(Savoia) Il costo energetico della corsa del calciatore non ha nulla a che vedere con il costo energetico della corsa in linea a velocità costante (1a parte)

Dopo un periodo dove ci sono stati molti seminari e congressi, che hanno comunque affrontato il tema della potenza metabolica nel calcio, credo sia molto opportuno l'audiovideo di Cristian Savoia che riassume anni di studi fino ai giorni nostri che, se ancora qualcosa ne avesse bisogno, confermano in maniera chiara ed inequivocabile che la corsa del calciatore, fatta di accelerazioni e decelerazioni, cambi di direzione e di senso, di breve durata e con reiterazioni e tempi di recupero abbastanza codificabili, non ha nulla a che vedere con la corsa continua in linea a ritmo costante.
Intanto quindi evitiamo che qualcuno caschi nell'ennesimo errore di quelli che provengono dall'atletica leggera che a tutti i costi vogliono insegnare "a correre" ai calciatori, quando loro stessi non sanno neanche com'è la corsa del calciatore.
E soprattutto ancora una volta si mette in risalto che la variazione del VO2max in soggetti calciatori adulti è sempre la stessa qualsiasi sia il tipo di allenamento a cui vengono sottoposti, per tornare sempre ogni anno allo stesso valore sia in partenza di preparazione che in termini massimali dopo circa 2 mesi di allenamento. Proprio questo comporta il fatto che tutti i test con misura indiretta del VO2max non servono a niente perché per l'appunto non tengono in considerazione un parametro fondamentale e cioè il costo energetico della corsa specifica. È divertente rivedere come tutti le tabelle e le formule che dal punto di arrivo dei diversi test Yo-Yo siano carta straccia perché indicano errori sesquipedali.
Nei seminari di questo periodo credo che tutti se ne siano accorti e cioè che la potenza metabolica è solo il grimaldello necessario per aprire la porta alla misura di molti altri parametri che ci fanno comprendere con sempre maggior precisione quale sia il tipo di impegno non solo fisiologico durante la partita e gli allenamenti: lasciamo ai poveri di spirito di ancora considerare una sola variabile come decisiva per la prestazione nel calcio.
L'entusiasmo che trasuda dagli operatori quando vedono come possono analizzare le loro esercitazioni è talmente palese che molti al termine delle relazioni vorrebbero abbracciarci per aver aperto a tutti noi un mondo di possibilità interpretative. Siamo ad un punto di partenza dove finalmente rivalutiamo la nostra professione che il grigiore di pseudoscienziati pallidi che non sanno cosa è il sole ed il verde del campo e il sudore dei giocatori: ci volevano costringere a fare i bidelli dell'allenamento, a non pensare ed eseguire solo quello che secondo il loro punto di visto era giusto. Scacciamo i mercanti dal tempio e riappropriamoci della nostra arte di allenare. Tutti possiamo farlo adesso.
Abbiamo diviso in due l'audivideo, la prima parte per tutti dove vengono riassunti i primi studi sul costo energetico della corsa del calciatore, mentre il prossimo che metterò domani o venerdi entra con prepotenza nelle nuove ricerche ed acquisizioni che forse qualcuno di voi ha apprezzato di striscio a Cadelbosco e a Milano, ma che qui vengono esplicitate fragorosamente e smentiscono venti anni di errori di chi si è sempre creduto un avanguardia, ma avanguardia di presunzione e dell'errore.

Interpretazioni dati del GPS sulle esercitazioni tattiche: differenza tra possesso e partita a campo ridotto

Con questo audiovideo concludiamo la serie dedicata all'interpretazione dei dati del GPS quando si analizzano le esercitazioni sia a secco ma soprattutto con la presenza della palla e di compagni ed avversari. Oggi lasciamo libero l'audiovideo perché secondo me è interessante che tutti possano capire quantomeno che la potenza metabolica è solo uno dei parametri che interessa analizzare e che il calcio, come tutti gli sport di squadra, deve essere visto su tante variabili ed essere bravi a combinarle insieme, intensificando a volte una a volte l'altra a seconda dell'obiettivo tecnico-tattico e conseguente fisico che vogliamo sviluppare.
E pensare che ancora qualcuno vuole usare la massima potenza aerobica per identificare il tipo di sforzo del calciatore come se calciare la palla, difendere, attaccare lo spazio, piazzarsi per ricevere palla fosse dipendente dal VO2max. Che pochezza culturale e metodologica!!!

Un buon seminario a quelli che in questo fine settimana vanno a Bologna con Luca Scordo, Dario Pompa, Armando Fucci, Pasquale Bovienzo etc., mentre con gli altri che vengono a San Vero Milis (Oristano) ci vediamo sabato pomeriggio insieme ai colleghi del Sardegna Sport Lab (Pinna, Ripamonti, Rassu e Cozzula) e con Max Marchesi e Diego Longo che si saranno riambientati ormai al clima italiano dopo "l'inverno" in Qatar.
Per informazioni su questi due eventi guardare a destra nel blog su notizie flash e sui banner che girano

Vi invito a votare la qualità dell'articolo anche se purtroppo noto che cinquanta leggono e uno vota:

Come valuti nel complesso l'audiovideo?

Come valuti le capacità espositive e didattiche del relatore dell'audiovideo?

Quanto è interessante per te questo argomento?

Vorresti altri approfondimenti su questo argomento?

Quante ricadute applicative pensi che ci siano da questo audiovideo?

Usa i commenti per approfondire le tue osservazioni.

Interpretazioni dati del GPS delle esercitazioni tattiche: la chiave per dialogare con l’allenatore ed assumere un nuovo ruolo


L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

Con questo altri due audiovideo (oltre 44 minuti) di cui oggi faccio vedere la prima parte da 25 minuti iniziamo a concludere questa sezione dedicata all'interpretazione dei dati della tavola sinottica. Soprattutto oggi voglio ringraziare in special modo Fabrizio Tafani ed Emanuele Marra che hanno organizzato e preparato l'allenamento al buio non conoscendo i ragazzi ed hanno poi consentito a me di farmi bello con le mie spiegazioni ed interpretazioni. Diciamo che gran parte delle cose che dico nel video di natura tattica sono stati loro a spiegarmele ed io faccio il fenomeno riproponendole a voi, ma per motivi logistici ho dovuto far io l'audiovideo e spero che loro non si offendano.
Per chi ha voglia di vedere dal vivo queste cose nel fine settimana sia a Bologna che a Oristano li affronteremo con lo stesso taglio: a Bolgona parleranno di questo Armando Fucci, Pasquale Bovienzo, Dario Pompa e Luca Scordo mentre io vado a Oristano con i ragazzi del Sardegna Sport Lab (Pinna Ripamonti Rassu e Cozzula) e con Max Marchesi e Diego Longo reduci dal Qatar a parlare anche di allenamento funzionale e di isoinerziale oltre che di potenza metabolica e GPS (a destra nel blog trovate i programmi espansi).

A proposito di Cadelbosco, credo che tutti i partecipanti abbiano ricevuto i link per i filmati ed i PDF, eventualmente qualcuno non li abbia ricevuti mi scriva a laltrametodologia@gmail.com segnalando che non avete ricevuto il messaggio e cercheremo di risolvere il prima possibile questo disguido. Chi invece si è perso questa bella esperienza e li volesse avere basta scrivere e versare 40 euro andando sulla pagina sottoscrizioni - iscrizioni - filmati del blog sempre qui a destra e seguire le modalità di pagamento descritte.
Continuate cortesemente, dopo l'ascolto dell'audiovideo, a dare una valutazione ad esso. Non siate pigri e così potete anche sparare sul pianista!!!

Come valuti nel complesso l'audiovideo?

Come valuti le capacità espositive e didattiche del relatore dell'audiovideo?

Quanto è interessante per te questo argomento?

Vorresti altri approfondimenti su questo argomento?

Quante ricadute applicative pensi che ci siano da questo audiovideo?

Usa i commenti per approfondire le tue osservazioni.

Due giorni in Sardegna il 22 e 23 giugno per parlare di allenamento funzionale e applicazione pratica dei GPS per la misura della potenza metabolica nel calcio

Non si ferma l'onda della rivoluzione della potenza metabolica: il 22 e 23 giugno in Sardegna ad Oristano, organizzato dal Sardegna Sports Lab, svilupperemo una parte pratica sul GPS e sulla conseguente lettura dei dati. Lo svilupperanno insieme Colli, Max Marchesi e Diego Longo, preparatori da diversi anni in Qatar che quest'anno hanno applicato la tecnologia dei GPS ed il nostro software ai loro giocatori negli allenamenti e anche nelle fasi di ripresa agonistico dei loro calciatori dopo un infortunio.

Il giorno prima, per non farci mancare niente, sempre in Sardegna, il prof Colli farà un'analisi storico-pratica sull'allenamento funzionale insieme al Prof Marco Pinna; alla fine, spazio verrà dato all'allenamento isoinerziale che verrà analizzato e proposto in pratica sempre dal prof Colli insieme al prof Simone Ripamonti: l'allenamento isoinerziale a corpo intero può infatti rappresentare idealmente un punto di arrivo appunto della ricerca della funzionalità specifica. Potete leggere la locandina cliccando sul link

Brochure Oristano SSL_22-23 Giugno 2013

A Bologna nel weekend del 22-23 Giugno la scienza scende in campo e si mette finalmente al servizio dell’allenatore!!!

Un'altra iniziativa ancora, ormai già da un paio di settimane in circolazione tra Facebook e sito AIPAC regionale Emilia, verrà sviluppata tra gli altri da Armando Fucci e mister Pasquale Bovienzo del Benevento calcio, che da oltre un anno si cimentano nel lavoro metabolico con palla controllato dal GPS ed hanno già sviluppato su questo argomento un seminario completo a Benevento e molti audiovideo sul blog.

Ad essi si unirà anche il nostro Prof Dario Pompa, che è presente a tutti i congressi possibili dove si parla di condizionamento nel calcio, ma stavolta in qualità di relatore che metterà in rapporto la frequenza cardiaca (non credo proprio per esaltarne la precisione) alla potenza elaborata dal GPS durante vari tipi di esercitazioni specifiche; tutto questo oltre ad una relazione interessante su alcune riflessioni ed esercizi per l'allenamento del portiere di calcio.
Ci sarà anche una interessante relazione sui Cambi di senso e di direzione da parte del prof Agostino Tibaudi , nolto competente in questo campo dove ha prodotto anche un bel libro semplice ed efficace e soprattutto fruibile ed utilizzabile per avere spunti corretti nella pratica di allenamento
Pur non avendo alcun ruolo in questo seminario, credo sia importante che il blog sia vicino a tutte queste iniziative che mirano ad uscire dalle secche della metodologia tradizionale ed obsoleta e soprattutto a fornire nuovi spunti di riflessione e conoscenza agli operatori del settore, che consenta loro di ragionare con maggiore modernità anche per un cambiamento profondo del loro ruolo.
Cliccando qui sul link avrete la brochure completa dell'incontro di Bologna organizzato in primo luogo da Luca Scordo.

Programma Bologna 22 23 giugno 2013

s2Member®