Dopo Cadelbosco altri due momenti di aggiornamento: il 22 e 23 Giugno ad Oristano per ‘all. funzionale ed isoinerziale’ con Colli, Pinna e Ripamonti e sulla pratica del GPS con Colli e Max Marchesi


Si è conclusa domenica verso le 13:30 la due giorni di Cadelbosco, con la presenza di 90 persone che hanno gremito la sala, ma soprattutto hanno fatto mille domande alle quali abbiamo cercato di dare delle risposte basate sia sui dati che sulle nostre esperienze. Abbiamo sentito una forte empatia ed interazione con i seminaristi cogliendo anche in loro una vena di novità, stupore ma anche soddisfazione per questa nuova strada intrapresa. Crediamo che la chiave di volta di tutta questa grande partecipazione all'evento sia stata la parte pratica svolta con i GPS, le esercitazioni e le successive letture dei dati immediati del GPS e della frequenza cardiaca sincronizzata, che ha convinto tutti che la FC ha enormi margini di imprecisioni.
Le spiegazioni poi della modalità di analisi dei dati della tavola sinottica del software hanno aiutato tutti, soprattutto quelli che già ne erano in possesso, ma ha creato grandi aspettative a quelli che ancora non li hanno. Ora tutti rimangono in attesa dei filmati e dei PDF delle relazioni.

Intanto non si ferma l'onda della rivoluzione della potenza metabolica: il 22 e 23 giugno in Sardegna ad Oristano, organizzato dal Sardegna Sports Lab, svilupperemo una parte pratica sul GPS e sulla conseguente lettura dei dati. Lo svilupperanno insieme Colli, Max Marchesi e Diego Longo, preparatori da diversi anni in Qatar che quest'anno hanno applicato la tecnologia dei GPS ed il nostro software ai loro giocatori negli allenamenti e anche nelle fasi di ripresa agonistico dei loro calciatori dopo un infortunio.

Il giorno prima, per non farci mancare niente, sempre in Sardegna, il prof Colli farà un'analisi storico-pratica sull'allenamento funzionale insieme al Prof Marco Pinna; alla fine, spazio verrà dato all'allenamento isoineriziale che verrà analizzato e proposto in pratica sempre dal prof Colli insieme al prof Simone Ripamonti: l'allenamento isoinerziale a corpo intero può infatti rappresentare idealmente un punto di arrivo appunto della ricerca della funzionalità specifica. Potete leggere la locandina cliccando sul link

Brochure Oristano SSL_22-23 Giugno 2013

Un'altra iniziativa ancora, ormai già da un paio di settimane in circolazione tra Facebook e sito AIPAC regionale Emilia, verrà sviluppata tra gli altri da Armando Fucci e mister Pasquale Bovienzo del Benevento calcio, che da oltre un anno si cimentano nel lavoro metabolico con palla controllato dal GPS ed hanno già sviluppato su questo argomento un seminario completo a Benevento e molti audiovideo sul blog.

Ad essi si unirà anche il nostro Prof Dario Pompa, che è presente a tutti i congressi possibili dove si parla di condizionamento nel calcio, ma stavolta in qualità di relatore che metterà in rapporto la frequenza cardiaca (non credo proprio per esaltarne la precisione) alla potenza elaborata dal GPS durante vari tipi di esercitazioni specifiche; tutto questo oltre ad una relazione interessante su alcune riflessioni ed esercizi per l'allenamento del portiere di calcio.
Pur non avendo alcun ruolo in questo seminario, credo sia importante che il blog sia vicino a tutte queste iniziative che mirano ad uscire dalle secche della metodologia tradizionale ed obsoleta e soprattutto a fornire nuovi spunti di riflessione e conoscenza agli operatori del settore, che consenta loro di ragionare con maggiore modernità anche per un cambiamento profondo del loro ruolo.
Cliccando qui sul link avrete la brochure completa dell'incontro di Bologna organizzato in primo luogo da Luca Scordo.

https://www.facebook.com/events/155239707989598/

 

4 Responses to Dopo Cadelbosco altri due momenti di aggiornamento: il 22 e 23 Giugno ad Oristano per ‘all. funzionale ed isoinerziale’ con Colli, Pinna e Ripamonti e sulla pratica del GPS con Colli e Max Marchesi

  1. Daniele Nervi 3 giugno 2013 at 18:45 #

    Dopo questa 2gg di Cadelbosco voglio confermare che la nuova strada intrapresa è sicuramente quella giusta e ci porta nel futuro della preparazione fisica nel calcio.I vari relatori (Colli,Tafani,Marra e Savoia) ha presentato dati come sempre interessantissimi, molti dei quali assolutamente inediti.La parte pratica è stata il pezzo forte della 2gg.Esercitazioni sul campo monitorate,pesate col Gps Qstarz e poi analizzate e sviscerate col software Lagala-Colli.Queste analisi hanno mostrato quanto sia importante l’utilizzo di questo nuovo strumento. Saper leggere/interpretare i dati della sinottica, senza soffermarci solo su un dato, ma farli intrecciare fra di loro per capire quale “peso” ha avuto realmente quell’esercitazione ed eventualmente dove modificarla.Concludendo, alla faccia di quelli che vogliono tarpare le ali a Roberto (ma inizia a diventare dura anche per loro, visto quanti parlano ora di Potenza Metabolica e cominciano a capirne l’importanza ) lui prosegue inperterrito con i suoi collaboratori e quelli che come me credono in lui (facendogli magari notare quando esce dal “seminato”). Complimenti ancora a tutti i relatori ed alla prossima. Un caro saluto a tutti.

  2. simone forlani 4 giugno 2013 at 09:02 #

    2 gg a Cadelbosco di altissimo livello, dove è stata spiegata e dimostrata, almeno secondo il mio modestissimo parere, la strada per fare CALCIO VERO. complimenti al prof. e ai relatori. Avanti in questa direzione.

  3. aldo 4 giugno 2013 at 11:53 #

    La certezza dell’altissima qualità dei relatori (finalmente non cravattari come i vari medici dello sport che di allenamento non capiscono una cippa), secondo me era prevedibile. Credo che ognuno di noi difende queste idee in maniera consapevole. Non abbiamo bisogno di slogan o di pubblicità referenziali, per credere in questa altrametodologia. I fatti parlano chiari, ed i nostri relatori ce li hanno sbattuti in faccia già da qualche tempo.
    Un altro aspetto MOLTO importante, che forse se ne parla poco, è stata la fotografia del clima instaurato tra tutti noi ragazzi partecipanti: ho notato finalmente la voglia di liberarsi di certe zavorre che da tanto tempo ci portiamo addosso (università che non ci formano, convegni che ci disinformano, studi fatti sui topi, ecc.).
    Ho notato giovani, adulti ed esperti del settore parlare tutti la stessa lingua dell’allenamento condividendo le proprie idee, i propri dubbi e le proprie difficoltà logistiche incontrate sul campo, in maniera costruttiva e formativa. nessuno si tirava indietro nel condividere il proprio pensiero perchè il clima era condito dalla voglia di imparare.
    Io ho imparato tanto e CRESCO ogni qual volta il prof. organizza queste giornate.
    Spero di poter ri-condividere con tutti voi queste giornate all’insegna della formazione.
    GRAZIE A TUTTI

  4. Davide Sganzerla 8 giugno 2013 at 10:09 #

    si assolutamente due giorni altamente formativi, da ripetere sicuramente…
    avanti cosi e grazie ancora ai 4 relatori

s2Member®