Cos’è il 100% dell’intensità? A che parametro si riferisce?

(by RColli) A cosa faccio riferimento quando dico: "Mi alleno al 100% dell'intensità"? Uno dei concetti più sbagliati che si è mai applicato (putroppo da tempo immemorabile) nell'allenamento, è quello dell'alta intensità riferita a categorie fisiologiche (soprattutto il V'O2max) invece che alla prestazione e alla potenza espressa in essa. Se accettiamo (e non dobbiamo farlo se si parla di sport, possiamo accettarlo solo se parliamo di fitness) che l'alta intensità sia lavorare al 100% del V'O2max, siamo fuori strada.
Pensando ad esempio di applicare questo concetto all'allenamento di un ciclista inseguitore (prova di 4' che si sviluppa al 120-130% della VAM), per lui l'allenamento alla VAM sarà sicuramente submassimale. Al contrario, per un maratoneta, l'allenamento alla VAM (la gara si fa al 75-80% della VAM) sarà di intensità sovramassimale. In nessuno dei due casi siamo nel giusto, e quindi neanche negli sport di squadra.
Tutto nasce dall'ossessione di dover a tutti i costi voler migliorare il V'O2max del giocatore, che attanaglia un gruppetto di sport scientists nostrani, e li spinge ad utilizzare metodi brevi (i 4' al 90-95% della VAM) che sono abbastanza lontani dalla prestazione che avviene invece ad un'intensità vicino al 70-75% della VAM. Inoltre, nessuno si è mai reso conto che l'allenamento specifico porta "anche" (io direi prioritariamente ma sono settario) ad un miglioramento del costo energetico dell'azione, che nel nostro caso è composta più da: accelerazioni e decelerazioni, cambi di direzione, controllo palla e posizionamento tattico. Quindi il concetto di alta intensità (e quindi del 100% dell'intensità) va riferito ai diversi parametri della gara, tra cui ci sono anche quelli metabolici che nel calcio sono intorno al 70-75% della VAM e diventano il nostro 100%. Quindi posso già considerare di intensità sovramassimale situazioni di allenamento dove mi pongo all'80-85% della VAM (o meglio V'O2max) nel calcio.
Manca ancora un parametro: affinché sia veramente utile, quanto debbo far durare questa ripetizione a quest'intensità che se letta dal punto di vista prestativo è il 105-110% della gara ma dal punto di vista metabolico è l'80-85%? Questa è un'altra storia ancora, che è legata alla curva potenza-durata di cui metteremo una clip nei prossimi giorni.

, , ,

5 Responses to Cos’è il 100% dell’intensità? A che parametro si riferisce?

  1. Angelo Bozzetti 18 novembre 2011 at 10:26 #

    .. e perchè nel computo dei costi energetici, non si tiene mai conto di quanto costa l’attenzione, la tensione, l’emotività…

    • pierosario giuliano 21 novembre 2011 at 10:35 #

      grazie 1000 per la risposta prof.
      pensavo avessi dei dati piu’ recenti relativi ai parametri fisiologici e meccanici del rugby, in modo da potermi fornire una risposta piu’ esaustiva. da tempo cerco di estrapolarmi tramite gli atleti che alleno dati del genere (ma non alleno l’alto livello quindi sia il materiale a disposizione che strumentazione sono insufficienti), ho cercarto in letteratura ma purtroppo non ho trovato molto, fatto di recente (solo rugby leage che e’ diverso).
      per caso voi avete qualche riferimento bibliografico da darmi?
      graizia ancora.

    • alessandro fusco 29 novembre 2011 at 20:15 #

      VORREI INSERIRMI ALLA TUA RISPOSTA SUL RUGBY ROBERTO.PER QUANTO RIGUARDA IL MODELLO LA FIR LO AVREBBE PURE MA NON è SICURAMENTE QUELLO CHE INTENDI TU,SI LIMITA A QUANTE MISCHIE E TOUCHE CI SONO I TEMPI DI DURATA DI UN AZIONE QUANTI SECONDI E LE VARIE PERCENTUALI QUANTI PLACCAGGI IN MEDIA.POSSONO ESSERE SUFFICIENTI? NON CVREDO O ALMENO NON DEL TUTTO VISTO QUELLO CHE GRAZIE A TE E AL PROF.DI PRAMPERO STIAMO IMPARANDO SU POTENZA E VELOCITà CDDIR.E COME SONO PIù IMPORTANTI LE ACCELL. NEL RUGBY CHE SONO TANTISSIME RISPETTO AL CONCETTO DI VELOCITà.

      IMPORT.LE ACCELL. CHE LE VEL.NEL RUGBY ALLENANO ANCORA I 100MT.MA SCUSATE VISTO CHE HO GIOCATO 10 ANNI IN NAZIONALE QUANTE VOLTE UN GIOCATORE CORRE + DI 10-20MT………SE PRENDE IL COSì DETTO BUCO FORSE LI FA MAS NON PIù DI QUELLI CON IL RUG

  2. pierosario giuliano 18 novembre 2011 at 15:59 #

    e nel rugby, a che % si puo’ definire un lavoro al 100% dell’inensita’?

    • laltrametodologia 20 novembre 2011 at 10:57 #

      non capisco la domanda prima devi trovare il 100% del rugby ( vo2 o potenza in gara , numero di CdD , tipi e distanza di corsa alle divrse potenze, le mischie etc ) questo è il modello a cui fare riferimento ( il 100%) . Visto ceh la FIR spende un sacco di soldi qualcuno avrà studiato il modello : io l’ho studiato nel 1992 ma penso che oramai sia superato , quindi datti da fare a cercarlo !!!

s2Member®