Prestazione fisica e risultato dinamico (3a parte)

Prestazione fisica e risultato dinamico 3 parte
L'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Terminiamo questo argomento che mette in relazione la prestazione fisica della squadra con il risultato finale, dopo lo spettacolo indecente proposto lunedì sera dalle due squadre migliori d'Italia. Non so voi, ma veramente pensare che il nostro calcio è questo, sempre pauroso, in cui la Roma che doveva offendere ha solo mantenuto un inutile possesso palla per 2/3 della partita, e la Juve si è limitata ad agire di rimessa, stride rispetto alle partite che spesso vedo della Premier League (l'ultima in ordine Liverpool- Manchester City) dove non si tocchetta sterilmente e non si gioca per il pareggio. Dai dati che esponiamo, risulta che non è una questione fisica, ma di impostazione tattica e di mentalità. A proposito, mi viene in mente l'esonero di Novellino che aveva cercato di salvare la panca addossando la colpa al preparatore fisico licenziato in tronco, ma che 3 mesi dopo ha giustamente subito la stessa fine (tanto lo stipendio lo prende sempre...). Mi piacerebbe con qualche dato alla mano verificare se la Juventus di quest'anno sviluppa molta potenza metabolica in meno rispetto alla Juventus di Conte dei 3 anni di scudetto (anzi ne sono certo), e che quindi si può vincere lo scudetto sia con impegno fisico elevato che con un impegno tattico molto sparagnino. Se riuscirò, nelle prossime puntate parlerò anche della periodizzazione e ci faremo qualche risata sui luoghi comuni del fieno in cascina...

Prestazione fisica e risultato dinamico (2a parte)

Prestazione fisica e risultato dinamico 2 parteL'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi la seconda parte (ce ne sarà una terza perché l'argomento merita) del rapporto tra prestazione fisica e risultato dinamico. Ho parlato con alcuni colleghi e collaboratori e mi hanno confessato che sto andando un po' troppo avanti, che rischio di non farmi capire troppo perché i concetti precedenti non sono stati metabolizzati.

Mi rendo conto del problema, ma il blog è questo, bisogna andare avanti, sfornare sempre argomenti e punti di vista nuovi, sempre se si hanno dei dati che possano introdurre una strada nuova. Nel caso ve li leggerete con più calma d'estate quando sarete in vacanza...

Intanto una sicurezza ce l'abbiamo: la prestazione fisica non influenza il risultato della partita, ma il preparatore può controllare la potenza espressa e gli altri parametri delle pause e dei recuperi per valutare come si è mossa la sua squadra rispetto all'avversaria, e nel caso fornire un riferimento all'allenatore e alla condizione dei suoi giocatori e al loro impegno durante la  partita.

A tal fine, al termine dell'audiovideo, potrete trovare come esempio l'analisi fisico-tattica di una partita del campionato di serie A tra Fiorentina ed Empoli, squadra che sta facendo molto bene nel campionato italiano.

Volley: il modello di prestazione fisica di squadra della serie A1 maschile (de Gennaro)

MOD PRETAZIONE VOLLEY A1 DE GENNARO

L'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Finalmente qualcuno degli sport diversi dal calcio si è dato da fare per fare un'analisi più approfondita e moderna della prestazione di squadra nella pallavolo maschile di alto livello. Domenico de Gennaro è un preparatore fisico pugliese che da anni segue sia basket (0rmai morto, non studia più nessuno) che pallavolo (da 3 anni a Molfetta che da due anni è nella massima serie). Ha cercato di aggiornare alcuni dati riguardanti la pallavolo di alto livello confrontandola anche con altri studi, sia su questa serie  - che risalgono ormai al 2000 (all'avvento del tiebreak) - sia con la recente novità del Video-Check, e mettendoli in rapporto anche con altre categorie, tra cui anche la serie A2 femminile (studio di Sergio Machella pubblicato su questo blog).

Per adesso abbiamo solo il modello di squadra, ma nel prossimo audiovideo saranno anche descritti i modelli individuali per ruolo e questo è un altro tassello importante per la corretta costruzione dell'allenamento nel volley. PICCOLI RICERCATORI CRESCONO, MENTRE LE UNIVERSITÀ E LE FEDERAZIONI DORMONO E IL CONI PENSA A ROMA 2024... CONTA SOLO L'IMMAGINE, DELLA SOSTANZA NON FREGA PIÙ NIENTE A NESSUNO.

Prestazione fisica e risultato dinamico della partita (1a parte)

risultato dinamico 1 parte

L'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

 

Oggi, con la prima parte di questo audiovideo, approfondiamo il discorso che mostra il rapporto inesistente tra risultato e prestazione fisica, andando a valutare non più solo il risultato statico (o finale della partita), ma anche quello dinamico in divenire. In pratica, vediamo i comportamenti delle squadre durante la partita mentre il risultato è avverso o favorevole, oppure quando stanno pareggiando.

Dopo aver letto certe (... bip... ) di articoli su SdS su metodi di sintesi che sono stati proposti 15 anni fa senza alcun rapporto con la prestazione, oppure uno studio olandese che affronta in maniera maldestra il costo energetico della navetta con lo steady state! (come avevo cominciato io oltre 10 anni fa accorgendomi che non era quella la strada), mi sembra che questa sia una cosa modesta ma molto utile per provare a capire meglio quello che succede in una partita di calcio a seconda del risultato, e non credo sia poco.

 

Inserita la scadenza della vostra sottoscrizione: controllate!!

Ciao a tutti, dopo aver  rinnovato la veste grafica del sito ho anche inserito per tutti la data di scadenza sottoscrizione: controllatela e non vi offendete se dopo un mese dalla scadenza vi sospendo l'accesso cancellando la vostra registrazione.

In caso siate stati cancellati ma vogliate sottoscrivere nuovamente  dovrete registrarvi nuovamente tramite il login.

Per chi è possessore di GPS rimarrà invece attiva la registrazione ma l'accesso sarà consentito solo per l'area MONDOGPS.

Faccio presente, a coloro i quali non hanno rinnovato la loro sottoscrizione che scadeva entro il 30 GENNAIO 2015, che AVRANNO TEMPO FINO AL 28 FEBBRAIO per rinnovarla e a quella data sarò costretto, per rispetto di quelli che hanno rinnovato, a cancellare l'account di registrazione. 

Essendo sempre io che controllo le sottoscrizioni, posso anche essere incorso in qualche errore e quindi eventualmente segnalatemelo senza incazzarvi e cercherò di correggerlo subito, non vi sentite offesi!!!
Naturalmente nel caso vi foste ulteriormente dimenticati dovrete nuovamente registrarvi dal login ed attendere che io vi abiliti all'area riservata.
Ciao e grazie alla grande maggioranza  di voi che ha rinnovato la sottoscrizione al blog perché evidentemente ci crede e forse gli risulta anche in minima parte utile.

VI INVITO COME SEMPRE A PARTECIPARE AL BLOG ANCHE COSTRUENDO I PROPRI AUDIOVIDEO, IN MODO CHE I COLLEGHI NE POSSANO PRENDERE VISIONE ED ANCHE CRITICARE IN MANIERA UTILE: BASTA CHE VEDIATE COSA SCRIVONO  GLI ALTRI SULLE PUBBLICAZIONI UFFICIALI DELLA CULTURA SPORTIVA ITALIANA E VI RENDERETE CONTO DELLE CAGATE CHE GIRANO, COME MOLTI COLLEGHI MI SEGNALANO.

Il nuovo che avanza: la valutazione del calciatore dallo Yo-Yo al test di allenamento (Matteo Basile)

Basile roma 12 gen 2015

L'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Penso che per seppellire definitivamente i dinosauri dello Yo-Yo basti questo audiovideo di Matteo Basile che lavora sempre sul campo e quindi a volte usa l'occhiometro, ma molto spesso certifica e valida i suoi metodi di allenamento e valutazione. Fate molta attenzione a quello che dice e non vergognatevi di tornare indietro nel filmato ogni tanto, non preoccupatevi abbiamo sbagliato tutti quindi... basta riconoscerlo e non sbagliare più!!!

Argomenti e relatori dei filmati (pronti) del seminario del 12-13 gennaio 2015 a Roma

banner-filmati-piglionicaAlcuni di voi giustamente mi hanno chiesto, prima di ordinarli, maggiori delucidazioni sugli argomenti dei filmati del seminario di Roma del 12-13 gennaio e qui di seguito ve li elenco con qualche riga sull'argomento trattato.

1. relazione Colli mattina. Un'analisi con molti dati del rapporto esistente tra la prestazione fisica della squadra ed il risultato distinto in statico (finale) e dinamico (parziale), con relazione tra questi e molti dati prestativi.

2. relazione Pompa mattina. Un ampio excursus di come e perché sono aumentati e variati i parametri della sinottica nel corso del tempo, e come può ancora cambiare, con un ampio uso di esercizi di riferimento dal generale allo specifico.

3 relazione Basile pomeriggio. Dall'analisi ormai classica del rapporto tra condizione del giocatore, dati GPS e RPE, due analisi nuove ed originali sulla potenza metabolica espressa da due squadre di diverso livello in un'amichevole, e di come l'occhio sbagli completamente la lettura; le falsità che vengono espresse dal test Yo-Yo endurance e le capacità prestative dei giocatori in allenamento.

4 relazione Colli pomeriggio. Alcuni riferimenti ai parametri della metodologia dell'allenamento ed il loro utilizzo, e molti dati riguardanti la palla ed i giocatori nell'ambito della prestazione calcistica e di come utilizzarli per creare punti di riferimento per costruire esercizi e sedute di allenamento.

5 relazione Salomone mattina 2° giorno. La periodizzazione tattica e i suoi principi come riferimento per l'allenatore ed il preparatore; scelte tattiche ed esercizi.

6 relazione Pompa mattina 2° giorno. Occorre variare lo spazio per aumentare l'intensità dell'esercitazione? Oppure basta modificare le regole e i criteri di spostamento? Molti esercizi per dimostrare che...

7 relazione Colli mattina 2° giorno. I nuovi metodi di valutazione della condizione fisica della squadra e del giocatore nel corso di una stagione: abbandoniamo i vecchi test e soprattutto non alleniamo più per i test ma per la gara. L'analisi di una stagione di una squadra e di alcuni giocatori e come valutarli.

PRONTI I FILMATI DEL SEMINARIO DEL 12-13 GENNAIO 2015 SULL’ANALISI QUANTITATIVA DELLA PARTITA E DELL’ALLENAMENTO

Banner locandina Piglionica

Con un po' di ritardo e per motivi imputabili solo al sottoscritto, impegnato nella stesura della tesi di dottorato, mi fa piacere comunicare insieme a Gianvito Piglionica - vero organizzatore del seminario - che i filmati delle relazioni sono pronti e potranno essere acquisiti direttamente sulle pagine del blog, in espresso accordo con AllenatoreClinic.net. SONO CIRCA 12 ORE DI FILMATI.

Cliccando a destra sul pulsante azzurro vai alla pagina sottoscrizione etc troverete il dettaglio per come ottenerli (opzione 2 per i sottoscrittori del blog e opzione 3 per i non sottoscrittori).

NATURALMENTE I SOTTOSCRITTORI DEL BLOG HANNO UNO SCONTO SULL'ACQUISTO.

Coloro i quali hanno partecipato direttamente, inviate un'email a info@allenatoreclinic.net per avere i codici di accesso.

L’uso dell’isoinerziale per il kayak di G. Anderlini

Oggi pubblichiamo un audiovideo di Gianni Anderlini, allenatore-ingegnere di kayak di Modena sull'uso dell'isoinerziale in questo sport come sistema per allenare le diverse espressioni di forza, e soprattutto come lo usa in maniera originale. Purtroppo varie vicissitudini mi avevano impedito di pubblicarlo prima, tra cui IL FURTO DEL COMPUTER.

Entro domani, dovrei aver completato la stesura della tesi del dottorato (alla faccia del testa di cazzo che mi avrebbe dovuto aiutare) e averla consegnata, quindi spero di tornare a tempo quasi pieno al blog; ma anche la stesura della tesi, dedicata naturalmente a videoanalisi e GPS, mi ha fatto rivisitare la problematica, trovare qualche errore e anche qualche altra discreta novità che vi proporrò a breve.

Intanto stiamo riammodernando con Luca Negri - il nostro blogger del sito - la veste grafica e speriamo sia più bella e soprattutto funzionale.

ENTRO 24-48h METTEREMO IL BANNER PER I FILMATI DI ROMA DEL 12-13 GENNAIO, TROVERETE LÌ DENTRO COME FARE PER ORDINARLI.

2a parte della struttura della settimana di Fabrizio Tafani

Tafani2
L'audiovideo  è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi la seconda parte dell'audiovideo di Fabrizio Tafani, preparatore fisico del Palermo calcio, sulle scelte per la costruzione della settimana e di come colloca le esercitazioni con e senza palla in funzione di queste. La scorsa settimana questo audiovideo, pur privato per i soli sottoscrittori, è stato scaricato da tantissime persone, segno di un notevole interesse per conoscere come si organizza un preparatore di serie A, in accordo con il mister, e come controlla l'impegno dei giocatori tramite GPS, oltre a valutare le diverse esercitazioni e se esse ottengono il target richiesto.

Per chi è interessato alle relazioni video sviluppate da Pompa, Basile, Salomone e me al seminario di lunedì e martedì 12-13 gennaio 2015 sviluppato da allenatoreclinic.net e gestito da Gianvito Piglionica, ancora una settimana di attesa e visualizzate il banner appena uscirà con le modalità di richiesta.

Lunedì pomeriggio e martedì  sono stato al seminario per allenatori e videoanalisti e ho sentito molte cose interessanti. Credo che anche la mia relazione, pur limitata a poche cose della metodologia dell'allenamento nel calcio per mia scelta, abbia suscitato un buon interesse; oramai non si può lavorare settorialmente, ma le informazioni che escono da una partita di calcio devono essere da una unica fonte e poi condivise. Grazie comunque a Gianvito Piglionica di Allenatoreclinic.net che mi ha voluto nuovamente lì, io ho imparato parecchie cose.

s2Member®