Archive | Gps

(iso)Inerziale nello squat : confronto con lo squat classico

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Gia il nome isoinerziale non mi ha mai convinto , anche isotonico mi ha sempre lasciato perplesso , (meglio isocarico e basta visto che cambia la forza ( il tono ) durante la stessa contrazione). L'unico corretto è isocinetico vista la velocità costante durante tutto l'arco del movimento (anche se di fatto è il peggior allenamento possibile ) . Ma siamo terra di conquista ."L'allenamento desmodromico o isoinerziale" (proposto da Tesch e Berg credo nel 94 per l'allenamento degli astronauti) "sfrutta un ingegnoso sistema per generare una efficace resistenza allenante che prescinde dalla forza di gravità, come invece accade comunemente nell'impiego dei sovraccarichi. In questo caso si sfrutta l'inerzia di un volano attivato grazie alla forza muscolare " da www.non solo fitness) Non comprendo proprio il termine ISO ...Comunque bando alle pippe mentali ed oggi vi presento un altro audiovideo maratona che cerca di andare nel profondo del sistema (iso)inerziale . Questa prima parte ( eh si è solo la prima parte ) vi da il rapporto tra la velocità esecutiva del movimento (misurata tramite la nostra nuova piattaforma inerziale IMU legata al gps ) e la EMG , mentre nella seconda parte tratteremo soprattutto la forza espressa ed il costo energetico di questa specifica esercitazione, visto per adesso solo nell'esecuzione dello squat e come si differenzia rispetto allo squat con sovraccarico . Nel titolo , anche se oggi non se ne parla vedremo anche come due soggetti differenti producono risposte differenti a seconda della loro esperienza esecutiva , che deve sempre essere il riferimento per l'operatore che usa questo macchinario . Poi in un altro audiovideo parleremo di come questa metodica possa essere utilizzata per le accelerazioni orizzontali specifiche ( altro che elastici !!!)

Differenze di Impegno metabolico rilevate tra EMG e Gps negli spazi stretti : avvertenze per l’uso

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Quando svolgiamo esercizi di allenamento negli spazi stretti sicuramente i giocatori sono costretti a toccare molte piu volte il pallone e questo consente di migliorare la loro tecnica individuale , unita alla capacità tattica individuale di dover leggere cosa succede davanti ai loro occhi . Spesso ci siamo chiesti come mai queste tipologie di lavoro ci fanno risultare dai dati gps un impegno metabolico basso che soprattutto non collima con le nostre impressioni . Credo che una buona spiegazione sia contenuto in questo audiovideo maratona di oltre un ora ed il colpevole sia l'impossibilità da parte del gps di valutare il dispendio energetico dell'elemento tecnico che in queste particolari situazione viene usato molto piu frequentemente rispetto alla partita che avviene negli spazi larghi dove il giocatore tocca la palla per 1-2'' al minuto . Sono graditi commenti e critiche che ultimamente non trovano molto spazio sul facebook del blog .....

Corsa con EMG e Gps con IMU : 2 parte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

data la recrudescenza dell'influenza , nessun commento oggi ....

Valutiamo i dettagli della corsa con Gps con IMU , Filmati ed EMG : 1 parte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Skip a gambe alte , calciata dietro , leg curl o Nordic Harmstring , quante cazzate che si fanno che non c'entrano nulla con la corsa !!! Oggi vi mostro le prove inoppugnabili di queste abitudini inutili ( anche per la prevenzione ) . Durante uno sprint su 30 metri di un calciatore professionista ,abbiamo messo insieme i dati di uno del nostro gps munito di una aggiornata piattaforma inerziale ( IMU) , i dati dei pantaloncini EMG ed il video , che è sicuramente la parte piu scadente dei tre ( tra me e Gigi facciamo a chi è più scarso a fare le riprese . Il risultato è ( almeno per me ) una comprensione molto ampia e anche nuova del fenomeno della corsa , dei suoi passi , di ciò che accade all'inclinazione del tronco e alla rotazione delle spalle . Ammetto che ho sempre creduto che ci fosse un alto riflesso da stiramento nel quadricipite all'impatto a terra ma non è cosi e mi si è definitivamente chiarito il ruolo degli harmstring nell'impatto del piede a terra e nella fase di richiamo della gamba nella fase di volo . Spero sia chiaro anche a tutti quelli che continuano a credere nelle favole degli esercizi di prevenzione su questi muscoli fatti con criteri monoarticolari ed in concentrico .
Se siete arrivati in fondo a questa introduzione avviso che se qualcuno volesse i filmati con i dati integrati di EMG e IMU me li può richiedere per email a info@laltrametodologia.com e gleli invierò . Inoltre ( ma tanto lo so che non lo chiederà nessuno ) se ci fosse qualche velocista di 180 cm a Roma o dintorni che vuol farsi analizzare con queste modalità , anche su qualche particolare esercizio che svolge , siamo disponibili GRATUITAMENTE , ma tanto loro sanno gia tutto !!!!

EMG , metabolismi e tecnica : proviamo a sintetizzare ( 1 parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Con l'ausilio di un programma di analisi video come Biomovie che ci consente di sincronizzare sullo stesso video oltre che le immagini del gesto tecnico , anche dati EMG meccanici e cinematici . Infatti il rapporto tra EMG , dati cinematici e metabolismi mi stanno risultando sempre più evidenti e questo penso che potrà facilitare la lettura del carico interno nell'ambito della durata degli esercizi . Uno dei problemi nel raccogliere dati da fonti diverse è quello di perdersi nella parcellizzazione dei dati , invece è compito dell'allenatore riuscire a dare una sintesi a questi contributi senza perdere di vista mai il vero protagonista che è il movimento , altrimenti diventiamo prede di ingegneri fanatici ,fisici più o meno fuori di testa e quant'altro a cui interessa solo il loro punto di vista che poco ha a che fare con lo sport e l'allenamento :questi personaggi ci vogliono far sentire ignoranti ponendoci di fronte alle loro anche elevate competenze senza avere una reale competenza sull'allenamento e la sua costruzione e il movimento tecnico . Ricordiamoci che lo stesso è successo con i medici , a cui l'allenamento ancora paga lo scotto di una interpretazione iperfisiologico e che vede ancora qualche nostro collega che per nobilitare il nostro lavoro si mette il camice invece di prendere il cronometro e mettersi in tuta .

s2Member®