GPS Qstarz: validazione e altre news (1a parte)

Anzitutto quindi cerchiamo di dare una validità alle misure del GPS a 10 Hz, in questo caso quello della Qstarz, che negli ultimi 2 mesi ha assorbito gran parte delle nostre energie: lo facciamo perché vogliamo che chi lo usa, sia cosciente dei margini di errori (molto modesti) e non si faccia intimorire da chi vuole solo denigrarne la precisione per motivi personali; se penso che come alternativa viene proposto un sistema di controllo del carico tramite l'accelerometria... ricordo appunto che l'accelerazione è una componente nel calcolo della potenza, l'altra è la velocità (sarebbero come quegli ignoranti che dicono pesi di potenza quando sollevano l'80% del carico).
Non ci interessa certo l'approvazione degli sports scientists, sappiamo di aver fatto bene (perché abbiamo sottoposto il lavoro a chi reputiamo veramente competente), e ci basta questo.

, , , ,

10 Responses to GPS Qstarz: validazione e altre news (1a parte)

  1. antonio falce 7 giugno 2012 at 09:11 #

    CIAO ROBERTO,L’ESPERIENZA FATTA MI SEMBRA INTERESSANTE SOPRATTUTTO PER VALIDARE IL GPS,SPESSO UTILIZZATO ANCHE DA NOI DELL’ATLETICA PER MISURARE I KM PERCORSI IN NATURA DOVE NON SEMPRE SI HA LA POSSIBILITA’ DI AVERE TRATTI MISURATI;TI CHIEDO,VISTO CHE HAI PARLATO DI PERCENTUALI DI ERRORE,CHE MARGINE DI ERRORE PUO’ AVERE UN TEST PER ESSERE CONSIDERATO ATTENDIBILE E QUINDI ACCETTATO.TI SALUTO CORDDIALMENTE ANTONIO

  2. furli 19 giugno 2012 at 03:41 #

    Buondì,
    durante la prova a navetta, veniva effettuato un cambio di senso dopo i primi 20m?
    Ascoltando l’audiovideo mi sembra di si, solo non capisco come mai la velocità non vada a zero durante il CdS,
    soprattutto considerato l’andamento rilevato dal Laser che ha i suoi buoni 100 Hz.
    Mi è sfuggito qualcosa?

    • laltrametodologia 19 giugno 2012 at 08:01 #

      Bene era un po che non intervenivi sul blog e visto che non sei un sottoscrittore non dovrei neanche risponderti ma sinceramente la supponenza di voi giovani ” scienziati o cervelli in fuga ” mi sta un po sul cazzo e quindi ti rispondo ampiamente , per farti capire che anche in Italia c’è qualcuno che pensa e sa usare gli strumenti e non ha portato il cervello all’ammasso .
      Insieme al buon Christian Savoia che si è sciroppato tutta la parte pratica del lavoro ,imparando tantissimo grazie ai suoi docenti ed anche , scusa l’immodestia , anche a me che spesso risolvevo problemi di misurazione , naturalmente confrontandomi con l Ing La Gala che è colui che lavora alla progettazione del GPS e alla sua programmazione. Tutto questo è durato oltre 3 mesi non un giorno ed è abbastanza irritante che tu ponga una domanda del genere con il sottinteso : guarda come sono bravo io che noto che avete fatto un errore !!.Non sottolineare che per primi abbiamo fatto le navette con il laser , che abbiamo validato anche la potenza non solo la distanza e la velocità ( non lo aveva fatto nessuno ) ,no debbo dimostrare che sono piu figo di tutti . Mi spiace ma hai preso diverse toppe che ti spiego con calma e riferimenti .
      Mi viene da chiederti se hai mai usato un laser a 100 hz . Prima cosa i dati ,come è detto ampiamente sull’audiovideo, i dati del laser nativo a 100 hz vengono riportati a 10 hz al fine di poterli comparare con il gps ( e questo ti è sfuggito ) , secondo non si usano i dATI DEL laser punto per punto in quanto non penserai che anche se è il gold standard , vengano usati i valori grezzi ma una media mobile ( pensa che nel programma originali la media mobile era su base 2,5 sec !!!) che smussa gli andamenti in maniera estremamente marcata ,noi l’abbiamo ridotta a 0,5 sec ( attenzione media mobile ,non media ) . Terzo aspetto il Laser come il gps non prende il baricentro ma un punto del corpo e come puoi notare da molti fimati (anche qui dentro nel BLOG) il punto del corpo è sul tronco ( piu o meno vicino al punto del gps comparabile ) il quale ha un movimento anche nella fase di inversione . Ma la domanda te la faccio io : ma è questo il punto del problema dell’analisi del gps ?? o è solo una puntualizzazione a tutti i costi ( sbagliata come noti dalle risposte ).Se vuoi vedere lo zero , o quasi , devi vederlo nelle azioni lineari , li è abbastanza visibile ( comunque ricordati che il laser quando sei fermo a zero non ci va mai ed è piu impreciso del gps perche prende anche altri movimenti ad esempio se c’è un braccio nella traiettoria etc ) . Finche uno non ci sbatte la testa e non le usi non ti accorgi che la misura non è mai assoluta , ma sottoposta a delle regole che vengono dettate dagli strumenti . Ti farei vedere come è l’andamento della velocità ( o dello spostamento meglio ancora che quello è il dato originale del laser ) per farti capire come vengono fuori i dati , visto che sei andato in Australia prova a fartelo mostrare da loro . ALLA FACCIA DI TUTTI I GOLD STANDARD DELLA MINCHIA , comunque chi voleva una validazione è servito a puntino , 10 soggetti ,velocità distanza e POTENZA vengono descritti in margini di variazione che risulta molto ridotta rispetto ad un altro strumento di misura (non la max precisione !!!!) . Se ti vuoi occupare di queste cose di consiglio di farne un bel po di misure , che in teoria sono tutti capaci , ma la pratica che ci differenzia !!!!!!

      • furli 19 giugno 2012 at 14:13 #

        Ringrazio per la spiegazione approfondita, che nei contenuti ha chiarito quello che non avevo afferrato. Solo non capisco questo tono che oltre a risultare offensivo, è proprio fuori luogo. Di fronte ad una banale domanda poi, dopo aver puntualizzato pure alla fine se mi ero perso qualcosa, ricevo addirittura questa sorta di attacco personale (farcito anche di ironiche sottigliezze, tipo quella dell’Australia).

        Ha più e più volte sottolineato le lacune del sistema universitario in Italia, mettendo in luce proprio il fatto che la testa agli studenti non ce la fanno sbattere sul lato pratico e di fronte ad una domanda di chiarimento lei risponde con questo tono supponente (perché in preda a non si sa quale fobia, ha supposto chissà cosa) e pure incazzato, chissà poi per quale motivo. Vorrei capire poi il “guarda come sono bravo io che ho notato che avete fatto un’errore”. Parla di sottinteso, ma vorrei che mi scrivesse dove lo ha letto. Ho riletto la mia domanda, continuo a non capire dove possa saltare fuori la supponenza di cui parla. Quali toppe avrei preso, quando ho solo domandato? Poi ad alzare i toni sono bravi tutti, soprattutto dietro lo schermo di un computer.

        Io non sono ingegnere, il corso di biomeccanica all’università non lo commento neanche e quel poco che ci capisco di bioingegneria e biomeccanica l’ho assorbito lavorando sulla mia tesi, grazie al mio relatore. Il laser inoltre non l’ho mai utilizzato mentre comprendo il significato di media mobile. Infatti ho domandato, chiedendo pure se mi era sfuggito qualcosa.
        La domanda sorge proprio perché dopo 5 anni di teoria all’università, ho fatto una scelta di provare a fare qualcosa di pratico ed ora devo impostare una serie di progetti e scegliere in cosa investire il mio tempo e denaro. Ma poi non capisco, pensa veramente che se avessi avuto già una spiegazione in mano, avrei perso tempo a puntualizzare/scrivere sul blog tanto per il gusto di farlo?
        La testa sono ben felice di sbattercela, ho deciso di fare un’esperienza all’estero anche perché mi davano la possibilità di smanettare e fare un po di esperienza pratica.

        Bastava rispondere sottolineando l’evidenza del filtraggio, come poi ha fatto in dettaglio. Peraltro “ampiamente specificato” non mi pare proprio, si può però trovare ad onor del vero scrutando nella legenda un “laser 10 Hz” (con un riferimento a piè di pagina non leggibile) ma ascoltando il sonoro non mi pare se ne parli in maniera evidente.

        Mi dispiace ma la grande toppa l’ha presa lei, con queste manie di persecuzione..e peraltro ha perso anche la mia stima come professore (colui che dovrebbe trasmettere le nozioni) con questa risposta anche se tanto non farà differenza dato che io sono lo sbarbatello che passa le giornate a rompere le palle per il gusto di farlo e non ha altro da fare se non criticare (o almeno questo è quello che si evince dalla sua disamina). Mi pareva di aver già chiarito la mia posizione, la sua però è rimasta immutata nonostante la precedente spiegazione.

        Non disturberò più con le mie irritanti domande ma mi rendo disponibile a fare una sottoscrizione retroattiva, nel caso, per il tempo che ha speso a rispondere e volendo anche per le incazzature (anche se quelle però non sono colpa mia..).

        • laltrametodologia 19 giugno 2012 at 20:14 #

          Inizio dalla fine grazie ma la sottoscrizione non farla che te la rimando indietro , se condividevi qualcosa era utile farlo prima , altrimenti ci hai evidentemente presi per un bancomat . Diapositiva 7 del PDF allegato c’è scritto in fondo e si legge benissimo I valori della curva velocità-tempo sono stati ridotti da 100 a 10 Hz per il confronto diretto Laser-GPS , cosi eviti di fare il precisino con me .
          E’ simpatico che mi dici a me che ho 58 anni come ti devo rispondere , dandoti una valanga di informazioni che nessuno si sognerebbe di darti . Avrò le manie di persecuzione , non ho dubbi ,ma tu dovresti anche migliorare la tua educazione, no ? sbagli il tuo approccio , visto che ci siamo fatti il culo magari prima della domanda dire qualcosa come ” però non siete proprio dei coglioni come pensavo ” già sarebbe stato qualcosa . Questo è un altro consiglio gratis , e non dovevi farlo per piaggeria , sarebbe falso ,ma perche ti sembrava un buon lavoro .
          Non dicendo niente hai sottolineato che oltre tutte le cose che avete detto di cui non mi piace nulla ,ora vi dico che … etc etc . E anche nella replica continui a non dirlo e questo evidenzia che il lavoro non ti è piaciuto , quindi se non ti è piaciuto perche dovrei risponderti per bene , visto che nel mondo un altro lavoro cosi chiaro e semplice sui gps a 10Hz e sulla validazione della potenza non lo trovi ( e aggiungo cosi facilmente comprensibile ??) . Se però magari eravamo due autori australiani che so Bob Hills etc li a leggere con maggiore attenzione come avevano fatto !!!
          Altra cosa io non sono il tuo professore ,ma una persona a cui devi del rispetto non fosse altro per l’età che ho , tu sei uno di quelli che siccome hai varcato l’oceano , già credi di avere le stimmate del ricercatore e soprattutto di essere l’avanguardia culturale , prima ancora di aver fatto nulla per meritartelo .
          Per adesso sei di la solo perche la tua famiglia ti ha dato dei soldi e quindi reputati fortunato per questo ,non un avanguardia .
          Ho messo su il blog per comunicare le mie conoscenze e confrontarmi , ma con chi apprezza almeno la base di partenza ,non con chi pensa con una modalità che sinceramente mi irrita forse oltre l’effettiva presunzione .
          E soprattutto hai detto un altra stronzata enorme che mi nascondo dietro al computer direi che forse è il contrario io ci ho messo la faccia su questo blog , tu certo no ( ti ho dovuto chiedere io chi sei ) ; e ricordati che le cose te le dico in faccia anche se torni in Italia , che sei evidentemente un bimbetto viziato dalla famiglia ricca e pensi già di essere sto cazzo e non devi rispetto a nessuno .
          Se vuoi accedere a questo blog, e spero che non lo farai piu ,devi rispettare il lavoro degli altri, che ti danno delle dritte gratis che non senti neanche in Nuova Zelanda ,ne se fai un dottorato in Patagonia
          Noi vecchi saremo sicuramente dei tromboni ma sai quanto devi mangiare per poter avere le conoscenze che ho io e non so neanche se hai l’attitudine e l’umiltà per riuscirci ; perché come spesso accade ai cervelli in fuga che vanno in posti dove non riescono a fare nulla di positivo ne ad imparare nulla ( non so assolutamente se sarà il tuo caso ti auguro di no ) spendendo bei bigliettoni perchè adesso si va vai all’estero perche quando torni tutti ti giudicano solo per questo migliore degli altri , e quanto non è vero ….ma noi italiani siamo dei coglioni esterofili .

          • furli 20 giugno 2012 at 01:16 #

            Per fare ancora il precisino (come sostiene lei) ho infatti scritto che c’è un riferimento a piè di pagina che però non è proprio leggibile nel video.

            La mia educazione?qui ad offendere è stato lei, non io. Io ho solo posto una domanda per chiedere dei chiarimenti. L’italiano è italiano e ripeto che non trovo nulla di offensivo nella mia domanda, poi lei continua a ripetere che ci sono cose che non mi piacciono in questa presentazione, quando io non l’ho mai detto e neanche sottinteso. Ripeto, legga nuovamente la domanda, senza pregiudizi.
            Cosa dovevo scrivere, 6 righe per incensarla, prima di porre la domanda?Non credo che lei abbia bisogno di ricevere alcun riconoscimento da parte mia, in quanto “minus quam merdam” per quanto riguarda l’ambito ricerca (altro che avanguardia culturale e stimmate del ricercatore, non ho capito dove a tirato fuori tutte queste idee su di me..da una semplice domanda) ed ad ogni modo nelle passate occasioni ho SEMPRE ringraziato quando mi ha risposto, e CARTA CANTA (quei pochi commenti che ho fatto su altri post). Ha messo su il blog per confrontarsi (ma solo con chi apprezza..). Chi ha un dubbio (peraltro il dubbio era di non aver capito, come è chiaramente scritto nel mio primo commento) e chiede, non può confrontarsi?Se non lo ritenessi un valido punto per lo scambio di informazioni, scriverei sul suo blog o domanderei?risponda a questa domanda, chissà che poi riveda la sua posizione.

            Poi non ho capito neanche l’accusa di esterofilia, come se pensassi che se un autore è straniero allora è tutto oro colato. Non capisco da dove trae tutte queste informazioni su di me. Neanche mi conosce, ma sa già tutto su di me, sulla mia presunta presunzione e sui miei giudizi. Ancora una volta tutte sue deduzioni, originate poi da chissà cosa.

            Inoltre mi permetto eccome di chiedere un minimo di educazione, dato che io l’educazione e l’umiltà di chiedere l’ho avuta ma lei, dall’altezza dei suoi 58 anni, mi ha appena insegnato come è bene rispondere, attaccando sul personale e asserendo cose senza neanche avere idea di che persona sono, peraltro neanche avessi scritto “ragazzi siete fuori strada, non vedete che la velocità non va a zero”.
            Una bella lezione di vita..grazie, di imparare, come ho già detto, non si finisce mai!

            Inoltre non si permetta mai più di parlare della mia famiglia, dato che non conosce nè la mia situazione familiare nè i sacrifici che io ho fatto venendo qui e che sto tutt’ora facendo.
            Si sta dimostrando veramente disgustoso sul piano personale. Merita rispetto una persona come lei, che si permette di insultarmi con queste risposte? O meriterebbe di dialogare con una persona come lei, che risponde con attacchi personali (senza conoscere la realtà dei fatti) e con insulti? Il rispetto genera rispetto ed io non ritengo di aver mancato in questo, proprio per niente.

            Si rilegga la conversazione poi veda se meritavo delle risposte del genere. Poi pensi anche a come reagirebbe lei, se avesse ricevuto le risposte che mi ha dato sul personale e talmente immotivate da risultare incredibili. Ma tanto sarà più facile tirare dritto, piuttosto che chiedere scusa per un tale frustrato ed immotivato comportamento.

          • laltrametodologia 20 giugno 2012 at 06:00 #

            niente da fare proprio non capisci basta lascio perdere disperato per il tuo disgusto nei miei confronti . Ho imparato che con i viziatelli non bisogna proprio parlare perche manco leggono o anche se leggono non comprendono (ad esempio ho detto PDF diapo 7 non audiovideo !!!!sei un po di coccio ) .Auguri per il tuo dottorato in Australia

  3. furli 20 giugno 2012 at 07:19 #

    Invece è lei che non ha capito. Ero ben felice di poter constatare che i primi dati empirici che ho rilevato bene o male concordano con quanto ha osservato lei. Anche perché in tal modo mi tolgo del rognoso lavoro di validazione da fare. Dato che di cambi di senso o navette non mi sono occupato, ho semplicemente chiesto un chiarimento (quarta volta che lo scrivo) perché non afferravo il significato di quell’inversione a 4-5km/h.
    Io di pdf non ne vedo, c’è solo la presentazione in audiovideo, sarà che non sono sottoscrittore! E infatti ho chiesto chiarimenti..
    E ora mi fa anche ridere il fatto che la risposta che mi ero dato, giustamente, è stata “non può non essersi accorto di quella cosa, DEVO aver saltato qualche pezzo”. L’azione successiva è stata domandare. Da li in poi la sua trafila di improperi, dopo che mi ha tacciato come contestatore (ha fatto tutto lei). E, come pronosticato, le scuse per il suo comportamento e tono (nonostante ampia spiegazione) non sono arrivate, continuando ancora con il viziatello (mi piacerebbe sapere su che base poi).

    • laltrametodologia 20 giugno 2012 at 07:46 #

      forse non ti sei accorto che c’è un altro pezzo di validazione ( 2 parte ) quindi non hai neanche visto tutto , guarda il 2 e magicamente troverai anche il pdf e poi sul filmato si vede benissimo , non so se arriva bene in Australia . Sono cosi generoso che lo puoi leggere anche tu non sottoscrittore !Ti faccio una domanda se non violo la tua privacy , chi era il tuo professore che ti ha seguito nella tesi , se puoi dirmelo ??

      • laltrametodologia 20 giugno 2012 at 07:55 #

        invece hai ragione , il pdf non l’avevo messo perchè uno degli autori doveva fare una tesi lunedi ora mi ricordo ahime l ALheimer ,quindi chiedo scusa (solo ) per questo e per il di coccio,evidentemente il rincoglionito sono io non c’è dubbio .Ora è disponibile per tutti .

s2Member®