L’errore della posizione e la precisione della velocità nei GPS: testiamolo con il Laser Scanner

Questo audiovideo, a cui ne seguirà un altro ancora su questo argomento, credo possa essere molto utile per rendere esemplificativo quello che è stato detto dall'Ing. La Gala nei due precedenti contributi.

In pratica si esemplifica ulteriormente, tramite dei dati sperimentali misurati con un nuovo strumento di validazione il Laser Scanner, il fatto di come l'errore assoluto di posizione del GPS influenza in minima parte la velocità calcolata.

E qui si riportano diversi dati sperimentali che testimoniano numericamente come già dichiarato con altri sistemi di validazione come il Laser e il metabolimetro, come l'errore di misura della velocità e soprattutto della potenza calcolata dai nostri algoritmi, che si basano sulla teoria della potenza metabolica introdotta da P.E. di Prampero, non superi il 2%.

La cosa bella e che i soliti colleghi chiaccheroni che parlano per sentito dire possono essere del tutto smentiti e soprattutto da tutti quelli che usano i GPS, con dei dati verificati tre volte con tre sistemi diversi.

Comments are closed.

s2Member®