2a parte del confronto tra i dati di potenza metabolica delle partite ufficiali e amichevoli di calcio riferiti ai 1^ tempi

L'audiovideo ed il PDF sono per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ve lo dico sinceramente: questo audiovideo ed il precedente sul confronto tra le partite amichevoli ed ufficiali e l'allegato PDF gelosamente riservato solo ai sostenitori da soli ripagano la sottoscrizione al blog.
Senza nulla togliere al resto, con questo documento mettiamo una pietra tombale e definitiva sulle cazzate dei nostri pseudo sports scientists: il calcio è questo, così descritto, il modello è questo e non ci potete fare niente. Avete sbagliato tutto in questi anni usando riferimenti inadeguati, e quindi dovreste sgomberare il campo a giovani e più talentuosi; avete ingannato per oltre un decennio un sacco di operatori basandovi sulla presunzione di essere un'avanguardia culturale che oggi mostra la sua totale inadeguatezza al compito.
Ritiratevi a fare le ripetute sui 1000 m, mentre il mondo va avanti e capisce sempre di più che gli avete raccontato un sacco di fregnacce anche sull'allenamento: mettere fieno in cascina, il carburante per l'inverno, così si corre in primavera, tutte cazzate che vanno bene al massimo sui giornali che si leggono al bar.
La ricerca nel nostro ambito va fatta molto sul campo e poco in laboratorio, conta moltissimo l'intuizione che va poi nel tempo accertata, basta con questi impiegati della ricerca che vanno bene forse per studiare i farmaci.
L'evoluzione del nostro lavoro passa attraverso il riferimento e l'allenamento di ciò che viene sviluppato nella gara e nella partita con gli opportuniti accorgimenti e finezze, intuizioni e anche lungimiranza che chi sta in laboratorio se la sogna!!!
Scrivete pure sulle vostre riviste patinate e beatevi del vostro impact factor ottenuto con studi sbagliati, vi è rimasto solo quello. Mai la distanza tra laboratorio e campo è stata così ampia da quando in laboratorio ci siete voi, presuntuosi senza motivo!!!

4 Responses to 2a parte del confronto tra i dati di potenza metabolica delle partite ufficiali e amichevoli di calcio riferiti ai 1^ tempi

  1. army fucci 24 novembre 2012 at 09:01 #

    Veramente eccezionale il contributo. La foto della partita sta’ diventando sempre piu’ nitida. Complimenti. Grazie roberto.

  2. pietro diana 25 novembre 2012 at 14:56 #

    complimenti….e come dice il prof Fucci….tutto diventa più nitido…grazie ancora!!!

  3. Daniele Nervi 26 novembre 2012 at 15:58 #

    Mi associo anch’io ai complimenti a Roberto per questo audiovideo.Ha completamente rimodellato il Modello Prestativo andando in profondità. Sui dati da lui forniti è possibile quindi costruire delle esercitazioni (anche inserendo la palla secondo me) specifiche che ricalcano il modello del gioco del calcio, anzichè fare della Preparazione Atletica che spesso abbiamo scimmiottato ( ed io sono sicuramente fra questi) per anni. Possiamo quindi costruire e poi “pesare” col Gps dei circuiti specifici dove alterniamo a seconda del modello proposto da Roberto,le varie azioni intense coi propri recuperi (ai watt indicati) per ricreare le situaizoni reali di partita.E pensare che qualcuno ancora non fa la sottoscrizione al Blog per non spendere 20 euro. Ma se solo questo audiovideo ne vale ben di più?E’ l’essenza del nostro lavoro.Ancora tanti complimenti a Roberto.Ciao a tutti.

  4. giorgio zito 27 novembre 2012 at 19:24 #

    Complimenti Prof.
    un lavoro senza precedenti !!!! Hai ragione questo ha una valenza enorme però adesso come facciamo con l’Impact Factor !!!! Ah ah ah
    Bravo Roberto un saluto

s2Member®