Archive | squat

Lo stacco da terra : a cosa serve ?? ( 1 parte) (Colli-Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Lo confesso :non ho mai amato e ho sempre utilizzato con grande parsimonia questo esercizio durante la mia attività : oggi mi sono voluto togliere lo sfizio di documentarmi meglio e capire se le mie sensazioni negative erano corrette oppure l' antipatia visibile verso lo stacco da terra ,che per i giocatori di altezza elevata mi sembrava troppo pericoloso, mi ha condizionato . Per me lo stacco da terra serviva solo per sollevare il carico da terra e poi fare tutti gli esercizi di pesistica adattata con partenza dal ginocchio ( poi ho quasi del tutto abbandonato in questa metodica il bilanciere a favore dei manubri ) . Spero che Renzo Colombini ( prep fisico di Venezia basket e grande sostenitore invece di questo esercizio ) lo legga e poi mi faccia avere le sue valutazioni da grande esperto sull'argomento . Chiedo scusa a Romani e Cipriani che hanno dato il loro contributo tecnico e logistico ma che mi sono dimenticato di citare nella prefazione (che non ho corretto altrimenti dovevo rifare tutto ) , lo farò nella seconda parte ( ed ultima sullo stacco) ma comunque siete nel PDF .

Come eseguire lo squat in rapporto alla prestazione

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Adesso con facebook e gli altri mezzi di comunicazione ognuno che da la propria ricetta di come si fa la forza ( senza mai aggiungere quale espressione ) . Invece non c'è nessuna ricetta preconfezionata , ogni sport e ogni atleta del singolo sport ha le sue necessità . Lo confesso a 64 anni ho finalmente avuto la possibilità di analizzare un weight lifter di buon livello ( studiatevi cosa è la potenza prima di definirli erroneamente power lifter che non lo sono in quanto se alzi un massimale la potenza è bassissima ) . E quindi esattamente come era successo quasi 20 anni fa con i culturisti del prof Massaroni , ho avuto l'illuminazione che tutto quello che io credevo andasse bene per tutti era sbagliato per loro . Nella prima parte degli anni 2000 avevo cominciato ad impostare il mio lavoro con i sovraccarichi in funzione della velocità dello spostamento del bilanciere ( tanto da nominare ERGOSPEED un ergometro a filo costruito insieme all'ing La Gala ( si quello dei gps di adesso ) pensando che questo avrebbe sostituito la ricerca del massimale effettivo attraverso il numero di ripetizioni fatte (il Brzckyi o come cazzo si scrive non me lo ricordo piu , sembra di stare a quei giochi a premi dove compri una vocale !!!) . Questo che adesso qualcuno chiama Velocity based training e se ne attribuisce la paternità gli ricordo di andare a leggersi la tesi di dottorato di Marcello Cipriani ( coautore dell'audiovideo di oggi) che la presentò nel 2008 !! Tale sistema risulta ancora valido per chi decide di sviluppare una azione con i sovraccarichi a velocità massimale per tutto l'arco di movimento ,che è quello che giustamente non fanno i wight lifter e che ho imparato proprio l'altro giorno ....

Front , Back e Goblet squat a confronto ( 2 parte a cura di Colli Lucarini Lopetuso )

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Oggi affrontiamo anche nel dettaglio il Goblet squat : ho visto nascere un bel dibattito sulle sue modalità di utilizzo e debbo dire che mi sono perso qualcosa . Qui ,voglio esprimere la mia valutazione su ciò che penso di conoscere basandomi su molti dati raccolti adesso ma anche negli anni , ma anche sull'esperienza pratica e sull'osservazione ( anche i filmati di oggi sono sicuramente di aiuto ) . Naturalmente sono disponibile a mettere sul blog contributi che esprimano anche opinioni diverse , sempre suffragate da esperienze e dati che aiutino il dibattito . Faccio presente che dalle mie informazioni sono sicuro che una buona fetta di preparatori usa sistemi a bassa velocità esecutiva per non infastidire i giocatori in sala pesi , sicuri di non creare alcun danno , ma l'allenamento dov'è ??

Front e back squat e dintorni a confronto ( Colli Lucarini Lopetuso)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ultimamente la mia attenzione è caduta su alcune figure che vengono girate per Facebook sopratutto dove vengono abbinati gli esercizi di squat ( back e front in questa parte )e le sue varianti soprattutto a un lavoro enorme sui glutei . Riporto in quest articolo una parte di lavoro che stiamo facendo con Luigi Lucarini e Giuseppe Lopetuso che da indicazioni molto diverse su questi esercizi e tra l'altro collima molto con quello che personalmente ho visto in quasi 40 anni di lavoro . Successivamente confronteremo queste azioni con altri esercizi tipo lo squat overhead e lo stracco da terra e cercheremo di toglierci altre curiosità valutando cosa succede con carichi diversi , con esecuzione balistica o finendo sull'avampiede .E poi se riusciamo analizzeremo la "grande novità" del Goblet Squat

s2Member®