MLSS e costo energetico: kayak 3a parte

kayak 3parte n80 sds

Nell’audiovideo di oggi terminiamo la descrizione dell’articolo sul kayak, ma come sempre teniamo a precisare che ci sono all’interno due spunti estremamente interessanti che interessano un po' tutti: un accenno alla nuova (si fa per dire) modalità della soglia anaerobica che da qualche anno viene meglio rinominato MLSS (Massimo Lattato allo Stato Stazionario in italiano o se siete esterofili Maximal Lactate Steady State scusando il mio pessimo inglese se ho scritto male). In effetti, per anni abbiamo identificato la soglia: o con le buffonate tipo test Conconi (dove ogni allenatore può dire ciò che vuole!), e ho materiale a chili per dimostrarlo, ma basta leggere l’articolo di Faina del '92 se non ricordo male sulla rivista SdS; oppure usavamo il test di MADER con il prelievo del lattato, identificando la soglia a 4 mM, sbagliando comunque in maniera grossolana.
La pratica ci diceva che la scienza (o presunta tale) si sbagliava di grosso, in quanto alla potenza delle 4mM i nostri atleti in 15 minuti accumulavano fino a 7-8 mM, dimostrando con evidenza ed alla faccia delle riviste scientifiche e dei suoi referees che avevano preso una toppa clamorosa come quella dell’alta velocità nel calcio come indicatore di alta intensità.
Già nel 1995 la Billat proponeva un test macchinoso e complesso che identificava l'MLSS sulla base dell'accumulo del lattato in due prove di 20'. In un prossimo audio-video vi daremo la nostra modalità di esecuzione del test molto più semplificata, ma validata da prove diverse che 9 volte su 10 individuano la vera soglia anaerobica, che significa per tutta la letteratura: la potenza (o la velocità) che ci consente di accumulare max 1 mM in una prova di 25-30'.
Le beghe tra sport scientists sulla soglia hanno irretito la ricerca scientifica sportiva per vent'anni, valore che poi risulta di moderata o nessuna importanza per tanti sport come quelli di squadra. Invece l'attenzione su questo audio video va posta su un'altra serie di conferme come: la dominanza della tecnica per il miglioramento della prestazione, e NON un aumento dissennato della forza generale, del V'O2max o appunto della soglia anaerobica.
E questo, lo ripeto, va molto al di là del kayak ma diventa un principio di riferimento per tutti gli sport.

, , , ,

3 Responses to MLSS e costo energetico: kayak 3a parte

  1. daniele scarpa 15 dicembre 2011 at 19:36 #

    ottima spiegazione….ora si comprendono molte cose. daniele

    • Jacoby 20 dicembre 2011 at 13:40 #

      Wow! Great tihknnig! JK

  2. Estella 20 dicembre 2011 at 19:43 #

    If you want to get read, this is how you shloud write.

s2Member®