Archive | Gps

Un esempio del rapporto tra Gps ed Emg nelle corse del tennista

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

L'audiovideo di oggi interessa solo a quelli che vogliono capire meglio le criticità dell'equazione di Minetti nell'ambito anche della stessa corsa , dove essa si discosta dall'impegno muscolare della coscia e glutei . Già nell'immagine di anteprima c'è molta roba da vedere : differenza nella fase di accelerazione , ok a vel costante sotto i 20 kmh , differenza sostanziale nella fase di frenata che precede il CDS...... poi alla fine pero la media dei valori è sostanzialmente uguale ....... beh se vi interessa leggete e mandatemi anche le vostre critiche ed osservazioni perchè sono sempre utili ( anche per smentirle a volte ....)

La spesa energetica (nascosta) nel tennis

Anche oggi l'audiovideo è libero per tutti .In molti mi hanno chiesto se nel tennis l'uso del gps poteva dare indicazioni utili per la performance e la spesa energetica del giocatore ed io ho sempre risposto che non avevo idea che pensavo che mancasse qualcosa perchè i dati che esso rilevava dava l'idea del giocatore di tennis che faceva uno sforzo inferiore ad uno che passeggia con il cane .... In verità anche i dati che fornisce la TV durante i tornei danno indicazioni inferiori al km percorso in un ora di partita che chiaramente non si addice allo sforzo fatto dai giocatori con battute sui 200 km/h e scambi che in certi casi superano anche i 20-30 colpi , con un colpo (per ogni giocatore) ogni 3" circa negli scambi da fondo campo .Nel prossimo audiovideo che metterò privato fra 2-3gg invece userò il tennis per far vedere come sviluppo attualmente la valutazione del rapporto tra EMG e potenza metabolica in pratica , così potrete individuare delle criticità e magari comunicarmele per migliorare , visto che siamo all'inizio e ci ho messo quasi un anno per capire un po di cose .....

Slalom con e senza palla : differenze energetiche ( Colli,Basile)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Diversi anni fa insieme a Vito Azzone ed Antonio Buglione avevamo cercato di dare un peso al costo energetico ( tramite metabolimetro) di un calciatore mentre conduce una palla o fa uno slalom e di valutare le differenze rispetto ad una corsa similare senza palla . Dopo tanti anni grazie all'impegno e all'idea di Matteo Basile ,Giorgio Zito e Gabriele Grassadonia abbiamo riproposto questa idea con il sistema sincronizzato GPS con EMG , e sono venute fuori delle cose interessanti ....

Ma l’equazione di Minetti è valida sempre 2 parte ( Colli,Basile,Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ancora analisi critica sul reale costo energetico delle frenate : riusciremo a trovare una soluzione ? Noi ci stiamo provando ......

Ma l’equazione di Minetti è valida sempre ? (1parte a cura di Colli,Lucarini,Basile)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ma siamo sicuri che in tutte le situazioni di accelerazioni , frenate e alte velocità non sia migliorabile l'equazione di Minetti ? dopo 6 anni di onorato servizio forse abbiamo la possibilità di perfezionare i dati che escono dal gps filtrati da questa equazione . Fino ad oggi i gps hanno fatto la rivoluzione , forse adesso possiamo diventare anche più precisi nell'analisi del carico interno . I gps sono diventati migliori , anche a 50 hz ma chiaramente ad esse sfugge la prestazione individuale e soprattutto la spesa energetica per la parte tecnica : pensate ad un tennista che sta fermo sul posto e colpisce la palla ogni 2" facendola viaggiare ad oltre 100 km/h : per il gps la spesa è zero (non si muove !!) per i muscoli invece no . Addentriamoci in questa nuova analisi che ci porterà a perfezionare di molto l'analisi della spesa energetica durante soprattutto gli esercizi in spazi stretti dove tocco molte volte la palla e dove accelero e decelero soprattutto molto spesso .

s2Member®