Archive | Senza categoria

Mancano a qualcuno i filmati di Roma???

Volevo avvisare che ho inviato a tutti per e-mail i link dei filmati del seminario di Roma che mi avete richiesto insiema alla donazione: se per caso non li avete ricevuti scrivetemi all'indirizzo (robertocolli@tim.it) che ve li rispedisco, può essere andato storto qualcosa nella spedizione tramite posta elettronica.

Intermittente nel volley: qualche video per esemplificare

Il video dell'articolo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi tutti filmati e niente grafici: vi facciamo vedere, a conclusione dell'articolo di Sergio Machella e mio sul modello di prestazione della pallavolo femminile, qualcuna delle nostre proposte di lavoro intermittente specifico per il volley, anche provando a collocarlo in tempi diversi (durante la preparazione e durante il campionato). Non so se la qualità del video sarà tale da vedere tutto con chiarezza, ma spero che le spiegazioni vi aiutino come al solito non a copiare pedissequamente, ma a trovare soluzioni sicuramente più intelligenti delle nostre, che sono il furtto di qualche anno di attività, di prove, errori e miglioramenti. E anche per capire che si può tenere alto il metabolismo aerobico senza la corsa continua, ma sviluppando movimenti con alte accelerazioni e decelerazioni che abbiano anche un riferimento tecnico, giocando sui recuperi. Credo che troverete delle concordanze anche per il lavoro sul basket, naturalmente svolto con tipologie di spostamenti differenti.

Andate a lavorare nei campi…

Questa scusate ma è troppo bella, qui vi riporto il titolo di uno studio italo-franco-tunisino (le solite cordate di amici e compagni di merende) appena uscito: Energy system contribution to olympic distances in flat water kayaking (500 and 1,000 m) in highly trained subjects.
In questo studio, già fatto circa 23 anni fa da noi e prima ancora da Tesch negli anni '80, non si sono accorti i nostri sports scientists, chiusi come topi nei laboratori, che nel kayak i 500 metri non sono più specialità olimpica. Invece di buttare i soldi su queste cose andate a lavorare i campi che è meglio!!!

Forza reattiva: 4a (e ultima) parte…

Il video dell'articolo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi (finalmente) terminiamo la 4a parte della forza reattiva, ben consci che non abbiamo detto tutto quello che si poteva dire, ma spero di aver tracciato delle linee di riferimento per l'utlizzo di queste esercitazioni.
Intendiamoci, le conoscenze su questo argomento sono ampie e condivise, ma forse ho avuto la presunzione di inquadrarle in maniera più schematica, in modo che poi ciascuna facesse "i conti" con la propria disciplina.
Questo è anche il primo audiovideo con password dedicato solo a chi sta contribuendo alla sopravvivenza del blog, ma soprattutto vuole condividere un modo di pensare e di operare comune. Se saremo in pochi non sarà importante: 'pochi ma buoni' e soprattutto con l'obiettivo di costruire qualcosa di alternativo alla muffa esistente.
Consentitemi di fare un grande augurio a Michele Zerial, il giovane kayaker che ha avuto sabato un brutto incidente in moto e che putroppo per questo non potrà partecipare alle qualificazioni olimpiche di metà maggio, dove aveva grandi possibilità di qualificarsi visto che era in ottime condizioni.
Tanti auguri Michele, reagisci e tornerai una furia atletica come eri prima!

Deluso ma vado avanti solo per i sottoscrittori…

Ok, mi ero dato 14 giorni di tempo per vedere la risposta alla richiesta di donazione al blog . Partiamo da questa base: circa 1000 visitatori al giorno, 400 filmati scaricati al giorno, oltre 3000 visitatori ricorrenti, centinaia di persone che mi hanno scritto complimentandosi, dicendomi che erano alla mia parte, di continuare che ci avrebbero sostenuto...
Risultato: meno di 100 persone hanno sottoscritto una donazione e questo debbo dire mi ha fatto girare le scatole. Intendiamoci, già con loro il blog si riesce a sostenere da solo, e non era certo un'operazione per fare soldi, ma a questo punto continuerò in gran parte solo per chi ha sottoscritto la quota perché evidentemente sono solo loro realmente interessati; come è successo troppo spesso, io credo di aver dato qualcosa ma gli altri mi hanno preso per un bancomat rotto e questo non mi va giù.
Da domani, la 4a parte della forza reattiva sarà privata e solo i sottoscrittori riceveranno la password per entrare. Voglio fare un ringraziamento pubblico a Mimmo Arestia, che ha addirittura pagato due doppie quote per il blog e per i DVD, pur non essendo miliardario, dimostrando quindi un forte attaccamento al blog e dando importanza a quello che questo blog dice e mette in discussione.
Grazie Mimmo!!!

Vorrei chiarire meglio il mio pensiero: considero la donazione al blog non un obbligo morale, assolutamente, eventualmente un'azione di solidarietà e condivisione verso i contenuti che qui vengono riportati. Di solidarietà a parole ne ho sentita tanta nella mia ormai lunga vita, di pacche sulle spalle ne ho ricevute tante da persone che poi mi hanno tradito perché dire le bugie o fare i leccaculo a parole non costa nulla.
Questo della donazione è un sistema per vedere se oltre alle chiacchere, che tutti possono fare con facilità ed ipocrisia, qui c’è da fare un'azione concreta che significa: "Stiamo con te, continua" (chi si ricorda della lettera di attestazione di stima richiesta per il basket, chi l’ha fatta è sempre nel mio cuore, invece chi collaborava con me mi ha tradito subito), oppure basta vedere chi è rimasto a collaborare a Tor Vergata con chi mi ha cacciato, saltando la barricata.
Nessun problema per chi non lo farà, mi serve a posteriori per distinguere i leccaculo dalle persone serie (gli attestati di stima sono tutti nel mio computer): visto le esperienze precedenti che ho fatto, così vengono allo scoperto i finti "amici di tutti". Sono sicuro che comunque anche loro avranno sicuramente avuto dal blog qulche idea e qualche spunto che applicheranno nella loro attività, i prossimi spunti - e ne abbiamo ancora tanti - li faremo solo con chi condivide in pieno questi contenuti.

s2Member®