Archive | Senza categoria

La sottostima della potenza metabolica da gps nelle esercitazioni di possesso palla ( Colli,Pompa,Urbano,Basile,Zito)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ho appena letto con molta apprensione un articolo in cui si dice che nel calcio ci si allena troppo poco , con riferimento soprattutto alle categorie inferiori , con un uso di termini talmente antiquati come resistenza alla velocità (???) , totalmente inappropriati per l'allenamento calcistico . Sono convinto sostenitore che l'allenamento metabolico del calcio ed in generale negli sport di squadra possa essere fatto al 95% con la presenza della palla modulando le situazioni di gioco in rapporto alla qualita tecnica dei giocatori . Il ruolo del preparatore in questo caso è registrare i dati e poi farne una valutazione individuale e di squadra da presentare all'allenatore per un miglior impatto delle esercitazioni sulla componente metabolica . Le esercitazioni tecniche debbono presentare a mio avviso intensità del 10-20% superiori alla partita per 2 precisi motivi : a) non si puo fare nell allenamento del calcio un carico giornaliero piu voluminoso della partita ma al massimo il 75% di esso visto che la partita ha aspetti di esaurimento che provocano affaticamenti anche 3 gg dalla stessa : tale volume può essere ampliato solo per quelli che non hanno giocato
b) se non si valuta il carico tecnico si rischia enormemente di produrre un eccesso di fatica che pregiudica poi l'allenamento stesso : nelle esercitazioni di possesso su campo stretto l'errore del carico metabolico valutato dal gps puo essere anche oltre il 50% . Anche in questo caso tutti quelli che hanno prodotto lavori pseudo scientifici su questo argomento ( anche noi naturalmente ) devono buttare tutto nel cesso .

Costi energetici diversi di alta velocità ,cammino e frenate che il gps non può indicare

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Da qualche parte ho letto una pubblicità ingannevole che indicava come DEFINITIVO un libro sui gps , da un altra parte ho visto un corso costosissimo per insegnare ad usare i gps fatto da persone che per 7 anni gli hanno vomitato contro : tutti possono scrivere libri e fare corsi, vi invito solo prima di spendere dei soldi di accertarvi DELLA COMPETENZA E DELL'ESPERIENZA di chi li fa . Se non ricordo male personalmente con alcuni collaboratori ne abbiamo fatti fino a 3 anni al costo di 10 o 20 euro per una giornata e penso fossimo qualificati visto che per anni abbiamo lavorato su questo argomento producendo una direzione di lavoro che in molti hanno sfruttato , partendo naturalmente dalle intuizioni del prof di Prampero . Non ho mai pensato di scrivere un libro anche perche mi sembra un supporto ormai antiquato e perche nella materia che si continua a studiare non c'è nulla di definitivo , ma un continuo divenire . Oggi dimostriamo , come avevamo detto 8 anni fa ai seminari iniziali sui gps di Corato e Roma del 2011 , che il gps è stato uno strumento fantastico ,utile a capovolgere l'insensata corsa agli allenamenti aerobici generali per il calcio , alla RSA e ad altre stupidaggini del genere . Ma sempre uno strumento con i suoi limiti che vanno evidenziati man mano che ce se ne accorge : altri strumenti ora ci consentono di capire dove sta l'errore e quantificarlo .La storia si ripete come è stato con i gps nei confronti dei cardiofrequenzimetri , finche avevamo solo quelli leggevamo da loro dati incompleti che ci hanno portato , soprattutto negli sport di squadre , a conclusioni errate , ora l EMG ci mette a nudo alcune imprecisioni nella valutazione della potenza metabolica in situazioni particolari come le corse ad alta velocità , il cammino e le frenate : iniziamo da qui a fare una (auto) critica su questi argomenti specifici , ne seguiranno altri dove l'errore di valutazione metabolica è molto piu grande .

Jum verticali bipo e mono :confronto tra 2 giocatori di dati cinematici ed EMG

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Con questo concludiamo la serie dei salti con vettori diversi ,che si rifanno ai test di Bosco , ma che dimostrano come la valutazione del o dei salti puo essere completamente cambiata dalla semplice analisi dell'altezza di salto , che non è l'unico ( e a volte fuorviante ) parametro di riferimento delle caratteristiche muscolari di un atleta e soprattutto di un giocatore , a quello di salti multipli o in diverse direzioni. I parametri da prendere in considerazione sono divesi , e non si puo prescindere in nessun caso dall'angolo di piegamento del ginocchio che cambia tutte le carte in tavola ......

Azioni muscolari e tecniche con vettori di forza diversificati: 2 parte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ieri come se fossi stato a Lourdes : il mio amico osteopata Giancarlo Zaza , dopo avermi ascoltato per circa 20 minuti unitamente alla lettura della mia TAC ,mi ha fornito una serie di informazioni chiare e semplici ma come sempre originali , mi ha fatto un trattamento di 10 minuti ed io sono uscito dal suo studio con le mie gambe funzionanti e con la schiena liberata !! Che dire un grande professionista unito ad una enorme esperienza anche da campo nello sport che sin dal 1995 mi ha insegnato a vedere il corpo e le sue funzioni come un insieme . Se penso ai chiaccheroni che ci sono in giro che gia dopo un paio di anni di esperienza si credono santoni mi viene proprio da ridere ...... Comunque ancora un audiovideo e state tranquilli poi questo argomento lo accantoniamo ( ringrazio Michele Bruni perche su facebook fornisce delle utilissime semplificazioni del mio pensiero molto corrette ) e ci ridedichiamo per qualche puntata ai gps e a quelli che vi propinano teorie definitive sui Gps , senza rendersi conto che non basta copiare per scrivere libri ( quello lo possono fare tutti) ma bisogna sempre essere critici ed andare a capire se c'è qualche differenza tra realtà misurata e realtà percepita ......... e non è colpa dei gps !!!!!

Azioni muscolari e tecniche con vettori di forza diversificati (Colli,Lucarini,Barnaba,Lopetuso)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ritorniamo dopo oltre un mese di interruzione per mia indisponibilità fisica dovuta a problemi di salute, spero di poter recuperare il tempo perduto con audiovideo piu frequenti visto che il materiale c'è tutto da oltre 6 mesi :il titolo sembra chissachè ma si tratta solo di indicare che per allenare le diverse espressioni di forza non dobbiamo solo lavorare sul verticale ma in tutte le direzioni ( sempre con uno sguardo al modello tecnico) dove cambiano le coordinazioni intermuscolari e la % di intervento dei diversi gruppi muscolari : nel lungo ad esempio i femorali lavorano maggiormente rispetto al verticale ed i quadricipiti di meno . Immagino solo l mal di testa che può venire a quelli che pensano che solo lo squat bipodalico pesante sia fare forza ( massima) : pensare a espressioni di forza diverse (esplosiva dinamica massima reattiva) sviluppata magari in monopodalico e poi con direzioni diverse effettivamente è molto complicato meglio fermarsi ai metodi classici cosi non ci si sbaglia mai !!!

s2Member®