Sollevamento pesi (2): specialisti della forza o specialisti della tecnica di sollevamento?

Il video dell'articolo è solo per i sostenitori del blog, informati sulle modalità di sottoscrizione.
Se sei già sostenitore, effettua il login.

presentazione dati bucarest

(by Luigi Lucarini & Roberto Colli) Il titolo naturalmente prevede una risposta che è insita nell'audiovideo curato da Gigi su studi fatti nel corso della sua laurea specialistica, che ha avuto me come tutor: il carico sollevato migliora in funzione della tua capacità di incastrarti sotto piuttosto che per un aumento di forza applicata a terra. La sostanza del lavoro è questa: è inutile che la FIPE voglia spacciare i suoi tecnici come esperti di forza da inviare nelle federazioni, così faranno più danni della grandine perché non farebbero altro che cercare di insegnare la tecnica corretta di sollevamento pesi a chi non serve. Interessante la singolare joint venture tra la FIPE e la FICK, che ha nominato due esperti della forza, indicati dal presidente federale Urso all'altro presidente federale Buonfiglio. Ecco, questo è proprio quello che non va fatto. Poi se i due soggetti avranno tanta buona volontà di capire il modello del kayak, che avviene in acqua con gente che spinge con le gambe da seduta con angoli ridotti, tanto meglio, ma credo che ci vorrà un po' di tempo prima che possano entrare nel meccanismo; tenuto conto che poi nel kayak per la stragrande maggioranza dei casi i pesi sono utilizzati in funzione di un miglioramento della forza resistente - quando quasi tutto il mondo sa che la forza resistente deve essere specifica - abbiamo fatto la frittata. Ma saranno contenti i due presidenti federali sicuramente per l'immagine, che è la cosa che più conta: uno si vanterà di aver messo due suoi "uomini" alla FICK, dimostrando che la sua politica convince, l'altro di aver portato un'innovazione tecnica all'interno della sua federazione. Contenti loro…
Dopo questo audiovideo che termina la descrizione di alcuni aspetti dei sollevamenti olimpici, passeremo a delle analisi qualitative del perché non bisogna impararli come li propongono i sollevatori di pesi, ma avere tutta una serie di adattamenti che sicuramente fanno inorridire i puristi, ma consentono di utilizzare la parte positiva di questi gesti opportunamente adattati per le necessità, ad esempio dei giocatori di sport di squadra, notoriamente più longilinei dei sollevatori di pesi, spesso brevilinei. Vi porteremo il percorso che noi abbiamo fatto, il perché delle scelte in modo che ciascuno di voi che le vorrà ascoltare, potrà più o meno concordare con le nostre motivazioni o farsi una strada propria. PESISTICA ADATTATA, lo ripeto, significa semplicemente adattare, modificando opportunamente i gesti della pesistica alle necessità degli sport, non - come invece viene relazionato spesso a sproposito - adattare lo sportivo specifico allo slancio e allo strappo. Peccato, perché il presidente Urso da studente sembrava aver capito bene la differenza; forse adesso per ragion di stato se lo è dimenticato insieme a tutte le sue promesse non mantenute fatte ai compagni di corso. A proposito, a quando un lavoro con le 8 telecamere installate all'Acqua Acetosa? Forse ne basta ancora una…

Comments are closed.

s2Member®