Navetta calcio e GPS: conferme e approfondimenti

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

navette calcio e GPS

Oggi, dopo un giorno di meritato riposo (questo blog sta effettivamente diventando un lavoro per il tempo che mi occupa, anche per preparare gli audiovideo e comprimerli e poi metterli in rete), vi propongo una serie di monitorizzazioni della navetta calcio con il GPS CHE MI SONO STATE FORNITE DA VITO AZZONE CHE RINGRAZIO E A CUI FACCIO I COMPLIMENTI PER ESSERE STATO NOMINATO PREPARATORE FISICO DELLA NAZIONALE U20 DI CALCIO MASCHILE.
Tali dati dimostrano che poi tanti errori in fase di progettazione del test non li avevamo fatti.
Mi tengo in serbo per domani la chicca di mettere in rapporto questi dati con sia gli sprint che con il lattato prodotto e anche la frequenza cardiaca, che nella mia gerarchia di controllo della navetta calcio è al 3o posto.
Non sono in grado di allegare il file suono.wav che mi ha mandato Mario Petruzzo e che ringrazio, perché la mia piattaforma non supporta questo tipo di estensione, quindi potete chiedere direttamente a lui o meglio ancora farselo da soli con un qualsiasi programma di registrazione audio.
Mi fa piacere sottolineare che questo tipo di esercitazione con l'ausilio del bip sonoro e della musica la facciamo da quasi 10 anni nel basket, anche se naturalmente prima dell'Avvento di LUI non risulta niente ai nostri politici dello sport e federali, ci siamo solo girati i pollici. Questo negazionismo del precedente mi ha fatto veramente incazzare (e sai quanto ci vuole direte voi...), perché le cose si possono sempre migliorare, ma far sembrare che prima non si facesse niente sulla valutazione e sulle nuove proposte di allenamento nel basket è veramente scorretto. Va bene che l'EGO va soddisfatto, ma negare 10 anni di attività come se non fossero mai esistiti è da piccoli uomini, anche perché poi è sotto gli occhi di tutti. Forse nessuno parla nel basket perché hanno paura, ma sfido chiunque a dire chi ha vissuto quel periodo che in 10 anni non abbiamo gettato delle solide basi per un nuovo ruolo del preparatore fisico nel basket, anche se i miopi federali non se ne sono accorti e LUI non ha fatto nulla per spiegargli che prima c'era già qualcosa, non il deserto!!! MESCHINITÀ UMANE

, ,

4 Responses to Navetta calcio e GPS: conferme e approfondimenti

  1. Francesco Veltri 9 febbraio 2012 at 10:51 #

    Tra la 1° navetta(10+10) e la 2° navetta (18+18) guardano tra la prima e l’ultima ripetizione c’è una cosa che risalta in maniera particolare.Il soggetto nella 1° navetta tra la prima e l’ultima ripetizione aumenta il tempo di percorrenza e diminuisce la potenza espressa…nella 2° navetta aumenta il tempo ma aumenta anche la potenza!Cosa è successo?
    Pongo un’ipotesi…il soggetto ha accelerato troppo nella seconda navetta dell’ultima ripetizione,si è accorto di averlo fatto,non mantiene la velocità raggiunta e di conseguenza effettua un tempo superiore.
    La fatica potrebbe aver influito in maniera particolare sulle capacità coordinative (spazio-tempo) e non sulla potenza?
    A questo punto potrebbe essere interessante mettere a confronto il tempo e la potenza…esempio 2 soggetti hanno lo stesso tempo ma uno dei 2 esprime meno potenza.Allora uno dei due spenderà meno energia e di conseguenza sarà più economico?oppure il contrario…stessa potenza ma tempi diversi…

  2. fadesi 9 febbraio 2012 at 12:27 #

    complimenti a vito azzone, per la nomina, e per la sua determinazione, complimenti al prof che con la sua instancabile volontà continua a darci spunti riflessivi e pratici , voglio ricordare a tutti i naviganti, che ci eravamo proposti di formare un fondo per sostenere insieme le spese vive che questo blog richiede, e non farlo gravare tutto sul fondatore, che tra l’altro ci lascia l’accesso alle informazioni gratuitamente.ricordo che moltissimi altri blog sono a pagamento. quindi dai su non perdiamoci e finalizziamo questi intenti.

    • Aldo 9 febbraio 2012 at 13:21 #

      Io ci sto … La cultura va premiata !

      • armandofucci 9 febbraio 2012 at 14:07 #

        Bel lavoro. Complimenti a vito per la bonta’ del lavoro proposto che dara’ molti spunti lavorativi e valutativi a tutti noi. Come d’altronde fa’ ogni giorno roberto con il suo blog.

s2Member®