La nuova sinottica ed i suoi dati suddivisi per ruolo

L'audiovideo ed il PDF  sono solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.

Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi vi riporto sia il controllo della sinottica rispetto ai dati dello scorso anno, qualche piccola ma significativa variazione c'è (anche nel metodo dell'analisi), e visto che me lo avete chiesto con insistenza, la suddivisione per ruoli con un po' di ragionamenti appresso, che saranno seguiti dall'analisi dell' impegno fisico per moduli di gioco (la prossima).

Se qualcuno ancora non lo sa, abbiamo aperto una pagina di discussione su facebook a cui tutti coloro che sono in regola con la sottoscrizione al blog possono iscriversi , richiedendolo sulla pagina stessa che si chiama laltrametodologia, oppure inviandomi un'email. Se non vi iscrivo vuol dire che non siete in regola con il pagamento, e immaginate solo quanto tempo ci vuole a preparare questi audiovideo. Se non ci sostenete, fra un po' chiudiamo e ritorna il pensiero unico, e tornate alle ripetute sui 1000 m e a sentir dire che la squadra non corre per colpa vostra!!!

5 Responses to La nuova sinottica ed i suoi dati suddivisi per ruolo

  1. Ermanno Ciotti 10 settembre 2014 at 08:59 #

    Sono piuttosto sorpreso dai valori così alti del centrocampista centrale e sinceramente faccio fatica a spiegarmeli avendo in testa come modello un ruolo di continuità di corsa, ma di non così alte intensità…

    • laltrametodologia 10 settembre 2014 at 21:39 #

      credo che i dati di confronto di ruolo gia facciano capire cosa succede non parliamo di potenze elevate ma di spazi laterali e movimento continuo oltre i 20 watt e soprattutto scarso recupero passivo . Comunque ci sono altri dati piu approfonditi che spiegano ancora meglio , se faccio in tempo proverò a metterli insieme anche come curiosità , come fare un elenco per giocatore senza nominarlo delle potenze erogate

  2. yuri fabbrizzi 10 settembre 2014 at 19:22 #

    la prima domanda
    quando dice che i valori sono cambiati rispetto all’anno scorso e che noi ci adeguiamo, intende dire che la squadra cambia tipo di allenamento per adattarsi a questi parametri?
    se così è, è giusto farlo?magari è la tipologia di gioco che fa la differenza nei valori, esempio possesso palla rispetto ad un gioco di rimessa
    se ho capito male niente
    poi sempre li vado a cadere, quei valori diversi spiccano di più quando gli avversari vincono?
    ci sono differenze tra squadre di fascia a e squadre di fasce b e c così per generalizzare?
    grazie
    yuri

    • laltrametodologia 10 settembre 2014 at 21:46 #

      rispondo solo alle domande le riflessioni sono gia un vostro pensiero : i dati della sinottica si sono (poco ) modificati ,li metto domani fuori in modo che abbiate i riferimenti piu moderni , non mi sembra che cambino piu di tanto quello che dobbiamo allenare .
      Ricordo che sono dati di giocatori di serie A e come tali valgono , tra l altro filtrati dalla visone di partite giocate sempre con la stessa squadra . Ognuno deve farsi il suo modello adatto per categoria ed eta dei giocatori e fare riferimento a quello . Se poi si fa lo sforzo di mettere insieme i dati per poi sottoporli anche all’attenzione degli altri , come in qualche situazione giovanile e di categoria è stato fatto , ben venga .
      Per le altre domande , io sto cercando di volgarizzare il tutto partendo sempre da la visione di diversi parametri tra cui il modulo,il possesso ,il tipo di gioco e tutto quello che il database mi consente . Ogni giorno vedo qualcosa di nuovo e lo comunico .
      Quello che emerge sempr è che la variabile fisica è in fondo alla scala “alimentare ” del calcio ,dipendente da tutti i parametri elencati precedentemente , quindi se ne parlasse di meno perchè abbiamo visto che le impressioni sono del tutto sbagliate ,mentre per molti la preparazione fisica è diventata la scusa per tutto .

  3. yuri fabbrizzi 10 settembre 2014 at 20:01 #

    la seconda è più una riflessione
    intanto sono d’accordo sul fatto che i recuperi passivi ridotti, permettono il RIPOSIZIONAMENTO della squadra, e ripeto perchè forse l’avevo già detto che i giocatori più tatticamente abili molto probabilmente hanno i rec pa<ssivi più bassi
    per quanto riguarda i ruoli vorrei capire se in un 3 5 2 il quinto è considerato un esterno o un terzino, perchè in quel modulo, io riscontro sempre valori di potenza nettamente più alti rispetto agli altri ruoli
    in generale cmq anche nel 4 3 3 o 4 3 1 2 o 3 4 1 2 ho sempre valori più importanti negli esterni o terzini
    secondo me e sicuramente non è così, in serie c, si tende cmq a fare andare i terzini anche ben oltre la metà campo, anche fino al cross sul fondo, questo perchè anche in caso di perdita di palla è difficile trovare un avversario che in pochi attimi riesce a lanciare 50metri ed a trovare lo spazio vuoto lasciato dalla squadra,
    mentre se si comincia a salire di categoria spesso si tende a bloccare gli esterni difensivi perchè la casistica sopra citata aumenta notevolmente, i cambi di gioco sono più veloci e precisi etc
    tutto questo in fase di possesso comporta che il centrocampista centrale si debba far vedere più spesso per giocare la palla e che magari ci sia una fase di possesso sterile sotto la linea di metà campo ma che costringe il c centr ha dover girare palla ed andarla a riprendere
    spero si sia capito, si entra un pò nell analisi tattica con questa distinzione per ruoli

s2Member®