamo sempre piu lontani dai km percorsi ,dalle ripetute sui 1000  dalla benzina nelle gambe ,dai gradoni di Zeman ........

La forza funzionale di Grassadonia (3 parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

A voi la 3 parte della fatica di Gabriele Grassadonia sulla sua proposta di allenamento della forza funzionale . Nei prossimi audiovideo torneremo al calcio con una proposta di Alfredo Genco sui 2vs2 . I vostri lavori sono importanti ricordatevelo anche per sottoporli al giudizio delle persone ed avere dei feddback anche negativi che ci facciano pensare

La forza funzionale di Grassadonia 2parte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

2 parte della forza funzionale proposta da Gabriele Grassadonia , che ringrazio per lo sforzo profuso per la realizzazione dell'audiovideo pieno di esempi filmati e per il coraggio dimostrato nell'esporre i propri prinicipi di lavoro

La forza funzionale di Grassadonia ( 1 parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi riparliamo di Forza funzionale e l'audiovideo viene prodotto da un giovane che abbiamo già conosciuto con un audiovideo sul pugilato, Gabriele Grassadonia . Si tratta di uno sforzo di passaggio dalla teoria alla pratica apprezzabile, sempre intesa che va studiato il ragionamento ed i presupposti metodologici alle scelte successive , illustrate da molti filmati . Avrei piacere che vi esprimeste su questa primo audiovideo in modo anche da orientare l'autore , che ha gia preparato altri audiovideo successivi a questo che pubblicheremo sperando di avere dei feedback su questo primo approccio .

10 parte : strutturazione della seduta nei dilettanti

 

 

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Come promesso oggi  parleremo di alcune linee di riferimento per la strutturazione della seduta di allenamento  nelle categorie dilettanti come nell'Eccellenza derivando i dati dal modello di prestazione specifico e basandoci soprattutto sulla tipologia e durata del recupero , e lo confrontiamo con quello che abbiamo ipotizzato per la serie A ,  in modo che anche per differenza si possa comprendere bene cosa si deve variare .  IL PDF  allegato comprende anche le slide della precedente presentazione . Alcuni mi stanno chiedendo ma se faccio il 3c3 o il 7c7 mi comporto nello stesso modo ??  A parte che sono vostre "scelte private" ( come dice Giorgione)  noi qualcosa diremo , ma ricordatevi sempre che queste sono indicazioni che arrivano alla fine di un lungo ragionamento ( ed esperienze dirette ed indirette ) e quindi ci appartengono culturalmente , ma su cui ciascuno può pensare di trovare cose piu adatte ed intelligenti delle nostre . Non siamo mica come quei due coglioni ( non allenatori ma che si reputano sport scientist per aver pubblicato 4 stronzate sbagliate tra l'altro ) che scrissero qualche anno fa " si allena cosi e basta " basandosi solo sulla letteratura scientifica che solo una piccolissima  parte ( anche molto fallace come vedremo in seguito ) che poi ci fa costruire le nostre scelte di 'allenamento  , ed ora vivono nell'oblio dimenticati da tutti e non cagati da nessuno .....

9 parte : usare i recuperi per strutturare la seduta di allenamento nel calcio

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Riprendiamo la saga della metodologia dell'allenamento basata sui recuperi e credo che questo ed il prossimo audiovideo siano di una grande utilità pratica perche vi danno i presupposti per strutturare la seduta di allenamento nel calcio , basata sul suo modello prestativo . Oggi parleremo della serie A la prox settimana dell'Eccellenza in modo che anche per differenza si possa comprendere bene cosa si deve variare . Ribadisco , per tutti gli ..zeri che ancora parlano , questi sono i presupposti su cui ciascuno può adattare la costruzione della seduta , l'arte sta nel coniugarli bene ed adeguarli alla propria squadra !!!  IL PDF sarà allegato al prossimo audiovideo vito che riguarda tutto lo stesso argomento

 

AGGIORNAMENTO INSTALLAZIONE GPS SPINITALIA BRIDGE 8.45 E PROGRAMMA LAGALACOLLI 8.26

Ciao a  tutti oggi ho aggiornato dopo diversi mesi il software per l'installazione del nuovo bridge  dei GPS . Questo nuovo software di cui do una descrizione sommaria nel breve audiovideo inizia a porre le basi per l'uso del gps anche come piattaforma inerziale , quindi troverete dei bottoni in piu utilizzabili solo da versioni software più evolute e la posizione dei tasti è stata modificata . Qualche nuova funzione in analisi dati dove vedrete che è possibile identificare anche numericamente gli intervalli oltre che con le frecce e questo è piu comodo  . Inoltre si potrà  rinominare direttamente nella schermata il file .

Qualche novità anche nel programma excel dove non ci sarà piu bisogno di passare per il foglio  inclinazione per poter avere gli spostamenti x,y del giocatore . Alcune variazioni nella sinottica che si è allungata comprendendo meglio sia la distribuzione della potenza che la durata delle fasi di recupero attivo , che unitamente a quelle passive ,ora sono più visibili ed utilizzabili , anche in rapporto a ciò che abbiamo detto negli audiovideo del recupero che riprenderanno la prossima settimana e ce ne dovrebbero essere almeno altri 3 che saranno molto piu calcistici .

Sempre nelle prossime settimane ci sarà, sulla base di una relazione che terrà Elisabetta Introini agli allenatori di kayak domenica 22 gennaio ,  uno o più audiovideo dell'uso dei gps nel kayak che differenzia l'uso da 1 hz ai 50 hz fino alla piattaforma inerziale , che credo possa essere utile per capire meglio le sfumature ( anche grandi  sfumature ) di utilizzo di tali strumenti  dal comprendere meglio il modello gara fino alla lettura quotidiana degli allenamenti   , con evidenti risvolti anche sulla tecnica di voga che il gps a 50 Hz e la piattaforma inerziale in esso implementato può fornire all'allenatore .

s2Member®