Archive | audiovideo privati

Esercizi Monopodalici (1 parte)

(by Christian Casella) Nel video soprastante vengono visualizzati alcuni esercizi che riprendono in parte il gioco della campana eseguito in monopodalico. Il primo esercizio può essere effettuato velocemente o con delle pause, come nel video, per soffermarsi maggiormente sulla stabilità dell’arto inf. Si possono introdurre delle varianti, quali, colpo di testa, torsioni di 90°, alternanza arti inf., etc. Continue Reading →

La soglia anaerobica (3): un test riadattato ma utile per impostare l’allenamento

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Eccoci alla 3a parte della soglia dove finalmente cominciamo a dare quelle che per me sono state delle soluzioni necessarie per gli sport di endurance: ho applicato questo protocollo per impostare il lavoro di kayakers, ciclisti stradisti e pistard, canottieri, pochissime volte invece per maratoneti o similari ma sapete che a me quelli dell'atletica leggera non stanno poi così simpatici. Il test proposto NON serve per gli sport di squadra, può essere utile a questi sport invece capire un po' meglio come può essere letto l'acido lattico durante una partita: se io ho 7 mM dopo 5 minuti e li tengo per tutto il primo tempo forse dopo questo risulterà quantomeno più intuibile che NON ho svolto un lavoro lattacido. Così forse, ma spero di poter essere più preciso in futuro, la pianteremo con i lavori lattacidi negli sport di squadra, i 150 o addirittura i 300 metri al 90% del massimo, la cui dannosità negli sport di squadra è quasi più elevata delle ripetute sui 1000. Continue Reading →

Le bugie dello Yo-Yo Endurance Test

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Penso con questo si possa ulteriormente chiarire che tutto l'uso dei test massimali negli sport di squadra non sia certamente utile ai preparatori ma solamente agli sport scientists per fare i loro lavori e pubblicarli aumentando il loro impact factor. C'è chi lo Yo-Yo lo ha validato in tutte le salse... ma validato cosa???

Tabella costo energetico navetta sui 20 metri: rivediamola insieme

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

tab intermittente Cnavetta 20m Colli 2007
Ieri mi sono reso conto che la tabella sulla navetta era sconosciuta ai più e sono stato investito da molte mail che mi chiedevano dei chiarimenti: ho visto che Casella ha risposto e direi molto bene alla domanda posta da ternana2 alias Roberto Masiello. Oggi vorrei fare un'ulteriore esemplificazione e chiarire soprattutto che nel corso del tempo ho abbandonato l'avere come riferimento il test Leger (o Yo-Yo Endurance test, copiato da Bansgsboo Continue Reading →

La match analisi nel basket e la sua funzione per la preparazione fisica (3a parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

(a cura di Silvio Barnabà e Roberto Colli) In questa terza parte analizziamo un modello di rilevazione dati dinamico delle partite che abbiamo usato lo scorso anno. In pratica abbiamo cercato di cogliere da dati "tecnici" elementi che possano anche indirizzare meglio la preparazione fisica. Questo nell'ottica dell'evoluzione del preparatore fisico che deve diventare sempre più un collaboratore anche con competenze tecniche e quindi deve conoscere non solo i fondamentali del gioco, ma anche le interazioni tattiche e come esse si evolvono durante la partita. Con questa parte concludiamo l'analisi riferentesi alla squadra e dal prossimo audio video inizieremo a parlare del modello prestativo individuale.

s2Member®