Archive | Rugby

2 parte) Il recupero nella seduta di allenamento : un po’ di fisiologia, molta metodologia dell’allenamento e pratica da campo

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Dopo parecchi anni che non ho piu accesso alla tecnologia del consumo di ossigeno , provo a ricostruire  alcuni concetti base di fisiologia da apllicare all'allenamento :lo faccio tramite  le centinaia di prove che ho sviluppato nel corso della mia vita con  l'uso dei metabolimetri che ho cercato di usare sempre con la logica di conoscere meglio le reazioni del corpo umano , non appiattendomi sull'uso dei noiosi ed abbastanza inutili test a carichi crescenti , ma cercando con tutti i miei limiti di utilizzare delle prove che servissero nello specifico al giocatore o all'atleta di turno e al suo sport , e che ci consentissero di studiare vari aspetti del suo metabolismo ,incluso il Vo2max ma senza prove massimali ad esaurimento . L'audiovideo di oggi è difficile e mi sono anche reso conto di essere un po arrugginito su questi concetti e calcoli che stanno alla base della metodologia dell'allenamento , tanto che ci ho messo una settimana quasi a tempo pieno per preparare questo audiovideo di 45 minuti , e non sono neanche soddisfatto. Avviso prima che bisogna stare seduti e magari aiutarsi con qualche appunto , non prendetelo alla leggera è abbastanza complicato e vi prego anche di segnalarmi se ci sono delle cose che vi sembrano sbagliate o non comprensibili , vi ascolto sempre ma stavolta ancora di piu perche voglio migliorarlo . Vi avviso anche che nel prossimo parleremo di allenamento ma secondo me capire questa parte è molto importante per spiegare bene quello che diremo dopo .

Aggiornamento bridge 8.30 e Lagalacolli 8.21 : autocompilarsi i riferimenti per la sinottica

Oggi potete scaricare gli aggiornamenti per i software del gps ma soprattutto scaricatevi i nuovi tutorial che sostituiscono in toto i precedenti, aggiornati alle evoluzioni del software .

Qui vi metto il tutorial sulla modifica del file gps_impostazioni che con un po di attenzione potete cominciare a compilarvi da soli : in pratica potete crearvi dei fogli con delle sinottiche personalizzate ,per  la vostra squadra , i vostri ruoli o addirittura per ogni singolo giocatore .

RICORDATEVI SOLO CHE IL FILE DEVE AVERE SEMPRE LO STESSO NOME , SALVATEVENE UNA COPIA BASE E POI PROVATE A PERSONALIZZARVELO .

LA PROSSIMA SETTIMANA UN NUOVO AUDIOVIDEO DI FUCCI SU TEST LEGER E SERIE DI 5vs5 a cui seguiranno un paio di miei audiovideo sull'imbecillità del Leger e sulla bonta del 5vs5 , usando i dati di Armando ( con il suo consenso naturalmente ). Ma qualcuno di voi sa cosa è successo in FIGC ? Ho sentito parlare dell'arrivo di Di Salvo come responsabile per la valutazione e la preparazione fisica  ............  approfondiremo ma se avete notizie provate a farle girare su facebook ci sarà da ridere !!!

 

Qualche altra  indicazione : RICORDO A TUTTI SOPRATTUTTO AI NUOVI UTENTI CHE LA PENNETTA VA SEMPRE INSERITA PERCHE FA DA LICENZA !!

di non settare l'output del gps a 50 hz : il gps gia lavora sempre a 50 hz ma i dati vengono mediati ogni 5 punti , solo cosi funziona correttametne il sotware LagalaColli 8.21 .

Se pensate che vi abbiamo fregato e avete voglia di provare la registrazione a 50 hz potete farlo settandolo a 50 hz ma poi dovete leggere i dati direttamente dal csv , vi consiglio di farlo su tratti brevi

La batteria è molto piu potente della precedente ma il gps lavora a 50 hz quindi consuma 5 volte di piu del precedente qstarz a 10 e quindi controllate sempre la carica che dovrebbe comunque durare per circa 8-10 ore

Ancora per qualcuno ci sono dei buchi di 2-3 min nello scarico del qstarz multiplo , dipende da alcuni settagi del computer e dal driver di scarico , l'ingegnere ci sta lavorando da un po ma la casistica è un po lunga  : per adesso se avete questo problema fate lo scarico singolo ove in anteprima velocità si presenta il problema  . Altri casi particolari ( rarissimi) dipendono esclusivamente dal vostro computer e non ci possiamo fare niente

Se scrivete qualche errore che capita a voi ma è descritto nei tutorial come risolverlo oppure è gia stato risposto su facebook non rispondo proprio , voi continuate a sperare che qualcun altro vi risponda .....

Pesistica adattata la storia delle nostre scelte (4 parte) :siamo nel 2000


 il video è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.
Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi proponiamo la 4 parte della storia della pesistica adattata la storia delle nostre scelte , siamo arrivati finalmente alla fine degli anni 90 inizio 2000 ed ancora siamo lontani dalla fine (usiamo ancora in prevalenza il bilanciere ed atterriamo su 2 gambe  ....).  Comunque parliamo anche della componente di forza dovuta al riflesso da stiramento e se volete approfondire già circa 3 anni fa abbiamo fatto una serie di audiovideo denominati forza reattiva .

La forza negli sport di squadra (2a parte Colli): espressioni di forza maggiormente utilizzate, monopodalicità e tridimensionalità delle azioni

 il video è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.
Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Bene, Juventus-Napoli è andata, partita orribile e decisa come avevamo pronosticato da una deviazione (o botta di culo) per come andranno le cose e le antagoniste scarse la Juve vincerà altre 13 partite consecutive.

Ritorniamo a parlare di forza negli sport di squadra (sulla scia del seminario di Roma del 14 dicembre 2015 dell'APF) e anzi vi ricordo a tutti che i colleghi dell AIPAC Campania il 29 febbraio a S. Maria Capua Vetere svilupperanno un seminario sulla forza negli sport di squadra con relatori Fucci e Genco (in allegato il programma dettagliato).

In questo audiovideo provo a sviluppare sviluppo una serie di argomenti tra cui quello delle espressioni di forza sottolineando (non so se ci sono riuscito, ci ritornerò comunque un'altra volta nel corso di questa lunga trattazione) il grande inganno che la forza reattiva produce 3­-5 volte la forza dei lavori concentrici.

Infatti ricordo a tutti che il lavoro reattivo produce alti livelli di forza perché gli angoli al ginocchio sono aperti. Inoltre accenno all'osservazione che quasi tutte le azioni tecniche vengono effettuate con una gamba per volta e soprattutto in una tridimensionalità che mette sempre in gioco più articolazioni su più piani in situazioni di necessità di riequilibrarsi anche per il passaggio di azione da un arto all'altro.

Se ci ricordiamo bene multirticolarità, tridimensionalità e riequilibrio  sono i 3 fondamenti dell'allenamento funzionale. Vi avviso che, salvo altri rinvii della mia operazione, per i prossimi 10-15 gg il blog si ferma.

Allenare la forza orizzontale nel rugby: come e perché (Di Maio, 2a parte)

 il video è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.
Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

 

L'audiovideo di oggi riguarda il secondo intervento di Di Maio al seminario di Roma sull'allenamento della forza negli sport di squadra organizzato dall'Accademia Preparatori Fisici. In questo audiovideo si parla molto delle motivazioni per allenare la forza orizzontale e di come allenarla, anche con dati assolutamente originali. Non perdetevelo, vi aprirà la mente.

La forza negli sport di squadra: analizziamo e confrontiamo i modelli prestativi (1_1 parte Colli)

 

 il video è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.
Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Anno nuovo, vita nuova per il blog. Da oggi esistono i soci sostenitori (quelli iscritti da oltre 3 anni che solo se vorranno potranno fare una donazione al blog), e chi si iscrive come nuovo sottoscrittore sa che gli audiovideo (circa 40 in questo ultimo anno) saranno erogati fino alla fine del 2016 (leggere le note su questo dalla homepage, c'è un link), oltre si andrà su base volontaria e quando ci sono.

Inoltre i possessori di GPS potranno prenotarsi (sulla base di orari di disponibilità che cambiano ogni settimana) un eventuale controllo al software degli stessi se ci fosse qualche problema sempre andando a destra sulla homepage alla riga apposita, oppure in alto nel riquadro del menu orizzontale dove c'è un nuovo pulsante "assistenza GPS": attenzione che chi ha già il software da oltre un anno sarà soggetto a pagamento di una quota di chiamata di 10 euro. Ricordo che invece la garanzia dei GPS (batterie escluse) dura 2 anni ed in tal senso l'assistenza è gratuita.

Per l'audiovideo di oggi troverete la versione espansa del mio intervento al seminario dell'Accademia Preparatori Fisici, del 14 dicembre 2014, e questa è solo la prima parte del primo paragrafo, quindi mettevi comodi, vi aspetta un ampio numero di audiovideo miei e dei relatori del seminario (quelli che hanno accettato di svilupparli) su questo argomento.

Di Maio: perché, come e quando allenare la forza orizzontale nel rugby (1a parte)

 il PDF è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata e non verranno accettati iscrizioni alla pagina facebook senza la regolarizzazione della quota di sottoscrizione.
Non verrà data alcuna risposta alle email, commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

A margine del seminario di Roma dell'Accademia preparatori fisici (APF) del 14/12/15 ho chiesto (volontariamente naturalmente) ai relatori dell'incontro di sviluppare degli audiovideo senza ristrettezza di tempo sugli argomenti trattati. In questo modo, in maniera meno affrettata,  si possono vedere sfumature che magari durante il seminario sono state perse. Questo lavoro potrà essere utilizzato sia per i sostenitori del blog (che già in buona parte erano presenti al seminario) che, se vorranno, da quelli dell'APF da distribuire ai partecipanti che non sono iscritti al blog ma erano al seminario.

Per seguire la stessa logica del seminario avrei dovuto cominciare io con la mia relazione (che dividerò appunto in 3 parti, ma la sto rifacendo e mi sta prendendo più tempo del previsto) ma voglio premiare la velocità di Riccardo Di Maio e pubblico subito la sua prima parte interessantissima sul perché scegliere di allenare la forza orizzontale nel rugby con alcuni dati sperimentali su cui riflettere molto approfonditamente nei prossimi mesi. Ricordo anche il contributo di Luigi Lucarini a questo lavoro per ciò che riguarda le analisi della forza sulle pedane ed encorder, necessarie per avere dei numeri per confermare o smentire le ipotesi in essere.

LagalaColli versione 10.03.a0: leggere anche le partite e gli allenamenti frazionati

Dopo un mesetto di tranquillità riproponiamo un aggiornamento software che ci porta a riguadagnare un po' di tempo nell'apertura e analisi del file (un 25% di risparmio), togliere qualche errore sparso e soprattutto consentire la lettura delle partite dove i giocatori entrano ed escono - tipo il calcio a 5 - per ciò che riguarda naturalmente il rapporto con i tempi di possesso e posizione della palla che l'APP TATTICA ci consente di sincronizzare con il file GPS. Fino ad oggi questo non era possibile. Continuate anche ad inviarci ipotesi di analisi che noi non abbiamo contemplato, vi ricordo anche che il nostro software è fatto su excel proprio per non essere chiuso, ciascuno di voi può fare ulteriori analisi (facendo attenzione a non toccare le celle del programma già scritte).

Naturalmente il numero fa riferimento alla versione che abbiamo rilasciato, gli altri numeri sono di versioni di passaggio che ci sono servite per fare diverse verifiche, la penultima rilasciata ricordo era la 10.01.a5.

Trovate tutto nella sezione software GPS, speriamo di aver fatto tutto bene e che questo abbinamento APP TATTICA e dato GPS vi abbia illuminato ed aperto nuove prospettive per l'allenamento.

Aggiornamento del Lagalacolli 10.01.a1: tutorial e nuove indicazioni sullo zero campo

Oggi con 12 ore di ritardo immetto l'audiovideo tutorial sulla versione speriamo finale (si può sempre migliorare) del LagalaColli giunto alla versione 10.01.a1. Forse il tutorial è un po' lungo ma è incentrato soprattutto sull 'uso contemporaneo dell'APP tattica 1.34 e della necessità in presenza di essa di fare lo zero campo con una modalità leggermente diversa. Qualche problemino permane sulla sinottica per profondità ed ampiezza, nel senso che i dati permangono e dovete ricordarvi di ripetere l'operazione...  ma ascoltate l'audiovideo e vi consiglio contemporaneamente di lavorare sotto con il software in modo da memorizzare più facilmente la casistica.

Intanto vi annuncio che abbiamo da qualche giorno superato il milione di contatti, non siamo soli nell'universo... e vi invito a produrre qualcosa anche se vi sembra banale con l'APP tattica e le partite registrate con il GPS, stiamo tutti iniziando un percorso nuovo che ci dovrebbe portare ad assumere conoscenze maggiori dal punto di vista tattico e far interagire questo con la prestazione fisica.

Aggiornamento app tattica 1.32 del 2/9/15 e software lagalacolli 10.03.3c4

 

Oggi immettiamo quella che potrebbe essere la versione definitiva dell'APP tattica (1.32) (che potete stavolta facilmente scaricare dall'apposita pagina APP TATTICA creata sul blog  se siete sottoscrittori in regola)

Dopo circa un mese di prove svolte dai nostri amici Fucci, Esposito, Basile e Dario Pompa, crediamo di aver aggiustato un bel po' di problemi e pensiamo che adesso il software sia più semplice e completo. Infatti è stato necessario aggiornare anche la versione del LagalaColli e siamo arrivati al 10.00.3c4 con significative differenze che migliorano in maniera definitva la sincronizzazione dei dati. Il mese di agosto è passato per me tra continue richieste di ammodernamento del Bridge e la messa a punto di questo sistema, naturalmente con l'impegno massivo dell'Ingegner La Gala.

 

FINALMENTE ANCHE LE SOCIETÀ NON DI SERIE A (cioè tutte) e soprattutto LE SQUADRE GIOVANILI potranno con costi molto più modesti (se volete spendere di più fate pure!!!) avere le indicazioni sia della prestazione della propria squadra e del singolo giocatore, ma anche dei riferimenti tattici che l'APP gli consentirà di leggere.

Ora sappiamo che, dopo che la FIFA con un suo documento dell'IFAB suo organo tecnico, anche la FIGC ha dato il via libera all'uso dei GPS durante le competizioni ufficiali, quindi si potrà fare anche alla luce del sole e registrare finalmente il proprio modello di prestazione.

Aggiungiamo un altro tassello al nostro continuo, anche se a volte caotico, lavoro di approfondimento sul software del GPS, che rispecchia la nostra voglia di evolversi con le indicazioni e le necessità che ci danno il campo e i colleghi che li utilizzano.

È chiaro a tutti che chi si è fermato alla potenza metabolica è irrimediabilmente tagliato fuori, perché lo strumento ci fornisce tali e tanti valori utili per l'allenamento: pensate che i fessi usano ancora la distanza come parametro, anzi continuate a farlo così rimarrete nel vostro pantano.

A questo proposito l'ingegnere sta terminando le sue fatiche per rendere graficamente e dinamicamente la partita, muovendo i giocatori contemporaneamente nel campo correlati ai parametri tattici. In pratica, la costosa ed elitaria videoanalisi, almeno per le categorie che non se la potevano permettere potrà essere almeno in parte sostituita da questo sistema che stiamo mettendo a punto.

Un altro aspetto importante che stiamo migliorando riguardo il nuovo file GPS IMPOSTAZIONI.xls che deve essere sempre nel desktop ed in cui abbiamo immesso anche i fogli riguardanti anche il calcio di serie D eccellenza ed un altro per il calcio promozione e 1 categoria. Naturalmente ci sono sempre i dati del calcio a 5 e del calcio  femminile con un adattamento anche dei dati fisici riguardanti le velocità e le accelerazioni, oltre al kayakpolo (una specie di pallanuoto giocata con la canoa), dove abbiamo un'elaborazione totalmente diversa dei dati che sono per adesso di natura meccanica.

Insomma stiamo provando a capire come espandere a tutti l'uso di questo strumento (che come tale va considerato e non il fine!!) che ci dà tantissime informazioni e ci aiuta in maniera sostanziale a superare lo steccato idiota impostoci dai medici nell'allenamento, riferito alle sole capacità fisiologiche e agli allenamenti solo continui perché sono gli unici che loro sono in grado di controllare.

Riappropriamoci quindi della metodologia dell'allenamento, studiando dapprima in gara i modelli prestativi della nostra squadra e dei giocatori e divertendoci ad introdurre variazioni di allenamento in modo che con la manipolazione dei parametri del carico possiamo allenare la fisiologia unita (anzi subordinata) al gesto tecnico e alla capacità tattica individuale e di squadra, lasciando ai poveri di fantasia e ai noiosi con gli occhialetti l'allenamento degli sport a ritmo costante.

s2Member®