Sollevamento pesi e calcio: basta strumentalizzare!!!

http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/Brasile2014/2014/articoli/1023807/prandelli-muscoli-e-pesi-per-vincere-il-mondiale.shtml

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi riprendo a fare un audiovideo perché la notizia è troppo ghiotta: calcio e sollevamento pesi! Ora io spero che ci sia stata una strumentalizzazione di chi vuole a tutti i costi far apparire il sollevamento pesi e soprattutto la federazione e chi la comanda, per farla uscire sulle pagine dei giornali, così come abbiamo tutti letto penso che facendo il corso FIPE vi vale quasi come 3 anni di scienze motorie (e non è vero!).
Spero veramente, non per me - che non me ne pò fregà di meno - ma per le nuove generazioni, che purtroppo guadagnano all'ora meno di una badante rumena (e già sono fortunati chi ha un lavoro), che ormai veramente tutto si fa per il proprio piccolo orticello e per apparire. Non si dice che la FIPE ha portato un atleta per il rotto della cuffia ripescato alle olimpiadi, ma la FIPE fa l'ente di promozione sportiva con lo status di federazione, nel senso che promuove se stessa e la sua immagine di continuo allargandosi su tutto, anche sul fitness, e nessuno dal "NUOVO" CONI gli dice nulla, anzi promuove il suo presidente al ruolo di collegamento tra istituto di scienza dello sport e scuola dello sport, che continua tristemente a fare quei corsi aspecifici di 4° livello e di preparatori fisici di tutti gli sport di scarsissima qualità, di nessuna specificità e a costi pazzeschi verso cui vi invito caldamente a non abboccare perché oltretutto non vi danno NESSUN riconoscimento (chi si ricorda il 4° livello della FIPE garantito dalla stesso presidente URSO??? carta straccia...)

Io spero che quelli del calcio, si accorgano di essere manipolati e ragionino di quanta differenza esiste tra lo sviluppo della forza e la disciplina del sollevamento pesi (che non è la patria della forza, (come non lo sono i culturisti) ma appunto dei pesi da sollevare sopra la testa piegandosi). Non è un caso che la FIPE è andata a far lezione ai preparatori fisici: si vede proprio che chi dirige la didattica di Coverciano con l'allenamento non c'azzecca proprio niente e non ha memoria storica di cose trattate oltre 30 anni fa, come le ripetute sui 1000 m. Sembra che per queste persone la storia della metodologia dell'allenamento non esista...

2 Responses to Sollevamento pesi e calcio: basta strumentalizzare!!!

  1. marco oneto 22 gennaio 2014 at 19:46 #

    Caro Prof
    siccome sono ormai “datato” anche io, credo che il grande problema del nostro settore (Preparatori and C.) sia l’ incoerenza e la non volontà di provare a proporre attività “semplicemente specifiche” cercando ovviamente di ragionare su quali esercitazioni siano il più possibile “sovrapponibili” a ciò che accade in gara.
    Con tutti i recentissimi “tuoi-vostri” dati che abbiamo a disposizione, con tutti gli esempi a livello internazionale con i quali possiamo confrontarci (calcio inglese, spagnolo, olandese….) è possibile ancora sentir parlare di 1000m, di presse, di leg extension di elettrostimolatori, di riempire serbatoi???
    Con tutte le pubblicazioni autorevoli delle quali possiamo usufruire (validate ovviamente…!!!) come possiamo parlare di “porzioni di corpo” da allenare come se ogni massa muscolare fosse una struttura messa li per caso, o parlare di alattacido o lattacido pur sapendo ormai tutti e benissimo che praticamente tutto nel calcio è lattacido o alattacido , o anaerobico o aerobico contenporaneamente…!!!
    So di non essere troppo scientifico in questa mio commento ma mi piacerebbe davvero un giorno poter discutere tra noi addetti al lavori di come organizzare allenamenti tenedo veramente conto di come il si comportala “testa” ed il corpo di un calciatore durante la sua prestazione in gara e per addetti intendo in primis gli allenatori che dovrebbero forse “sapere un po’ di più di preparazione” e noi “allenatori fisici” un po’ più di calcio..!
    Dico ciò serenamente sperando che nessuno si offenda e sapendo benissimo almeno due cose con certezza: 1° di essere un modestissimo allenatore fisico e 2° che se vanno male un paio di partite sono a casa quasi certamente perchè la squadra non corre…!!!!!

    Grande Prof e grazie per i tuoi puntuali e, purtroppo per qualcuno, pungenti contributi..!

  2. yuri fabbrizzi 26 gennaio 2014 at 13:01 #

    buon giorno
    forse sono andati ad affinare la tecnica per qualche esercitazione tipo tirate al petto o qualcosa di altro che comunque viene usato anche in squadre da dove provengono alcuni giocatori della nazionale, magari vogliono proseguire un discorso già iniziato dagli atleti, penso sia non sicuro lavorare ad un mese dal mondiale con metodi e mezzi mai sperimentati
    un preparatore della nazionale a mio avviso dovrebbe confrontarsi con ogni preparatore di squadra che offre giocatori alla nazionale e capire il tipo di lavoro effettuato e dargli una continuità perchè sennò si possono fare i danni…anche se lavorando a corpo libero o con semplici attrezzi che aiutano la coordinazione grossi danni non si fanno, ma questa è un’altra cosa visto che non so come lavorano
    per quanto riguarda il vincere i fattori ambientali con la forza spero sia l’introduzione del giornalista che come al solito spara alto
    per quanto riguarda la prevenzione infortuni con i pesi, mi sembra dura…già si fa fatica a prevenire con instabilità e movimenti di tutti i tipi ed in tutti i tipi di terreno, figuriamoci con un movimento lento e vincolato, tutto il contrario…
    ciao!!!

s2Member®