Author Archive | laltrametodologia

Front e back squat e dintorni a confronto ( Colli Lucarini Lopetuso)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ultimamente la mia attenzione è caduta su alcune figure che vengono girate per Facebook sopratutto dove vengono abbinati gli esercizi di squat ( back e front in questa parte )e le sue varianti soprattutto a un lavoro enorme sui glutei . Riporto in quest articolo una parte di lavoro che stiamo facendo con Luigi Lucarini e Giuseppe Lopetuso che da indicazioni molto diverse su questi esercizi e tra l'altro collima molto con quello che personalmente ho visto in quasi 40 anni di lavoro . Successivamente confronteremo queste azioni con altri esercizi tipo lo squat overhead e lo stracco da terra e cercheremo di toglierci altre curiosità valutando cosa succede con carichi diversi , con esecuzione balistica o finendo sull'avampiede .E poi se riusciamo analizzeremo la "grande novità" del Goblet Squat

Dagli affondi cari a Tito Boeri a quelli per sportivi ( a cura di Lopetuso_Colli)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

A volte sembra incredibile come si dia a certi esercizi molto blandi una valenza per sportivi . Tutto torna nel momento in cui volgiamo avere un approccio soft , che di fatto può andar bene agli anziani come me ( e quindi il riferimento a Tito Boeri e all'INPS mi sembra d'obbligo ma quando parliamo di sportivi che svolgono anche prestazioni di alto livello la ginnastichina ha poco effetto , se non quella di ingraziarseli e non dargli fastidio . Per il miglioramento prestativo sono convinto che ancora non si siano esplorate tutte le strade per aumentare la performance della nostra muscolatura ,vengono ancora battute solo le strade del grande sovraccarico ( necessario in una fase di costruzione , ma da usare con molta piu accortezza nello sviluppo della performance ) e chi fa questo si definisce esperto della forza , dimenticandsi che la forza ha diverse espressioni di erogazione e che quelle esplosive e reattive sono le piu presenti in quasi tutti gli sport di squadra ad esempio . oppure ci sono gli esperti di alzate olimpiche che hanno una tecnica sopraffine , ma tale tecnica è completametne inutile agli sport di squadra , visto che non ci sono fasi balistiche . Allora la strada è quella della postura , dove i movimenti vengono svolti a bassa intensità , possono avere uno scopo in fase riabilitativa ma per uno sportivo diventano un semplice riscaldamento e non hanno alcun effetto sulla loro performance . Voglio ringraziare Lorenzo Verrigni e soprattutto Giuseppe Lopetuso per il grande lavoro che stanno svolgendo che ci consente di sviscerare a fondo tanti esercizi e soprattutto le loro varianti , che è il vero pane per chi opera con sportivi di buon livello

EMG nei jump in alto e in lungo

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Debbo fare una forte autocritica verso la mia miopia nei confronti dei jump in lungo , da sempre oscurati nella mia mente dai salti verticali . Di fatto la presenza di pedane che registravano unicamente la forza verticale negli anni 70-80 mi ha portato , di rimorchio ai grandi studiosi del tempo ( altra pasta rispetto ai quacuaracquà attuali ) , a valutare solo ciò che accadeva in verticale . Oggi ho l'opportunità , grazie anche ai miei collaboratori Dario Pompa e Luigi Lucarini , di poter cominciare a porre rimedio a questa mia enorme carenza . Questo audiovideo darà la stura a tante altre cose su questo argomento che non avete idea ......

Grassadonia : un esperienza sui principi di gioco ,modelli prestativi ed esercizi nelle categorie giovanili

Oggi un bell'audiovideo con tanto di animazioni degli esercizi da parte di Gabriele Grassadonia , che lavora con il settore giovanile nel calcio e ci da un idea di come monitorare ed utilizzare il modello prestativo delle proprie squadre giovanili e valutare le esercitazioni tecniche e tattiche a cui vengono sottoposti i giocatori . In particolare l'analisi dei dati viene fatta approfondendo la componente metabolica e quella neuromuscolare . Ringrazio Gabriele anche perchè mi aveva presentato un audiovideo biblico di 90 minuti , ma poi in due mesi è riuscito a restringerlo rendendolo più snello e anche molto più fruibile , centrando meglio l'analisi su alcune esercitazioni che potranno dare lo spunto ai lettori del blog per ulteriori propri approfondimenti sulle loro squadre . Mi sento solo di dire attenzione a non specializzare eccessivamente sui moduli di gioco i giovani giocatori ...............

TOSCHI : Analisi delle fasi di gioco nei ruoli tramite gps e app tattica (2 parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.


Ecco la seconda parte dell'articolo di Toschi condita da una robusta serie di osservazioni per ogni ruolo ,utili e che danno sicuramente molti elementi su cui ragionare ed anche eventualmente indirizzare la propria analisi con gops ed App Tattica .Ringrazio Gabriele per l'impegno profuso e per l'ingente quantità di dati analizzati che sicuramnete stimoleranno molti pensieri .

s2Member®