Archive | Forza

Allenamento della forza funzionale del calcio a Ostia: noi siamo soddisfatti e voi? Ora torniamo alla potenza metabolica e ai GPS a Cadelbosco l’1-2 Giugno


Solo due brevi righe per esprimere comunque una soddisfazione da parte nostra, (quindi AIPAC regionale Lazio, il blog e l'OSTIAMARE che ci ha fornito la sede gratuitamente) che abbiamo organizzato ad Ostia il seminario sulla forza funzionale del calcio. Non abbiamo fatto il questionario di gradimento di fine seminario che spesso facciamo, ma ci farebbe piacere sapere da chi ha partecipato un giudizio e anche cosa andrebbe implementato, migliorato etc. Quindi proviamo a farlo adesso chiedendo a chi ha partecipato di inviarci un'email libera per darci qualche indicazione, sia in positivo, che di miglioramento, oppure critica..
Qualcuno mi ha già scritto ed oltre a sottolineare la bontà degli argomenti trattati e di come sono stati trattati, ha anche sottolineato alcune criticità come la difficoltà a identificare la collocazione nella settimana e nella programmazione.
Credo che oltre a soddisfare il nostro ego (i complimenti se sinceri non dispiacciono mai e visto che non abbiamo posti da collocare siamo al riparo dai leccaculo di professione), possa essere utile avere il feeling con chi ci ha prevalentemente ascoltato (anche se sono personalmente contento delle domande ed affermazioni fatte in corso di seminario che denota la necessita di fare piccoli numeri per potersi parlare, le platee oceaniche le lasciamo a chi deve gratificarsi dal numero.
Su una cosa siamo molto soddisfatti, e cioè sulla possibilità assoluta di poter e dover organizzare seminari a basso costo e a kilometri zero, perché si può e si deve avere cultura anche vicino casa. Non si può far tutto sulla rete, ogni tanto un sano scambio diretto di informazioni (ma deve esserci uno scambio) è necessario, ma non dobbiamo per questo far guadagnare i petrolieri, la ferrovie dello stato che ormai sono solo alta velocità, o gli albergatori.
Non c'è bisogno solo di relatori altolocati e conosciuti, ma servono anche coloro i quali lavorano molto più spesso sul campo e però hanno molte cose da dire e da proporre e da sottoporre al giudizio degli altri. E questo si può ottenere dando a chi vuole parlare uno spazio, poi gli altri gli faranno capire che magari deve comunicare meglio, essere più preciso etc.
Un'altra cosa di cui siamo soddisfatti è di essere riusciti a fare una bella parte pratica, e laddove non è stata fatta la pratica di aver fornito molti video di esercitazioni sui vari argomenti trattati, dopo averne tracciato i contorni dei contenuti e delle motivazioni, a volte con dati di supporto, altre volte con dei presupposti della scelta, che quindi viene data a chi ascolta che può ragionarci sopra. NESSUNO È IN GRADO NÉ DEVE IMPORRE UN TIPO DI CULTURA PRECONFEZIONATA, CIASCUNO DI NOI È IN GRADO DI RICEVERE UN MESSAGGIO ESPERIENZIALE ED ELABORARLO E DOBBIAMO RICORDARCI CHE GLI EVENTUALI SCIENZIATI SONO AL NOSTRO SERVIZIO E DEVONO PARTIRE DALLE ESIGENZE CHE PROPONE IL CAMPO E NON DALLE ESIGENZE DELLE LORO STUPIDE E VUOTE CARRIERE ACCADEMICHE.
brochure con indicazioni logistiche orari e argomenti
Alla fine ora mentre prepariamo i filmati e i contributi PDF che saranno disponibili dalla prossima settimana salvo avvisi diversi, gratuitamente per chi ha partecipato e al costo di 30 euro per chi non ha partecipato e solo per gli iscritti al blog, ci prepariamo al nuovo seminario, stavolta sulla potenza metabolica da svolgere con abbondante parte pratica a Cadelbosco l'1 e 2 Giugno con Marra Tafani Savoia ed il sottoscritto, per continuare a portare avanti questa rivoluzione pacifica ma prorompente che non può più essere frenata da nessuno, che cambia il modo di allenare nel calcio e stravolge totalmente il ruolo del preparatore fisico.

La forza funzionale del calcio: seminario il 18 maggio ad Ostia, una collaborazione tra AIPAC regionale e il nostro blog

SEMINARIO OSTIA forza funzionale 18maggio2013

Una iniziativa svolta in collaborazione tra

AIPAC LAZIO e il nostro blog consentirà di svolgere ad Ostia il 18 maggio per tutto il giorno dalle 10 alle 18 un approfondito dibattito sulla forza funzionale del calcio che cerchi di entrare nel problema della specificità funzionale, dei suoi presupposti e dei suoi applicativi e superare anche in questo campo la suddivisione tra movimenti inutili e solo coreografici o tradizionali, e movimenti specifici ed utili al calciatore.
Confronteranno le loro idee ed il loro modo di lavorare diversi preparatori con esperienze e vissuti diversi ed inoltre ci sarà una robusta parte dedicata alla pratica.
Per tutte le informazioni logistiche ed i costi cliccare all'inizio della pagina sul link per la brochure
Saranno effettuate riprese video che saranno inviate gratuitamente ai partecipanti al corso, unitamente al materiale in PDF disponibile

PROGRAMMA

Ore 9:30 Registrazione iscritti
Ore 10:00 Introduzione alla forza funzionale per il calciatore (R. Colli)
Ore 10:30 Problematiche sull’equilibrio specifico nel calcio (D. Pompa)
Ore 11:30 Cambi di direzione e di senso: torsioni e coinvolgimento Core e forza applicata ai diversi angoli (R. Colli, M. Basile)
Ore 12:30 Pesistica adattata nel calcio e confronto con il basket: presupposti. (C. Savoia, L. Lucarini)

Ore 13:00 Pausa Pranzo

Ore 14:30 Pesistica adattata nel calcio e confronto con il basket: applicazioni pratiche (C. Savoia, L. Lucarini)
Ore 15:15 Isoinerziale: allenamento a corpo intero (R. Colli, M. Basile)
Ore 16:00 L’allenamento della forza funzionale nel portiere (D. Pompa)
Ore 16:40 Esempi di organizzazione di sedute di forza funzionale nel calcio (A. Fucci)
Ore 17:20 Spunti di riflessione e prospettive sull’organizzazione delle sedute di forza (tavola rotonda)


Potenza meccanica e metabolica in rapporto alla superficie corporea (2a parte)


L'audiovideo ed il PDF sono solo per i sotenitori del blog , informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Un ringraziamento volevo subito farlo al curatore del nostro blog, Luca Negri più volte campione del mondo in kayak, che a tempo di record ha cambiato le modalità di scarico dei filmati e risponde sempre rapidamente alle richieste a volte insensate che gli faccio per le modifiche al blog.
A titolo di conoscenza ho già inviato a tempo quasi di record i filmati e il PDF ai partecipanti del seminario di Oristano al residence L'orto e ringrazio tutti gli organizzatori e, senza che gli altri si offendano, in particolare Marco che proprio in questi giorni ha avuto un lutto e a cui rinnovo le mie condoglianze.
Poi so che i più giovani come Simone, Gianni stanno pensando a proporne altri con altre persone per continuare quest'opera di stimolazione ed avere un quadro il più possibile completo di fronte a se per poter poi fare delle scelte; avrete dal blog tutta la collaborazione e visibilità possibile.
Un'ultima avvertenza, molti di voi del seminario di Oristano si sono iscritti al blog, ma molti non si sono loggati quindi non potete accedere all'area riservata, come ad esempio per questo audiovideo, vi ho mandato anche l'email ma due indirizzi erano errati: se quindi non avete ricevuto l'email riscrivetemi tramite il blog così posso mandarvi i filmati e la modalità di log-in.

Nel corso della settimana dovremmo avere la possibilità di inviare ai possessori dei GPS un nuovo e più rapido sistema di scarico del GPS sviluppato da Fabio Esposito oltre alle nuove iniziative del prof. Colli per il mese di Maggio e Giugno, per chi volesse affacciarsi al meraviglioso mondo della potenza metabolica nel calcio, quindi continuate a seguirci.

Potenza meccanica e metabolica e superficie corporea ma anche grazie per il bel seminario in Sardegna

Con un'abbondante cena tipica sarda al resort L'orto si è conclusa una magnifica (almeno per me) giornata dopo aver rimbambito per quattro ore i miei amici sardi convenuti espressamente a sentirmi anche da Cagliari e da Sassari. 30 persone che mi ascoltavano in una sala che non era la classica sala convegni molto fredda ma nella bellissima grande stanza da pranzo del resort dove erano presenti oggetti e mobili di gran gusto, un camino enorme ed una bellissima vetrata affacciata sul verde che riempiva i miei occhi durante la relazione. Anche il cosiddetto coffee break che di solito si rappresenta in qualcosa che spesso sembra di plastica, è stato dotato di ottimi prodotti tipici a cui ho attinto a piene mani (ma anche i corsisti non hanno scherzato!). A 5 minuti alle 21 sono stato interrotto (avrei potuto continuare con la mia logorrea per un'altra ora, perché praticamente era pronta la cena e non si poteva certo farla freddare!!! In sostanza, come io reputo si debba fare aggiornamento, in rapporto stretto anche con l'uditorio e debbo dire che 30 persone con questa sistemazione logistica molto intima mi hanno fatto sentire molto bene il cuore pulsante della discussione e delle necessità di approfondimento dei coristi e spero di averle almeno in parte soddisfatte, naturalmente con gente che alla fine mi ringraziava e mi diceva anche che adesso gli avevo creato un bel casino in testa tra quello che conosceva e quello con cui andava via oggi. E questo credo sia il massimo per chi non vuole rimanere fermo nelle sue convinzioni ma cercare se possibile di avere nuove informazioni da elaborare per cercare di rendere sempre migliore e più specifico il proprio lavoro.

Oggi metto come audiovideo un argomento che può sembrare un po' ostico, ma risulta invece di grande utilità, visto che a tutt'oggi ancora non c'è chiarezza su quali parametri meccanici e metabolici utilizzare per valutare in un gruppo che svolge la stessa attività fisica, la sua potenza: quella assoluta, quella relativa al peso o forse quella relativa alla superficie corporea? Beh, un bel quiz che io personalmente mi sono portato appresso per molti anni sia nel kayak che nel ciclismo, ma poi mi sono accorto che ha una sua importanza anche negli sport di squadra. Iniziamo qui di con una prima riflessione sui dati di oggi e nel prossimo (che sarà disponibile solo per i sottoscrittori con il PDF), approfondiremo e trarremo qualche conclusione utile per orientarci.

Il software per l’isoinerziale: come funziona e cosa ci indica



Dopo una lunga gestazione dovuta anche all'influenza che ha colpito l'ingegner La Gala, e dopo mille piccoli problemi che non pensavamo così numerosi, finalmente siamo in grado di mostrarvi alcune utilità di questo software, applicato sulla macchina isoinerziale. Con questo possiamo avere finalmente una misurazione molto più precisa del nostro lavoro, e comprenderlo meglio. Naturalmente come tutti i software, vanno sottoposti ad un uso massiccio da parte degli utenti per capire dove migliorarli e dove ci sono cose che funzionano meno bene (anche oggi mentre stavo facendo l'audiovideo ne è venuta fuori una sui decimali...)
Troverete 3 audiovideo di 10'-12 minuti l'uno che forse vi aiuteranno meglio a capire i vantaggi di questo controllo e rivedere meglio il funzionamento della macchina ed i vantaggi che essa può dare.
Aspetto da tutti quelli che mi hanno contattato eventuali richiesta di ulteriori chiarimenti e su quali punti approfondire ancora, mentre da coloro che hanno già preso la macchina un aiuto per migliorare ulteriormente il software e trovare altri piccoli bachi.

s2Member®