Posted on

OGGI sabato 16 maggio ore 17 Webinar riservato ai soci APF sulla 2 parte di un recupero di LCA con Giorgio Zito e Roberto Colli

Attenzione per i sottoscrittori del blog che non sono iscritti all APF il webinar sara disponibile da domani ( spero!!!) in differita e mi fara piacere ricevere e rispondere alle vostre domande anche in differita magari entro 24-48 ore . Ci sarà anche da ridere perche parleremo anche di forza reattiva dopo averne sentito delle belle in un altro webinar su questo argomento da pseudo esperti che non conosce nessuno ......

Posted on

OGGI 25 aprile ore17 secondo mio Webinar gratuito di APF sull allenamento intermittente dedicato stavolta agli sport ciclici

Visto che qualcuno ha un po sparato sull 'uso e sull 'esaurimento del Creatinfosfato come carburante anche negli sforzi submassimali vi posto uno studio del 1995 di Gastlin sul diverso utilizzo dei meccanismi energetici in uno sforzo max ( non proprio massimale visto che è del 250% del Vo2max e dura 90''ma comunque ce lo facciamo andar bene ) e di uno submassimale al 110% del Vo2max . Il soggetto testato non è un fenomeno ( 50ml/min/kg) di Vo2max .Dopo che il grande prof Pietro Enrico di Prampero ci ha ben spiegato ( anche di persona ) come ottenere i diversi debiti dalle prove massimali e submassimali ,noi ne abbiamo fatte almeno un centinaio (non come quelli che fanno le supercazzole) e quindi sappiamo bene come funziona . Dovete farvene una ragione ....... Oggi proverò a semplificare meglio questa slide con altre che ho ricavato perchè mi accorgo di una certa debolezza di conoscenza su questo argomento .Dedicherò molta parte del tempo a produrre lavori intermittenti sviluppati nel corso degli anni per sport e specialità diverse , cercando di spiegare i presupposti per crearli con continui adattamenti al modello di prestazione e legati sempre alla tecnica esecutiva e quindi all' obbiettivo di abbassare il costo energetico . E voglio chiedere scusa che ,come mi succede da oltre 20 anni spesso parlo di acido lattico quando dovrebbe essere lattato .... sono della vecchia scuola e mi rimane difficile cambiare .Mi ricordo che il dr Marini mi rimproverava garbatamente sempre , ma non sono mai riuscito a far diventare automatico questo cambiamento , e temo che sbaglierò anche oggi vi chiedo di perdonarmi in anticipo .... ma cosi darò a qualche rosicone la possibilità di criticarmi ...spero invece che le critiche avvengano sulla sostanza dell organizzazione degli esercizi e le loro tempistiche molto delicate

Posted on

In che fase avvengono le azioni di alta velocità (Colli,Polino)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Sembra una domanda stupida il titolo di oggi ma basta guardare la diapositiva del frontespizio per avere delle sorprese ..... e se leggete o ascoltate ne sarete ancora piu stupiti . Con questo audiovideo vi allego anche tutto il PDF relativo a tutti gli audiovideo su questo argomento ed ho terminato il mio contributo sull HSR sperando di non avervi annoiato . Ora aspettiamo l'audiovideo di Pierpaolo Polino e Dario Pompa sull analisi delle azioni ad alta velocità nelle singole esercitazioni . Crediamo in tal modo di avervi fornito degli spunti sufficienti per correggere il tiro dei vostri allenamenti . Cosa c'è di piu bello nel costruire l'allenamento in modo personale , avendo dei presupposti su cui poterlo modulare ?? Altro che 4 x 1000 ......

Posted on

La distribuzione delle azioni veloci ed intense :durate ed intervalli (Colli)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

In questa parte come gia intuite dall'immagine di copertina , diamo un volto ed un tempo alla durata delle fasi intense veloci e le confrontiamo con i tempi delle fasi intense solo accelerative , oltre a fornirvi alcuni esempi di distribuzione delle durate e degli intervalli delle singole azioni veloci che ci confermano che l RSA è proprio una cosa venuta male . Ringrazio l'amico Luigi Febbrari ( nel pieno del focolaio bresciano ) che mi ha fatto notare che sul blog poco avevo sottolineato questa cosa , anche se ho la coscienza a posta perchè anche nel 2003 fui molto critico sulla presentazione che fece Bishop ad un seminario a Roma dove presentò nel dettaglio il percorso di questa esercitazione test , ma non aveva ben chiaro il modello prestativo ............. IL pdf al prossimo ed ultimo mio audiovideo su questo argomento a cui seguirà un altro sul controllo della velocità espressa nelle specifiche esercitazioni calcistiche di Dario Pompa e Pierpaolo Polino

Posted on

Considerazioni sull alta velocità nel calcio : i dettagli ( Colli)

L'audiovideo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.

La sottoscrizione senza il versamento verrà cancellata.

Non verrà data alcuna risposta alle email o commenti o richieste di informazioni di non sostenitori del blog.

 

Se sei già sostenitore, effettua il login.

Visto che il tempo non ci manca trovo utile ( forse solo per me !!) approfondire cosa succede in partita con le azioni di alta velocità che sono circa un quarto un quinto di quelle svolte ad alta intensità . Gia molti anni fa avevo definito totalmente sbagliata la metodica del RSA nel calcio ed oggi penso che sia chiaro e lampante anche a quelli che forse a suo tempo invece avevano snobbato questa mia affermazione .A difenderla rimangono solo quelli che sono interessati ad essa , un po come quelli che fanno il Nordic Harmstring per i flessori , mi ricordano i giapponesi che negli anni 50 a guerra finita ancora difendevano le isolette del Giappone, poveretti . Faccio questa mini trilogia e metterò i 3 audiovideo a distanza di 1-2 gg (l ho divisa per rispetto nei vostri confronti che non potete ascoltarmi per 90' ) ma l argomento è lo stesso vi consiglio di non far passare troppo tempo tra l'uno l'altro per chi ha voglia di approfondire questi concetti e vedere poi come girarli nell'allenamento quotidiano . Lo faccio anche prima che il solito copylab provi appunto a gettarsi su queste analisi , naturalmente loro spiegano tutto senza avere la benchè minima base sull argomento , ma i polli che si abbonano ci sono sempre .....