Posted on

Isometria submassimale ad esaurimento :dati sperimentali 1 parte(Colli Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Come tutte le belle cose finiscono , anche il blog chiuderà la sua attività produttiva di audiovideo al compimento del 10 anno dalla sua nascita cioe il 24 ottobre 2011 . Stop quindi alle iscrizioni .

Posted on

Allenare le diverse espressioni di forza … senza pesi :risultati (8 parte Colli Introini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Dedicato a qualche gruppetto di deficienti che scrive che andrebbe allenata la forza con i sovraccarichi nella fase puberale o magari anche prima ( senza mai circoscrivere quale espressione di forza, se pensate la forza massima siete imbecilli 2 volte ) : provate a leggere tutta questa saga e vi rendete conto che la forza si può allenare usando il nostro peso del corpo , ad angoli diversi ( anche per gli arti superiori) e in azione monolaterale e questo basta per i nostri giovani . Provate fare lo squat senza carico fino ad angoli profondi (cosi poi evitate di fare il goblet squat in eta adulta con 10 kg ridicoli per gli atleti ma necessari per chi non lo ha mai fatto prima in eta prepuberale o puberale ) Mi ricordo circa 60 anni fa quando nelle lezioni di ginnastica ( extra scolastiche naturalmente a pagamento) a 7-8 anni il signor maestro ( cosi lo chiamavamo noi bambini ) ci faceva fare la pertica , la sospensione alle spalliere , la corda , il tiro alla fune e usare una palla zavorrata (non medicinale!!) da un kg per spingerla i tutte le direzioni usando le gambe come motore iniziale , e poi mille giochi con e senza palla dove usavamo tutto il corpo . Poi quando il testosterone avrà il sopravvento potrà essere utile aggiungere del sovraccarico su una buona tecnica appresa negli anni precedenti e dirigersi lentamente verso la forza massima .

Posted on

Esercitazioni e carico interno nel calcio a 5 ( 3 parte Colli,Zito,Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Questa settimana pubblicheremo 2 audiovideo e volevo avvisare che il prossimo sarà del prof Fucci ,un gradito ritorno, che me ne ha inviati due inerenti esercitazioni sul calcio . Pe quello di oggi che riguarda il calcio a 5 ed il forte utilizzo del 5c5 come esercitazione di allenamento mi viene in mente un ricordo di oltre 30 anni fa con alcuni miei colleghi nel basket in cui si faceva spesso un siparietto del genere riferito ad un allenatore americano dell'epoca : l'assistente chiedeva "ehi Jo cosa facciamo oggi in allenamento ?? " e Jo rispondeva immancabilmente " treccia a 3 ,treccia a 4 ,5c5 " e questo sempre ogni giorno di ogni settimana di ogni mese . Pensavo fosse solo Jo che faceva cosi e fosse un po' anedottico , ma invece poi ho toccato con mano che almeno in serie A questa era la prassi . Cosi secondo il mio parere ,si butta a mare qualsiasi possibilità di miglioramento individuale e situazionale speciale . L'uso e abuso della situazione gara puo essere fatto in nazionale , dove ci sono sempre un numero di giocatori competitivi tanto che le due squadre si equivalgano , ma non in società ( penso alla pallavolo dove forse escluse 2 squadre ,i giocatori competitivi sono 8-9 al massimo e quindi non c'è alcuna competitività nel 6c6 ) .La mia personale opinione è che Il ricorso all'esercitazione gara è utilissimo , ma per un tempo limitato dell'allenamento e anche a seconda del giorno della settimana .

Posted on

Esercitazioni e carico interno reale nel calcio a 5 (2 parte a cura di Colli,Zito,Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Ma chi parla di allenamento basato su evidenze scientifiche (tra l altro vecchio cavallo di battaglia di Arcelli di 20-30 anni fa sa quello che dice ? E magari non è neanche laureato in scienze motorie e forse non ha mai neanche messo piede in campo o in palestra o in acqua ? L'allenamento si basa sulla scienza cosi come un pittore si basa sui 4 colori chiave per dipingere ma poi la differenza la fa quando mette i colori , li sfuma e li combina . E poi la vera scienza sta nel raccogliere i dati e i risultati che emergono del proprio lavoro ,che ti consentono di catalogarlo , modificarlo in meglio ed imparare qualcosa di nuovo . L'allenamento è per artisti non per meri esecutori che fanno le cose proposte da chi in campo non ci è mai andato ....... Vogliamo far la fine dei medici della mutua ???

Posted on

Esercitazioni e carico interno reale nel calcio a 5 ( 1parte a cura di Colli Zito Lucarini)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Per chi ancora a difficoltà a capire la differenza tra potenza di serie e potenza di ripetizioni come pilastri fondamentali per il controllo del carico negli sport di squadra , questo inedito lavoro sul calcio a 5 ed alcune esercitazioni con limitazioni di spazio e di giocatori cade a pennello . Cosi come avete visto nel modello prestativo del basket anche nel calcio a 5 i considerare la esercitazione nel suo complesso rapporto tra gioco e pausa diventa la chiave per impostare l'allenamento del giocatore e della squadra in maniera globale . Principi che valgono per tutti gli sport di squadra .