Valutiamo i dettagli della corsa con Gps con IMU , Filmati ed EMG : 1 parte

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Skip a gambe alte , calciata dietro , leg curl o Nordic Harmstring , quante cazzate che si fanno che non c'entrano nulla con la corsa !!! Oggi vi mostro le prove inoppugnabili di queste abitudini inutili ( anche per la prevenzione ) . Durante uno sprint su 30 metri di un calciatore professionista ,abbiamo messo insieme i dati di uno del nostro gps munito di una aggiornata piattaforma inerziale ( IMU) , i dati dei pantaloncini EMG ed il video , che è sicuramente la parte piu scadente dei tre ( tra me e Gigi facciamo a chi è più scarso a fare le riprese . Il risultato è ( almeno per me ) una comprensione molto ampia e anche nuova del fenomeno della corsa , dei suoi passi , di ciò che accade all'inclinazione del tronco e alla rotazione delle spalle . Ammetto che ho sempre creduto che ci fosse un alto riflesso da stiramento nel quadricipite all'impatto a terra ma non è cosi e mi si è definitivamente chiarito il ruolo degli harmstring nell'impatto del piede a terra e nella fase di richiamo della gamba nella fase di volo . Spero sia chiaro anche a tutti quelli che continuano a credere nelle favole degli esercizi di prevenzione su questi muscoli fatti con criteri monoarticolari ed in concentrico .
Se siete arrivati in fondo a questa introduzione avviso che se qualcuno volesse i filmati con i dati integrati di EMG e IMU me li può richiedere per email a info@laltrametodologia.com e gleli invierò . Inoltre ( ma tanto lo so che non lo chiederà nessuno ) se ci fosse qualche velocista di 180 cm a Roma o dintorni che vuol farsi analizzare con queste modalità , anche su qualche particolare esercizio che svolge , siamo disponibili GRATUITAMENTE , ma tanto loro sanno gia tutto !!!!

EMG ed esercizi tecnici del volley : la battuta in salto

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Iniziamo l'anno con il volley , ma invito tutti quelli che anche non si interessano di volley a sforzarsi di vedere come si puo valutare un gesto tecnico specifico tramite l'EMG ( anche se solo dei muscoli della coscia , ma per adesso sono piu che sufficienti ) . Nella prima parte del lavoro che abbiamo fatto circa un mese fa con Glauco Ranocchi e Andrea Radogna con la collaborazione di Pierpaolo Polino e di Gabriele Maruotti come giocatore cavia , abbiamo avuto l'opportunità di seguire una seduta completa di pesi come impostata per la Taiwan Excellence Latina ed il pomeriggio una seduta completa di allenamento pallavolistico ; oggi  ho voluto proporre per primo  un elemento tecnico basilare nel volley moderno come la battuta prima ancora dell'analisi del lavoro con i pesi , perche se non si conoscono bene le azioni specifiche e come esse vengono prodotte ,non è pensabile costruire bene un programma di lavoro di muscolazione . Tenuto conto che una quota di lavoro generale ed aspecifico deve comunque sempre essere presente in una seduta pesi , dobbiamo però limitare l'errore grossolano che è stato fatto per tanti anni di considerare la forza come elemento finale da sviluppare , quando invece le entrate debbono essere molto diverse e percentualizzate in rapporto all'eta del giocatore , al suo ruolo e ai suoi livelli raggiunti ed inoltre il lavoro generale deve essere variato molto spesso altrimenti si rischia di far diventare bravo il nostro giocatore ( non  atleta che fa atletica leggera  ,e  non è necessario che  sia una fenomeno fisico  negli sport di squadra ) a sollevare un carico , che non significa aver migliorato la forza .

Si fa presto a dire squat ( 2parte)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Non credo che molti di voi soprattutto i piu giovani conoscano bene cosa succede quando si fa uno squat e soprattutto quando si fanno le variazioni ad esso , come appunto la profondità del piegamento ( speriamo di avervela spiegata in maniera utile ) , ma anche come si decide di arrivare al termine del movimento , cioè se fermarsi con i talloni a terra , arrivare sull'avampiede o effettuare un jump finale quando usiamo carichi piu leggeri :se qualcuno si sente offeso vada direttamente all'ultima parte di questo audiovideo e cosi vede se capisce tutto ha ragione lui altrimenti torni dall'inizio e segua il processo logico dell'analisi pratica .
Senza presunzione ( pensate quello che volete ...) sono certo che quasi nessuno di voi abbia avuto una spiegazione cosi dettagliata su queste specifiche dello squat neanche dai professoroni che girano all'università e si definiscono esperti della forza : una relazione che vi fa visualizzare insieme al filmato contemporaneamente dati emg , cinematici e dinamici non ho conoscenza che nessuno ve l 'abbia mai data . Dopo questa poi siete liberi di scegliere consapevolmente come far arrivare sullo squat il vostro sportivo o cliente che sia ..............

Si fa presto a dire squat : sincronizziamo Emg, Forza ed immagini per capire meglio

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Seguendo il suggerimento di Armando Fucci , oggi riprendiamo degli argomenti a Bosco ed a me molto cari verso la fine degli anni 90 , che molti delle nuove generazioni neanche conoscono nel dettaglio : l'EMG dei muscoli nello squat in situazioni di isometria e in dinamico a vari angoli di piegamento . Con questo credo si può iniziare a capire molto di piu l'intervento muscolare in questo esercizio . Dovete avere lo stomaco molto forte per reggere questo audiovideo ...........

Del Morgine : dati statistici delle partite e classifica finale , quale relazione ?

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Una new entry per il blog: Francesco del Morgine preparatore professionista nel calcio e socio fondatore dell' Accademia preparatori fisici (APF) ci ha inviato un audiovideo su alcune sue considerazioni sui dati statistici della partita e risultato sportivo che aveva fatto in maniera molto concisa su Facebook. Io l'ho invitato ad esplicitarlo meglio sul blog e lui ha accettato volentieri e credo che questa sia la strada che anche altri possano percorrere : mettere in chiaro le proprie ipotesi e, senza nessuna pomposa velleità scientifica ma con molto senso pratico e chiarezza , portare all'attenzione degli altri delle considerazioni suffragate da alcuni numeri in modo da poter sviluppare le proprie riflessioni . Il tutto nasce sempre dall'osservazione empirica e poi dalla voglia di riuscire a quantizzare meglio quelle che sono delle sensazioni e delle intuizioni , per verificare se hanno un fondamento . Credo che questo sia il pane del nostro mestiere .......

s2Member®