Ancora sulla imprecisione della FC per determinare il carico e la sua dissociazione dal Vo2 nel tempo

Oggi voglio rispondere a delle richieste che mi sono state fatte a Cambiago su cui non sono stato molto approfondito per mancanza di diapositive disponibili al momento e di tempo :cerco di rifarmi oggi . Il mito del rapporto indissolubile tra Vo2 e FC è poco attendibile quando le prove si prolungano oltre 5-6 minuti , capisco che per qualcuno è come scoprire che la propria moglie ti fa le corna , ma ahime la pratica da campo di qualche decennio suggerisce proprio questo . Ancora di piu oggi che disponiamo di strumenti che ci consentono con molta piu precisione di vedere la potenza che esprimiamo nel tempo , è controproducente per chi fa il nostro mestiere aggrapparsi a dei falsi miti , sarebbe meglio ridimensionarli .
Quindi l'analisi fatta in contemporanea tra metabolimetro , Gps e frequenzimetro durante test di durata sia a velocità costante che intermittenti , come vedrete qui , ci aiuta molto a capire queste cose , ed il "polso di ossigeno " che si ricava facilmente è l'indice piu semplice per verificare una volta per tutte questa perdita di linearità . Chiedo scusa ma durante l'audiovideo per l Alzheimer galoppante non mi ricordavo che si chiamava polso di ossigeno , vi prego di perdonarmi ma l'età avanza .....

Comments are closed.

s2Member®