Il sistema Benevento: 2a parte (Fucci-Bovienzo) e due parole sul seminario di Verolanuova


L'audiovideo è per tutti mentre per i sotenitori del blog c'è il Pdf che contiene la presentazione ,in modo da poterle leggere e studiare con maggiore attenzione e visibilità, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Visto che ho già presentato la volta scorsa il seminario di Benvento, due parole (già nella nota comunque) sul seminario di Verolanuova che si è svolto lunedì scorso. E dire che ci avevamo pensato bene a scegliere la data insieme all'amico Daniele Nervi che ha organizzato l'evento in loco (che voglio ancora ringraziare per la sua silenziosa ma efficace organizzazione): siamo ormai prossimi alla primavera quindi... Manco a dirlo si è scatenata una tempesta di neve tra domenica e lunedì che ha imbiancato tutto il nord, causando parecchi disagi alla circolazione, ma nonostante tutto solo 5 hanno desistito, gli altri, con qualche aggiunta dell'ultima ora, si sono presentati puntuali, anzi anche molto prima dell'inizio, dandoci anche l'opportunità di conoscersi e di farsi conoscere anche da me.
Infatti molti erano i sottoscrittori intervenuti (l'80% dei presenti) e di questi, circa un terzo già lavora con i GPS.
Quindi erano presenti quasi tutte le persone che ormai conoscono il sistema ed i suoi presupposti.
Il mio tentativo, spero riuscito, è stato quello di dare veramente delle informazioni fresche, proprio sulle applicazioni che il calcolo della potenza metabolica proposto dal prof. di Prampero ha prodotto in questi 18 mesi, facendo solo dei piccoli richiami a qualche elemento di base e rimandando al blog per ogni circostanziato approfondimento su ciò che costituisce le fondamenta di questo sistema di calcolo e le sue applicazioni sul campo.
Nella seconda parte sono rimasto molto contento delle domande che mi avete posto, che mi hanno consentito di argomentare sulle vostre esigenze, cercando di darvi con numeri e casistiche le mie motivazioni e soprattutto il percorso di scelta, elemento chiave per un buon allenatore che ogni giorno è costretto a compiere delle scelte importanti nella costruzione dell'allenamneeto in rapporto alla squadra che ha e agli avversari che troverà ogni "maledetta" domenica.
Questa volta ho dimenticato il questionario di gradimento, ma mi farebbe piacere ricevere i vostri feedback direttamente sul sito, ma vi chiedo di sottolineare soprattutto le cose che non vi son piaciute, cosa avreste voluto sentire: i complimenti fanno piacere e se è andata bene non ometteteli, per carità, si vive anche di quello, ma aggiungete senza alcun timore anche le cose da migliorare (tante tessere, posti di lavoro e voti non li potete avere da me quindi...). Senza questo uno si piace tanto, ma si ferma il miglioramento. Grazie a coloro che lo faranno.
Naturalmente rimanete in attesa, la prossima settimana priam di Pasqua vi invio sia il PDF della relazione che i filmati completi, se qualcuno non li ricevesse, scrivetemi, ma aspettate dopo Pasqua per lamentarvi!!!

4 Responses to Il sistema Benevento: 2a parte (Fucci-Bovienzo) e due parole sul seminario di Verolanuova

  1. enzo vecchione 23 marzo 2013 at 19:42 #

    Complimenti Armando per il lavoro prodotto con il vostro settore giovanile. Tutto molto chiaro su quello che proponi per raggiungere un “abito” che sia sempre più aderente alla prestazione. Partecipare ai tuoi Convegni è il massimo vale più di tanti corsi di aggiornamento sterili e lontano dai lavori
    da campo…
    Un saluto Enzo

    • ArmadoFucci 23 marzo 2013 at 22:10 #

      Grazie di cuore Enzo. Complimenti fatti da un professionista come te, fanno enormemente piacere.

  2. fabrizio tafani 26 marzo 2013 at 18:27 #

    grande Armando hai portato un enorme contributo alla nostra causa…un grande abbraccio pieno di stima!!!!!

  3. Armandofucci 27 marzo 2013 at 09:36 #

    Grazie Fabrizio, ma come ben sai é una cosa che stiamo facendo insieme con tanta passione e partecipazione :
    “Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”. ( Ezra Pound, poeta e saggista statunitense).

s2Member®