Posted on 9 commenti

Il pendolo: applicazioni pratiche e sequenzialità (Barnabà-Colli)

(autori Silvio Barnabà-Roberto Colli) ANZITUTTO VOLEVO SPECIFICARE - PERCHÉ NEL FILMATO NON VIENE DETTO - CHE ABBIAMO USATO UNA PALLA DA BASKET ZAVORRATA CON CARICO VARIABILE, ALTRIMENTI SAI DOVE VA A FINIRE...
Mi rubo un po' di merito del lavoro di Barnabà perché effettivamente ha comportato lunghe discussioni sull'argomento per specificarlo meglio. Se scorriamo qualche libro già negli anni '70 e poi negli anni '80 da Yuri Verkhoshansky troviamo alcune proposte di lavoro similari, ma credo che abbiamo fatto un'operazione di approfondimento e di funzionalizzazione che chiaramente deve essere poi completata da ciascuno di voi.
Vi ricordo che esiste un altro video su questo argomento che spiega (o ci prova) i presupposti di questo utlissimo attrezzo, anch'esso di costo minimo rispetto al Tesys o altre amenità del genere. Un'ottima applicazione di questo attrezzo viene fatta ad esempio anche per i portieri di calcio, alcune per i tennisti, oltre che giocatori di volley e basket, sport dove a mio avviso risulta un attrezzo fondamentale, grandemente per il lavoro sopra la testa che risulta decisivo - anche se in misura diversa - in entrambi gli sport!

9 thoughts on “Il pendolo: applicazioni pratiche e sequenzialità (Barnabà-Colli)

  1. Complimenti…veramente un grandissimo lavoro!!!…non mi resta che provarlo…

  2. Ciao Silvio, innanzitutto complimenti, davvero!! Volevo farti 2 domande: la prima, se secondo te, nel caso volessi proporre questi tipi di esercizi ad una prima squadra, possa aumentare il carico ad esempio con una palla zavorrata da un paio di chili; la seconda, se invece di un trx carrucolato, possa essere sufficiente una corda con possibilità di regolarne l’ altezza a mo’ di forca. Te lo chiedo perché quando mi allenavo da bambino come portiere, la forca era l’attrezzo per eccellenza per sviluppare coordinazione e ritmo di impatto sulla palla e minhai fatto tornare in mente un pò di esercitazioni che ci proponevano. Ti ringrazio in anticipo ciao. Carlo

    1. Ciao Carlo ti rispondo io a breve perchè ho messo adesso appunto una nota : tutti gli esercizi sono fatti con palla da basket zavorrata con carico variabile . Come abbiamo scritto neinte di nuovo ma forse con qualche chiarezza di principio in piu e poi la forca ….. fi fi ( barzelletta sconcia che non posso riferire tutta !!!!) ciao

    2. Ciao Carlo, grazie. la palla è zavorrata, come già precisato, ed io uso carichi da 8 a 16kg in funzione di chi la usa e dell’obiettivo primario della richiesta.

  3. L’idea potrebbe anche essere di apporre alla fine del pendolo una palla zavorrata “attrezzata”, cioè quella con la corda, mettendo in preventivo di spendere almeno 50-100 € a secondo del carico. Nel volley però potrebbe permettere esercitazioni con palleggio e altri fondamentali senza lasciarci le dita… ah dimenticavo … Complimenti

  4. Il problema è il carico della zavorra…in commercio credo, correggetemi se sbaglio, le palle zavorate “attrezzate” raggiungono al massimo 10 kg…ed è un carico “basso” per lavori di forza dinamica massima soprattutto con squadre senior ( parlo di giocatori di basket). Con il pallone di basket zavorrato si posso raggiungere anche i 20 kg. Comunque se qualcuno riesce a trovare una soluzione più “pratica” ce lo faccia sapere.

  5. complimenti silvio , credo che al fine della mobilita’ della prevenzione sia un tipo di allenamento anche applicabile al calcio. complimenti e a presto.

  6. Sto usando dall’inizio della preparazione questo tipo di attrezzo con un esercizio rivolto a far aprire la spalla agli schiacciatori. DEvo dire che già in questo poco tempo, 5 giorni, si vedono miglioramenti nel gesto soprattutto da chi era molto bloccato. Evidentemente il fatto di seguire la discesa e la risalita del pendolo permette una conoscenza cinestetica del movimento che a parole non si riesce a spiegare. Se riesco proverò a fare un video. Complimenti

  7. Ciao Silvio. Ti sembrerò un po’ impedito, ma volevo chiederti come hai realizzato praticamente il pendolo? Hai tolto le maniglie del torsion? Dalle immagini faccio fatica a capire…Io lo devo usare nel tennis e faccio più fatica perchè non avendo il canestro devo trovare un modo alternativo di fissare l’ancoraggio alto con la carrucola
    Grazie

I commenti sono chiusi.