Archive | pdf privati

Pompa: potenza metabolica, dati sinottica e FC (2a parte)


L'audiovideo e il Pdf sono solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi il secondo contributo di Dario Pompa (rigorosamente ristretto ai sostenitori) con esempi pratici sugli svarioni della FC, che comunque era prevedibile da tutti visto che nella prima parte Dario non ha fatto altro che usare dati, studi e pratiche conosciute dagli allenatori sulla variabilità della FC a parità di potenza erogata. L'avvento della potenza metabolica dapprima ha chiarito il margine di errore (per carità prima avevamo solo quella ma adesso perseverare è diabolico... ), ma adesso sempre più diventano forse più importanti gli altri parametri che ci avvicinano o allontano dal modello, perché fare 13 watt e sbagliare tutto correndo in linea lo può fare qualsiasi coglione, mettere insieme tutti gli altri dati è un po' più complicato. Mentre continuano a essere presenti nei raduni di serie A test massimali ad esaurimento il 1o giorno, corse nei boschi, 1000 metri (anche dalla Francia che pensavo avessero capito qualcosa) e altre magnificenze del genere che fanno sembrare veramente la festa del dilettante la preparazione fisica del calciatore come se fosse fermo da 8 mesi e dovesse fare chissà che ricondizionamento.
Da adesso a maggio ci sono altri 10 mesi, ma nessuno riesce a concepire che la forma del calciatore è tutta un'altra cosa? Bisogna accompagnarlo progressivamente al recupero di una sua discreta condizione generale (bastano 15 gg per uno che ha smesso di allenarsi un mese fa); dalla condizione generale bisogna poi rievolvere la sua competenza tecnica e poi metterla al servizio delle componenti di squadra, quindi bisogna fare poche cose e semplici e vanno evitati gli eccessi, qui invece si fa il contrario. L'unica cosa di diverso rispetto al campionato e che nella fase di preparazione si fa un volume più alto di lavoro (tante doppie sedute) che quindi non possono essere troppo intense e lunghe ed invece si vedono cose inenarrabili. La doppia seduta ti deve consentire di fare qualcosa di più in termini di volume totale, ma ne paga alcuni aspetti dell'intensità. Tutto qui.

Per la "resistenza" del calciatore, dopo un primo ricondizionamento, conta - a mio avviso naturalmente - il dosaggio della qualità e del tempo di gioco del singolo giocatore in amichevole, che è la vera determinante dello sviluppo della resistenza specifica. Giocare contro la Boscaiola di turno è proprio il concetto dell'intensità modesta che inizialmente necessita ed il giusto dosaggio di aumento di qualità fa la differenza secondo me nella preparazione, così come aumentare il tempo giocato con progressività, senza sperare che il giocatore alla prima partita vera sia in condizione di fare il suo massimo, anzi se lo fosse sarebbe grave.
Abbiamo dimostrato che dobbiamo considerare crescente la forma del giocatore nel corso di tutto il campionato e della crescita della sua potenza metabolica in partita, quindi sappiamo di cosa parliamo. Ma i danni fatti dai preparatori che vengono da altri sport continuano ad imperversare soprattutto in serie A. Vi posso garantire che c'è un'attenzione enorme da parte della serie B in giù fino alle giovanili, al controllo dell'attività con la potenza metabolica e tutti i suoi importanti derivati. Mi ricordo ancora la presunzione della risposta ad una domanda di un mio collaboratore sulla potenza metabolica di un preparatore che oggi sta finalmente a casa (magari sta bene perché si gode i soldi del suo ricco contratto) definito illuminato: adesso fatti i gargarismi con la tua presunzione prima di parlare di cose che neanche ti sei peritato di conoscere.

Tafani: 2a parte sulle esperienze di esercitazioni tecnico-tattiche e valutazione tramite GPS


Tafani gps ed esercitazioni Chieti 180513

L'audiovideo ed il PDF sono solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

In questa seconda parte Fabrizio Tafani mostra un gran numero di esercitazioni specifiche con valenza tecnico-tattica e le pesa singolarmente. Credo che niente di più bello ci sia vedere come l'allenatore ed il preparatore riescano a plasmare, anche tramite i valori presenti nella sinottica, un allenamento sempre più mirato e sempre più lontano dalla stramberie di natura generale di cui questo sport non aveva proprio bisogno.

Oggi confermo a tutti coloro che hanno partecipato al seminario di Roma di aver spedito PDF e filmati quindi se per caso non li ricevete contattatemi, dalla prox settimana eventualmente ve li rimando. Un augurio di buona riuscita sia alla tavola rotonda di autoaggiornamento di Firenze organizzata da Massimo di Giovanni e Carlo voltolini, da cui mi aspetto qualche filmato e anche qualche commento sul blog, e ai nostri amici di Sardegna Sports Lab per il loro seminario in quel bell'agriturismo di San Vero Milis.

Marra 2a parte: la nuova direzione metodologica e applicativa dell’allenatore fisico ma anche sold out a OSTIA per il 18 maggio


L'audiovideo ed il PDF sono solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Non c'è bisogno di presentare la 2a parte dell'audivodieo di Marra se non per dire che ha riscosso un numero di scarichi notevolissimi la scorsa settimana. Lo ringrazio perché è riuscito a farlo in tempo da record dopo il mio sollecito, so bene che anche se il campionato sta finendo gli impegni con la prima squadra professionistica sono sempre tanti.
Oggi la seconda parte solo per i sottoscrittori.

Annuncio invece con "viva e vibrante soddisfazione" il sold out per Ostia del 18 maggio 2013 per il seminario sulla forza funzionale dove ci sono anche tanti iscritti da fuori regione e quindi a maggior ragione dovremo ancor più cercare di dare qualcosa di nuovo ed interessante a chi si fa tanti km per ascoltarci!!!

2a parte andamento della potenza metabolica nei sesti di partita e nel corso del campionato della nostra squadra e degli avversari


L'audiovideo ed il PDF sono solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi la seconda parte di un audiovideo che reputo di grande importanza, perché ci dà la dimensione di cosa succede alla potenza metabolica nel corso di un campionato ad una squadra ed alle sue avversarie e ci consente di capire se la potenza espressa dalla squadra insieme ad altri parametri che vedremo in altri filmati aumenta o diminuisce e cosa succede a quella degli avversari. Ciò può sostituire od integrare in maniera decisiva la valutazione dello stato di forma fisica della squadra.

Ma non basta ancora, basandoci sull'idea di suddividere la partita in sesti, vediamo anche come varia la potenza metabolica nel corso della partita (ma questo lo avevamo già visto da di Prampero), ma soprattutto come varia nei sesti durante il corso del campionato; il confronto lo facciamo con gli stessi valori misurati sugli  avversari, per vedere se la squadra allenata senza ripetute scoppia nel corso del campionato e nei sesti (che delusione sarà per i fan delle ripetute sui 1000 e della valutazione acefala della potenza aerobica!).

A proposito di sassolini nella scarpa da togliersi, sabato il consiglio federale della FIP ha giustamente approvato la chiusura del college Italia femminile (costo 750 mila euro annui per 4 anni - 3 milioni di euro spesi e le nuove giocatrici dove sono???); per quei 4 gatti del basket che seguono il blog è stato l'argomento chiave che io ho criticato pubblicamente e per cui sono stato licenziato dalla FIP con gli avvoltoi che mi stavano intorno pronti a prendere il mio posto (colpa mia così mi imparo a scegliere i collaboratori!). Naturalmente per questo sperpero già chiaro dopo il primo anno di college non pagherà nessuno, né dirigenti né responsabili tecnici. Ed il basket italiano sprofonda sempre di più...

Confronto tra GPS e videoanalisi: speriamo che con questi dati smettano di blaterare…



L'audiovideo è per tutti mentre per i sostenitori del blog c'è il PDF che contiente tutti i dati e la tabelle descritte, in modo da poterle leggere e studiare con maggiore attenzione e visibilità , informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi mi sento in dovere di mettere sul blog una cosa che probabilmente sarà noiosa per moltissimi di voi, e non ve ne faccio una colpa: da circa un mese si è scatenata una ridda di voci sulla "imprecisione" dei GPS e che quindi non vale la pena usarli, meglio la cara e vecchia frequenza cardiaca! Assunto come postulato che questa è una CAZZATA, vi forniamo dei dati che mettono in rapporto i valori durante una partita amichevole di 2 tempi da 24' di una squadra professionistica, dove ben 10 giocatori sono stati monitorati contemporaneamente sia con la videoanalisi che con i nostri GPS a 10 Hz. Quindi abbiamo (anzi stiamo) sincronizzato i dati di velocità, spostamento e potenza per poter vedere di smentire questi gridi di allarme, che derivano dall'impotenza di chi non capisce nulla di queste cose e quindi si sente in dovere di sparare la prima cosa che gli viene in mente (cacadubbi), dalle pippe mentali teoriche di chi sta chiuso a tavolino e non va mai sul campo (sport scientists), e dall'invidia di chi vede che noi andiamo avanti come carri armati ed ogni giorno scopriamo qualcosa di interessante e soprattutto ogni giorno siamo in grado di capire sempre meglio quello che stiamo facendo, soprattutto nei lavori con la palla e nel rapporto con l'allenatore (rosiconi).
Non c'è dubbio che i dati stanno parlando chiarissimo e nella stessa direzione presente nella nostra validazione (ci metterà qualche anno ad essere approvata nei giornaletti degli sport scientists perché purtroppo non conosciamo nessuno), spero solo che riusciate ad arrivare alla fine senza annoiarvi, molto meglio il controllo dell'allenamento ma a volte tocca fare anche quello che ci rompe le scatole.

s2Member®