Posted on

Qualcosa cambierà nel blog: provate a leggere (se vi interessa… )

Ciao a tutti, da un po' stavo riflettendo sul destino del blog, sulla mia voglia di continuare e intanto sono giunto ad una prima conclusione:

a) il blog chiuderà la sua attività di produzione audiovideo settimanale a metà dicembre 2016, cioè, cercherò di assicurare almeno una volta a settimana come ormai dal 24 ottobre 2011, un audiovideo originale non apparso sul blog. Da questo punto di vista quindi, sin da adesso, non verrà più richiesta una sottoscrizione "obbligatoria" annuale, ma una eventuale donazione libera e non vincolata nel tempo. Questo al fine di evitare che magari qualcuno protesti perché si iscrive e non viene coperto un anno completo, questo non accadrà.

Purtroppo i contributi audiovideo esterni si sono rarefatti e questo soprattutto perché non c'è stata la nascita di moti giovani che si sono cimentati sul blog anche a rischio di fare qualche brutta figura (poche volte in verità) e dover trovare 52 cose nuove l'anno da solo o con chi collabora con il blog dall'inizio rimane per adesso un po' più difficile, fra un anno impossibile e siccome non voglio essere angosciato da questa cosa, ho deciso che farò diventare quasi tutti privati i precedenti audiovideo del blog, esclusi quelli dedicati al funzionamento dei GPS e a quelli non miei (a meno che gli autori non mi chiedano loro stessi di metterli privati).

D'altronde tutto ha un tempo, vedere il blog che si trascina stancamente come altre riviste del settore non voglio arrivarci, preferisco la dolce morte per questa nostra creatura o meglio lasciarla come testimonianza di era geologica passata (le ripetute sui 1000 e la valutazione della massima potenza aerobica nel calcio tanto per fare un esempio), e di come ci siamo adoperati per fargli la guerra, che senza dubbio abbiamo vinto culturalmente senza però essere in grado di rimuovere il gruppo che l'ha diretta e governata da molti anni ed è ancora lì incollato alla sedia, deriso ormai da molti, ma sempre seduto ad insegnare per ruolo istituzionale conferitogli dagli amici.

Se non muoiono, nessuno sembra in grado di rimuoverli per lasciare spazio alle nuove generazioni che aprirebbero la finestra per dare una ventata di aria fresca (ad esempio Coverciano ne avrebbe proprio bisogno ma è dai tempi di Bosco che rappresenta la conservazione e anche la presunzione di chi si sente protetto politicamente).

Il blog non chiuderà neanche dopo dicembre 2016 perché rimarrà comunque riferimento per tutti quelli che possiedono i GPS Qstarz (ed avremo qualche novità interessante di natura tecnologica (spero) entro 3-4 mesi prima dell'inizio della stagione 2016-'17).

A tutti quelli quindi che andranno in scadenza di "abbonamento" nella data indicata a destra nel blog (che per molti sembra invisibile visto che me lo chiedono, quando è lì in bella vista) verrà quindi tolto l'accesso, se poi vorranno contribuire ancora alla vita del blog rimarrà il tasto donazione e da quel momento potranno accedere per sempre ai contenuti del blog stesso, fermo restando che dal 15 dicembre 2016 non mi sentirò più obbligato a fornire un contributo nuovo ogni settimana, ma solo se sarà nuovo ed interessante: naturalmente rimarrà una finestra per tutti quelli che vogliono comunicare sulla metodologia dell'allenamento in maniera non tradizionale, come ci hanno incatenato università e federazioni da ormai un trentennio ad una visione solo fisiologica del movimento.

La metodologia dell'allenamento può ricevere un piccolo aiuto dalla scienza, ma rimane un campo dove esperienza, intuizione, empirismo, ma anche una costante raccolta dati devono continuare a farla da padrona e dove esisteranno sempre i maestri che per forza di cosa debbono essere "anziani", e da cui si impara ma non si copia supinamente e acriticamente.

Secondo me l'anziano deve avere un ruolo importante di consulenza ed indirizzo, mantiene la storia e la racconta, può influenzare le decisioni di chi governa, ma non deve avere potere se non culturale. È difficile per un "anziano" discostarsi dalla teoria che ha elaborato nel corso di 30 o 40 anni di esperienza, e questo è sicuramente dannoso per l'ammodernamento del pensiero, anche per effetto dell'ammodernamento delle tecnologie.

In Italia abbiamo purtroppo anche molti esempi di questa, che non consente ai più giovani di portare avanti, su basi solide e conosciute di ciò che è stato il passato, delle nuove concezioni più moderne anche appoggiate da nuove tecnologie.

Prima l'allenatore guardava dal vivo e a velocità naturale il suo atleta, e prendeva il tempo con il cronometro su ampi tratti del percorso avendo solo degli intermedi. Ora esistono videocamere di basso costo ad alta velocità che ti fanno vedere dei dettagli che l'occhio umano non vede, e ci sono i GPS ad alta frequenza o le piattaforme inerziali a basso costo che ti consentono di entrare nel dettaglio non solo del tempo ma della singola azione tecnica, della forza applicata ed in quale momento: su questo è necessario a tutti evolversi anche per i più anziani come me, perché poi la grande capacità di sintesi che ha un anziano esperto non è comparabile a quella di un giovane poco esperto anche se altamente tecnologico.

Per tutti coloro che hanno sottoscritto per il blog per 3 anni 'l'accesso "eterno" sarà garantito gratuitamente, entro fine gennaio spero di adeguare tutte le scadenze in maniera corretta; come al solito non vi offendete se faccio qualche errore, ma come sapete non ho segretarie che mi aiutano, meglio far da sè.

Naturalmente è gradito un commento, anche negativo a questa evoluzione che voglio imprimere al blog, tanto non vi posso raccomandare a nessuno visto che non ho alcun potere se non le mie conoscenze culturali ed esperienziali; riappropriatevi della vostra capacità critica e dite anche dei no, motivati, a chi vi comanda, forse rischierete qualcosa ma avrete riaffermato che nulla è scontato e se c'è una critica sana, questa non può che far migliorare le basi su cui si fonda il nostro lavoro.