Confronto tra primi tempi delle partite di campionato e amichevoli di una squadra professionistica

L'audiovideo è per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Un ben ritrovati a tutti (a quelli simpatici naturalmente, non a quelli che si dilettano con gli avvocati perché non sanno più cosa controbattere, non leggete il blog e provate a connettere il cervello). La 1a conferenza di Reggio Calabria, svolta nella sede della Reggina, che si è tenuta il 12/11/2012 mi ha confermato diverse cose:
1) che in Italia effettivamente le ripetute sui 1000 non piacciono a nessuno;
2) che attualmente si ricorre alla frequenza cardiaca per valutare il carico, in mancanza di altri sistemi, ma si è pronti, se viene spiegato in maniera pratica e diretta, a cambiare sistema di rilevazione che risulta più utile e preciso e che propone mille sfaccettature del modello, come il GPS;
3) che sono ingrassato troppo, anche se stare 4 ore in piedi a parlare non mi è pesato più di tanto;
4) che la parte pratica è necessaria, anche se può essere dispersiva.
La percezione che ho avuto il giorno dopo quando abbiamo fatto una parte pratica e l'analisi dei dati del GPS subito successiva all'allenamento, è stata di una comprensione decuplicata di ciò che era stato detto il giorno prima.
In pratica se il giorno prima avevo seminato macerie sulle convinzioni obsolete dei partecipanti, il giorno dopo abbiamo ricostruito, insieme a loro, ampiamente i parametri a cui fare riferimento per l'allenamento, naturalmente su una base molto più precisa e qualitativa.
Sono contento di aver proprio ieri terminato di rielaborare il PDF sulla base delle 7 presentazioni aperte, che invierò tramite Gebbia e la Reggina ai partecipanti, ed anche il filmato è stato ridotto e pronto per essere linkato.
Nella prossima comunicazione vi riporterò i dati di gradimento del seminario espresso dai partecipanti, nelle varie sfaccettature.

Detto questo, volevo avvisare che il seminario del 3 Dicembre è stato spostato al 10 Dicembre a causa della concomitanza con il posticipo della 1a squadra nel derby con il Crotone.

Visto che c'è stata qualche rinuncia per il cambio data, qualche altro posto si è liberato per quella data, se vi interessa seguite l'evoluzione nelle notizie flash.


Solo due rapide parole per l'audiovideo di oggi che è la prima di due parti riferite al confronto tra i primi tempi delle amichevoli estive, registrate con il GPS, e le partite ufficiali di campionato di Settembre e Ottobre della stessa squadra, registrate attraverso la videoanalisi.

6 Responses to Confronto tra primi tempi delle partite di campionato e amichevoli di una squadra professionistica

  1. yuri fabbrizzi 20 novembre 2012 at 17:44 #

    scusi prof
    a me non riesce scaricare gli ultimi 2 video, dopo un po’ si blocca il download, è un problema del sito o mio perchè altre cose le scarico bene
    ciao yuri

  2. yuri fabbrizzi 21 novembre 2012 at 12:21 #

    ciao
    a questo punto mi sembra di vedere che tra la partita di campionato e l’amichevole cambia poco, quindi i valori che abbiamo dei primi tempi è un valore reale, dovremmo ora trovare dei valori di una partita intera per capire il secondo tempo

    • laltrametodologia 21 novembre 2012 at 12:59 #

      arrivano anche questi , non hanno scampo !!!!! dovranno andare in ginocchio fino a gerusalemme per chiedere scusa delle cazzate che hanno raccontato come scientifiche in questi anni !!!! Per i video credo che sia solo un problema momentaneo tuo

  3. giorgio zito 21 novembre 2012 at 15:59 #

    Complimenti Prof.
    per il nuovo contributo che permette sempre meglio di analizzare cosa succede in campo. Una domanda se puoi rispondere. Come fai attraverso la video analisi a ricavare tutti questi dati ? Che programma usi ? Te lo chiedo perchè non avendo ancora il gps mi piacerebbe provare a fare qualche studio sul Calcio a 5 con questo metodo sempre se è una cosa di semplice attuazione per persone come me che non hanno molta dimestichezza con il computer.
    Un saluto e grazie

    • laltrametodologia 21 novembre 2012 at 16:11 #

      ciao Giorgio , non è che io sia cosi bravo , le videoanalisi sono quelle professionali fatte per squadre di serie A che costano e vengono fatter con 3 videocamere etc . Mi danno il tracciato della posizione del soggetto a 10 hz e da li poi mi rifaccio i calcoli con le modalità simili a quelle del gps , quindi non è utilizzabile a basso o zero costo . Ci sono dell ditte apposite che lo fanno . ABbiamof atto ( stiamo facendo ) con Barnabà e la Ksport dell ing Marcolini la videoanalisi delle partite di basket ma solo a livello di consocenza perche non troviamo chi le paga !!!

  4. Giorgio Zito 21 novembre 2012 at 16:19 #

    Grazie Roberto
    lo immaginavo ma ci ho provato non si sa mai nella vita !!!!
    Un saluto e comunque i complimenti sono sempre validi !!!

s2Member®