Tafani: esperienza sul campo di monitorizzazione di esercizi metabolici con la palla tramite GPS

Oggi l'audiovideo è prodotto da Fabrizio Tafani preparatore fisico in serie A con il Siena quest'anno, con cui svilupperemo il seminario di Cadelbosco del 1 e 2 Giugno con anche una robusta parte pratica, ed è il resoconto di una sua relazione svolta a Chieti dove ha voluto sottolineare la grande novità introdotta nel monitorare l'allenamento, soprattutto calcistico, con il GPS e con la potenza metabolica e tutti gli altri parametri della sinottica.
La prima parte è dedicata ad una rivisitazione di concetti e dei parametri pregnanti che posso essere valutati solo ora con questo strumento e contiene già alcuni monitorizzazioni di esercitazioni tecnico-tattiche. Nella seconda parte ce ne saranno molte altre e originali, nel senso che non ci sono analisi comparabili con quanto riportato da Fabrizio. Ormai la strada sembra segnata per il preparatore che sempre di più dovrà essere competente di calcio, altrimenti rimarrà ai margini a fare cose slegate dalla realtà di questo sport. Questa prima parte è per tutti, mentre la seconda con anche il PDF sarà solo per i sostenitori del blog. Va ascoltata con molta attenzione e competenza tecnica per capire bene l'essenza del lavoro proposto che ripeto è unico attualmente.

2 Responses to Tafani: esperienza sul campo di monitorizzazione di esercizi metabolici con la palla tramite GPS

  1. angelo iannaccone 23 maggio 2013 at 16:10 #

    Fabrizio ti faccio i complimenti per la prima parte della presentazione…grazie per avere portato la tua esperienza di una società di serie A a tutti!!!
    Volevo chiederti se le due proposte di lavoro che hai descritto nell’ultima parte della presentazione, oltre ad avere una valenza tattica (e quindi accordate parallelamente con il mister e il resto dello staff tecnico), per quel che riguarda la valenza fisica:
    – in quale giorno del micro-ciclo settimanale e in quale momento della seduta le poni?
    – di solito bastano a sviluppare un volume di lavoro sufficiente o vanno “integrate” con altri mezzi e contenuti (caso mai a “secco?)
    – hai anche qualche valore sugli esterni di fascia?
    Ti ringrazio in anticipo e ti rinnovo i miei complimenti per la tua professionalità!!!!ANGELO…

    • fabrizio tafani 25 maggio 2013 at 07:52 #

      ciao Angelo,
      ti ringrazio per la stima e per i complimenti
      in merito alle tue domande inizio rispondendoti che i lavori di possesso palla venivano proposti solitamente il martedi mentre le esercitazioni con uno scopo tattico ben definito trovavano maggior spazio nella giornata di mercoledi.
      In merito alla seconda domanda e sul fatto che da sole bastino anche per ottenere un sufficiente carico fisico dipende essenzialmente dalla durata dell’esercitazione, dagli spazi, da quanti obiettivi tattici è composta,eccc….ma soprattutto da quello che si fa prima/dopo tale esercitazione;nella seconda parte del mio audiovideo troverai alcune esercitazioni sia a secco che con palla che possono essere eseguite insieme a delle partite tattiche.
      Per quel che concerne gli esterni troverai sempre nel secondo audiovideo molte rilevazioni…..però ricordati che gli esterni in un 4/4/2 fanno uno sforzo che è assai diverso agli esterni di un 3/5/2….e che non è uguale a quelli di un 3/4/2/1….
      Spero che le mie risposte abbiano chiarito e risposto in modo adeguato alle tue domande;
      per qualsiasi cosa sono a tua disposizione…
      un abbraccio

s2Member®